Natale più austero, meno regali. Le tredicesime a rimpinguare i risparmi erosi dalla crisi

4 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

Natale austero quello che si prevede quest’anno. Secondo il sondaggio Confesercenti-Swg il 54% degli italiani (era il 51% nel 2011) si affida alla speranza quando pensa al prossimo Natale e cerca così di contrastare gli incubi della crisi e del futuro. Cresce anche il numero di coloro che non si fanno illusioni: per 19 milioni di connazionali, questo sarà il peggior Natale dal 2010.  A risentirne sono i consumi: questo dicembre, in totale, gli italiani spenderanno 36,8 miliardi: il 3% in meno rispetto al 2011, quando spesero 38 miliardi. Si avvicina la resa dei conti…delle tredicesime. Una parte consistente della tredicesima, 11 miliardi e 739 milioni, andrà invece a rimpinguare i risparmi erosi dalla difficoltà economiche, la maggior parte sarà destinata anche al pagamento della seconda rata dell’Imu, gli italiani, insicuri sulla possibilità di una rapida ripresa, preferiscono accantonare quasi due miliardi in più rispetto al 2011. Circa 12 miliardi provenienti dalle tredicesime, invece, verranno usati per far fronte ai mutui e pagare i debiti (+641 milioni sul 2011), mentre quasi 13 miliardi e mezzo saranno impiegati per affrontare le necessità della casa e della famiglia. Quasi sette italiani su dieci (il 68%) spenderanno meno dello scorso anno.  Un aspetto che sembra confermato dal 14% degli intervistati che indica proprio la lunghezza della crisi economica come uno dei fattori condizionanti le spese per il prossimo Natale. Sempre piu’ viaggi e libri, scendono giocattoli e abbigliamento In occasione delle festivita’ natalizie, gli italiani compreranno soprattutto prodotti alimentari e vino, indicati dall’82% degli intervistati, contro l’83% dello scorso anno.
Aumentano invece i libri, che passano dal 51% al 55%, ed i viaggi, che crescono di quattro punti percentuali sul 2011, raggiungendo il 14% dei rispondenti. Rimangono stabili abbigliamento (54%), profumi e cosmetici (35%), elettrodomestici (18%) e auto, moto e scooter (2%). In calo i giocattoli, scelti quest’anno dal 45% contro il 49% del 2011, e gioielli, che scendono dal 10 al 7% delle preferenze. Windows 8 e mini tablet arrivano sotto l’albero. Si affermano gli eBook, calano computer, tv e console per i videogiochi. Il 27% degli italiani  regalera’ ad altri o acquistera’ per sè un prodotto Hi-Tech: una quota inferiore solo di un punto percentuale a quella registrata nel 2011 (28%). Più della meta’ dei tablet in regalo saranno di formato mini. Stabili al 5%, invece telecamere e macchine fotografiche digitali. Connessioni: giu’ le chiavette usb, superate dagli abbonamenti smartphone/tablet.