Dal tetto del San Raffaele di Cassino: “Abbiamo freddo ma da qua non scendiamo”

5 dicembre 2012 1 Di redazione

Dal tetto della clinica San Raffaele i manifestanti urlano la loro disperazione. “Siamo infreddoliti e bagnati ma da qui non scendiamo. Per noi questa è l’ultima spiaggia”. Lo dice in una intervista telefonica uno dei manifestanti che parla a nome del gruppo. “Chiediamo almeno assicurazione sul pagamento dello stipendio. Sono tre mesi e mezzo che non prendiamo sodi. È da settembre che non ci pagano. Vogliamo risposte qui nessuno ci ascolta. Piove a dirotto, siamo tutti bagnati ma non ci muoveremo. Abbiamo portato qualche lenzuolo e buste qualche busta di immondizia e con questo ci difendiamo. Siamo tutti padri di famiglia. Noi diamo assistenza (sono tutti infermieri – ndr) ma nessuno ci assiste. Io a 57anni, se perdo questo posto di lavoro dove vado? Siamo disposti a tutto”.
Ermanno Amedei