Sotto l’albero calici di vino Doc e cannellini Dop. Un evento dedicato alle eccellenze locali

14 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

Un evento unico pensato per coniugare la meravigliosa atmosfera delle feste con le eccellenze produttive nostrane. Sabato prossimo, nella suggestiva cornice del salone del palazzo ducale di Atina, avra’ luogo la prima edizione di “Calici di Natale”. Una manifestazione incentrata sulla  conoscenza diretta dell’aziende vitivinicole produttrici dell’Atina Doc. L’occasione regalera’ la possibilità di degustare ma anche di acquistare i migliori vini del territorio. L’evento avra’ inizio alle 16. Parteciperanno gli operatori commerciali come ristoranti, agriturismi, enoteche e bar. Poi, dalle 18, la kermesse sara’ aperta a tutti i visitatori che potranno acquistare i bicchieri per le degustazioni. Numerose le aziende che hanno aderito: Tenuta dell’Agnerone, Masseria Barone, La Ferriera, Cominium, Casal Volante, Nardelli, cantina Palombo, cantina Tullio, Agricola Guido, Terre di San Benedetto, Iucci e Fontana Lottola. All’evento saranno presenti anche le aziende agricole produttrici dei Fagioli Cannellini di Atina Dop, anche questi saranno in vendita. La prima edizione di “Calici sotto le stelle” conclude una serie di interessanti e variegate iniziative che il Comune di Atina dedica alla promozione e divulgazione delle proprie eccellenze, perfettamente rappresentate dal vino Cabernet Doc e dai fagioli cannellini. Tra le manifestazioni piu’ rilevanti in questo senso vanno ricordate “CantinAtina” e “Atina Doc”. E’ innegabile che le produzioni autoctone e di elevato valore qualitativo contribuiscono ad accrescere il pregio della citta’ sannita e proprio per questa ragione vanno sostenute e promosse con un impegno che l’amministrazione comunale atinate non fa mai mancare.

La serata vedra’ il suo momento clou alle ore 21 con  l’evento sempre all’interno del salone comunale de I canti della tradizione in Valcomino” ad opera di gruppo di giovani musicisti del progetto D’ENTROTERRA – DENTRO TE, ideato dall’Associazione Archivio Aurunco e coordinati dal maestro Ambrogio Sparagna in collaborazione con il GAL versante laziale del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise .