San Raffaele: Petrarcone, dopo l’incontro con Bondi, fiducioso sulla soluzione della vertenza

5 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

Assemblea dei lavoratori del San Raffaele di Cassino questa mattina nell’Auditorium della casa di cura a cui ha partecipato il sindaco Petrarcone. Nel corso della riunione il Primo Cittadino ha voluto informare personalmente tutti gli operatori  sull’esito dell’incontro avuto con il Commissario straordinario Enrico Bondi, sulla vicenda della struttura sanitaria della nostra città. “Questa mattina, nonostante gli impegni che mi vedranno a Torino per un incontro convocato dal sindaco Fassino per discutere di Fiat, non sono voluto mancare all’appuntamento presso la clinica San Raffaele perché ci tenevo a relazionare personalmente ai lavoratori l’esito dell’incontro avuto ieri con il commissario straordinario per la sanità del Lazio, Enrico Bondi.” Con queste parole il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, ha aperto l’assemblea che si è tenuta questa mattina nell’auditorium della clinica San Raffaele e a cui, oltre ai dipendenti, hanno preso parte anche le sigle sindacali. “L’esito dell’incontro di ieri in Regione – ha continuato il sindaco – è stato di certo positivo perché è servito a chiarire alcuni aspetti legati a questa vicenda e soprattutto a far emergere che non ci sono problemi di liquidità da parte della Regione. Sono, quindi, soddisfatto e fiducioso che presto si possa giungere alla soluzione per la quale noi tutti ormai già da tempo stiamo lavorando. Il commissario Bondi ha preso l’impegno di verificare personalmente se il sequestro posto in atto dalla Procura di Roma riguardi solo l’utile dell’azienda e qualora questa ipotesi trovasse riscontro verrebbero sbloccati quei fondi (circa 3 milioni di euro al mese) che occorrono al San Raffaele per le spese correnti. Si tratta di un ulteriore passo importante al quale seguiranno altri in tempi brevi perché il diritto al bene salute è senza ombra di dubbio un aspetto prioritario. Proprio per questo il commissario Bondi si è impegnato entro una settimana a completare le consultazioni con i Prefetti e con i sindacati delle città interessate dai tagli per aver un quadro definitivo e giungere alla soluzione che noi tutti vogliamo”.