Tentano di sequestrare un medico di Cassino, mistero sulla vicenda di De Luca

12 dicembre 2012 1 Di redazione

Un altro misterioso episodio ha riguardato Giovanni De Luca, il medico che ha un ambulatorio a Cassino e una clinica a Campozillone in provincia di Caserta. Gia in altre circostanze, il professionista aveva denunciato atti intimidatori di vario genere, ma quello che è accaduto ieri al suo autista assume toni ben più preoccupanti degli episodi precedenti. L’uomo che solitamente guida la l’auto medica di De Luca, una Croma Station Wagon, lunedì sarebbe stata avvicinata sulla via Casilina, da una Punto con un commando armato a bordo che, per convincere l’uomo a fermarsi, non ha esitato a sparare un colpo di pistola. Il proiettile dopo aver forato il parabrezza, si è conficcato nel poggiatesta del sedile anteriore dove solitamente siede il medico. Quel giorno, però, per sua fortuna non era seduto lì perché impegnato altrove. I malviventi dopo aver constatato che sull’auto c’era solo l’autista, gli hanno intimato di consegnare il cellulare e sono fuggiti. Cosa avrebbero voluto dal medico? Punirlo, rapinarlo o rapirlo? Tutte ipotesi al vaglio dei carabinieri di Sessa Aurunca. Gli uomini del capitano Antonio Ciervo stanno indagando. Tutte le ipotesi sono al vaglio, anche la possibilità che il professionista servisse a qualche clan per curare in maniera discreta un affiliato latitante. Chissà.
Ermanno Amedei