Casa della Pace del Comune di Ferentino, un patrimonio culturale e sociale della Città

14 dicembre 2012 0 Di admin

Il sindaco Piergianni Fiorletta: II progetto nasce a seguito del finanziamento della Regione Lazio, ai sensi della Legge Regionale 24 dicembre 2008, n. 25 “Promozione ed attuazione delle iniziative per favorire i processi di disarmo e la cultura della pace” . L’obiettivo del progetto è stato quello di realizzare un intervento di adeguamento strutturale e degli impianti dei locali a piano terra del Palazzo Consolare, sito nel centro storico di Ferentino nei pressi di Piazza Mazzini per destinarla a “Casa della Pace” , come realtà aperta, luogo in cui le Associazioni socio-culturali presenti sul territorio, e Associazioni d’immigrati presenti e che stanno nascendo troveranno accoglienza e spazio per dar vita a importanti iniziative sul cammino dell’integrazione. Con il coordinamento dei Servizi sociali e della Biblioteca, al suo interno vi verranno svolte iniziative d’informazione sulla cultura della pace, di promozione e coordinamento di dibattiti, mostre video-proiezioni e altre forme di comunicazione sui temi specifici.
L’assessore ai Servizi sociali, Luigi Vittori: Nell’ambito della festa di Brilla Una stella, ci sarà il taglio del nastro per questa nuova importante iniziativa in favore delle Associazioni e della comunità. La finalità dell’istituzione della Casa della Pace non è soltanto quella di essere un luogo in cui possono trovare spazio tante diverse Associazioni, ma rappresenta un laboratorio per costruire insieme. Lavorare insieme è oggi indispensabile e nel campo sociale è veramente importante.
L’assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Salvatori: Recuperiamo e rendiamo agibili nuovi locali, grazie al contributo della Regione Lazio, che saranno a disposizione per iniziative in ambito sociale, culturale e ricreativo, in collaborazione con le tante associazioni che già operano in sinergia con l’Amministrazione comunale. Presso Palazzo Consolare sono in corso di ultimazione anche i lavori per la sistemazione della Biblioteca e per l’intero immobile sarà in funzione un nuovissimo e sofisticato impianto antincendio per garantire la piena sicurezza.