Montino (PD): “Bloccare subito la riforma delle aziende regionali. Gli amministratori siano dirigenti regionali”

28 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

Bloccare subito la riforma delle aziende regionali. Invito i componenti dei Consigli d’Amministrazione in carica a sospendere qualunque azione volta a modificare gli assetti organizzativi delle società. In questi giorni sembra sia stata avviata la riforma con la cancellazione dei Cda e la nomina di un amministratore unico. Scelte di questo tipo, a due mesi dalle elezioni, non sono di ordinaria amministrazione, ma un abuso. La riorganizzazione della galassia di società regionali è compito esclusivo della prossima amministrazione. La Giunta deve dare uno stop a iniziare dalla società Lait che ha convocato i soci per procedere alla modifica dello Statuto. Se si sceglie di procedere comunque almeno la Giunta non faccia nomine esterne, ma affidi l’incarico pro tempore esclusivamente a un dirigente regionale. Diversamente oltre che a un abuso ci troveremmo di fronte ad un danno all’erario sanzionabile dalla Corte dei Conti. Polverini eviti di fare il bis della brutta figura fatta con la nomina dei commissari nelle Asl. Nominare oggi un amministratore unico esterno significa garantirgli un contratto triennale che ipoteca l’azione della prossima maggioranza e soprattutto crea le condizioni per garantire ai nominati dell’ultima ora, un mega stipendio per tre anni o una fuoruscita equivalente alla durata del contratto. Non c’è più spazio per fare regali milionari agli amici degli amici. La storia è finita, la Polverini se ne faccia una sacrosanta ragione e non faccia altri danni”.