pubblicato il5 dicembre 2012 alle 12:14

Un angolo del camposanto di Gaeta trasformato in discarica cimiteriale, indagano i carabinieri

Caos al cimitero di Gaeta. Esposti e denunce hanno indirizzato i carabinieri verso l’are di via Garibaldi dove hanno trovato gravi irregolarità. Innanzitutto all’arrivo dei militari, domenica, due dipendenti del Comune impegnati in una tumulazione non autorizzata, e per questo sono stati denunciati, ma è stato quello che hanno trovato nell’area a servizio delle attività cimiteriali a far suonare un campanello di allarme.

Innanzitutto la struttura in cui le casse venivano aperte dopo essere state stumulate per deporre i resti dei defunti nell’ossario, è costituita da una baracca in lamiera ben lontana dal rispondere alle vigenti norme in materia. Inoltre, dietro la struttura, era stata ricavata una vera e propria discarica di materiale cimiteriale. Resti di casse, di lapidi, di arredi funebri in un groviglio di legno, alluminio, gesso e marmo. Mancava solo il ferro e il rame che, evidentemente, avendo un valore, erano gli unici rifiuti ad essere riciclati e smaltiti.

Per questo i militari hanno delimitato l’area evitando sequestri per non immobilizzare le attività del cimitero, ma hanno disposto la bonifica dei luoghi che è ancora in corso. Si sta procedendo, inoltre, all’indagine per individuare le reali responsabilità di una amministrazione cimiteriale con tante pecche.

faccedivita.it
© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07