Ordigni incendiari per convincere le vittime a pagare il “pizzo di Natale”, due uomini in manette

8 dicembre 2012 0 Di redazione

Per far capire che non scherzavano non esitavano ad istallare veri e propri ordigni incendiari artigianali sui mezzi delle loro vittime. In questa maniera Mario Caserta 38 anni e Mario Lagnese 24 anni, entrambi di Francolise chiedevano quello che i carabinieri hanno battezzato come il “pizzo di Natale. I due sono stati arrestati questa mattina a Sant’Angelo in Formis (Ce), via Tombe Garibaldine, dai carabinieri della stazione di Falciano del Massico (Ce), in collaborazione con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mondragone (CE). L’ipotesi di reato contestato loro è Concorso in tentata estorsione aggravata. I militari dell’Arma a termine d’intensa attività investigativa coordinata dalla D.D.A. di Napoli, condotta anche con l’ausilio di mezzi tecnologici ed iniziata circa dieci giorni fa a seguito della denuncia da parte della vittima, hanno raccolto inconfutabili elementi di reità a carico dei predetti, che sono stati bloccati subito dopo aver reiterato, con metodo mafioso, la richiesta estorsiva al denunciante, utilizzando cabina telefonica pubblica. Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’A.G.