Giorno: 3 gennaio 2013

3 gennaio 2013 0

Roccasecca, doppia pubblica illuminazione, ma senza luce. L’opposizione attacco Abate

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Da Antonio Colantonio, minoranza consiliare di Roccasecca, riceviamo e pubblichiamo. “Sono d’accordo con la proposta fatta da Antonio Abbate. Si faccia un pubblico dibattito in cui l’amministrazione comunale e la minoranza possano discutere e argomentare circa il bilancio delle attività realizzate durante il 2012. Sarebbe un atto di trasparenza. Il dibattito non sarebbe noioso, né durerebbe troppo a lungo, vista la penuria di argomenti da discutere, ma anche il nulla va comunque comunicato per certificare lo stato di salute di un governo cittadino, in questo caso gravemente ammalato di inutilità. Per cui l’auspicio è che la maggioranza non fugga davanti a questa richiesta, ma abbia il coraggio di accettarla. Sarebbe occasione utile, da parte mia, che ogni giorno percorro le strade cittadine, per domandare al sindaco perché questa maggioranza si accanisce con particolare ferocia nei confronti dei Centro storici, che dovrebbero essere curati come veri e propri gioielli, ma invece vengono randellati a colpi di incuria e dimenticanza Mi riferisco ad alcuni casi specifici. Uscendo dal centro abitato di Roccasecca e dirigendosi verso la frazione Castello, esempio di sperpero di denaro pubblico, sono stati posizionati nuovi pali della luce, senza togliere quelli vecchi. Doppio palo, dunque. Uno penserebbe, doppia illuminazione. Invece no. Quelli installati un anno e mezzo fa, uno dei tanti lavori preelettorali non completati, mancano della lampadina per illuminare la strada; quelli già presenti, in molti casi, hanno la lampadina fulminata. Sempre percorrendo la stessa strada, prima del leggero declivio che conduce a Caprile, c’è un altro esempio di questo accanimento. Accanto al cassonetto per la raccolta rifiuti colmo di spazzatura, ma questo è un dato comune a tutto il paese, ci sono contenitori per la raccolta differenziata del vetro, ormai esplosi in quanto non svuotati da anni. Sembra come se fossero stati accoppiati apposta per lanciare un messaggio: “Sia essa differenziata o tradizionale, la raccolta rifiuti a Roccasecca proprio è una pia illusione”. A meno che non rientri un disegno strategico culturale, frutto di una conversione della maggioranza alla pop art. Manca solo la targa alla base. Per accelerare i tempi suggerisco la dicitura: “Giovanni Giorgio Artifex”.

3 gennaio 2013 0

Epifania, super lavoro per i Vigili del Fuoco… befana

Di redazione

Super lavoro per il vigili del fuoco di Latina in occasione dei festeggiamenti dell’Epifania. La classica discesa della befana, impersonata da un esperto pompiere del gruppo Saf (Nucleo Specialisti della Sezione SPELEO ALPINO FLUVIALE) coordinate dal Capo Squadra Esperto Ernesto COMPATANGELO, Responsabile del Nucleo SAF di questa Sede Centrale VV.F. si ripeteraà per la gioia di piccoli e grandi la sera del 5 gennaio alle ore 18.00 circa in Piazza del Popolo a Latina; la mattina del 6 gennaio alle ore 11.30 circa presso il Parco Oasi di Terracina; Sarà presente alle manifestazioni della ricorrenza dell’ Epifania il Comandante Provinciale VV.F. di Latina, Dott. Ing. Cristina D’ ANGELO. Una ulteriore riprova della vicinanza del corpo alla gente che ne apprezza professionalità e impegno quotidiano.

3 gennaio 2013 0

Avis e Sport, il Rotaract di Atessa in campo per promuovere la donazione del sangue

Di redazione

Avis & Sport, è il titolo del forum che si è organizzato lo scorso 28 Dicembre presso il Museo Sassu di Atessa. Il Club Rotaract di Atessa Media Val Di Sangro, promotore dell’evento ha voluto evidenziare la stretta relazione che intercorre tra salute psico-fisica, sport e donazione del sangue. Ospiti della serata il presidente dell’associazione Avis Atessa, Duilio Fornarola, il presidente Avis della provincia di Chieti Sergio Di Tizio e il Dott. Pasquale Tieri della Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI). L’incontro ha sensibilizzato tutti i presenti; Annalisa Antichi e Mattia Stante soci del club Rotaract hanno introdotto il forum con la presentazione del mondo Rotaract, associazione internazionale promossa dal Rotary e dedicata a giovani donne e uomini, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, con potenziali qualità di leadership. Hanno spiegato che lo scopo del Rotaract è quello di offrire ai giovani l’opportunità di elevare le conoscenze e le capacità che contribuiranno al loro sviluppo personale, di affrontare le esigenze materiali e sociali delle loro comunità e di promuovere migliori relazioni tra i popoli del mondo attraverso l’amicizia e il servizio. Mattia ha spiegato l’importante relazione tra Rotaract e Avis, entrambe promotrici della donazione, della beneficienza, della disponibilità e solidarietà verso gli altri. Gli ospiti si sono occupati di presentare gli aspetti più intrinseci del forum, con un’analisi dapprima tecnico-scientifica del Dott. Tieri che partendo dalla salute e dal benessere apportati all’organismo grazie allo sport, ha spiegato in che modo il metabolismo viene stimolato dall’attività fisica. Divenendo parte integrante di uno stile di vita sano, lo sport ed il giusto movimento possono influire positivamente sulla salute di giovani, donne e persone anziane contrastando e prevenendo malattie cardiovascolari, diabete, tumori, ipertensione, obesità, depressione, osteoporosi. L’intervento successivo è stato quello di Duilio Fornarola, ottantenne atessano, sportivo per eccellenza, che ha partecipato a numerose edizioni della maratona newyorkese. Ha esordito con il racconto della storia dell’Avis dal 1975 ad oggi, a come nacque per l’esigenza di fornire sacche di sangue alle persone che ne avevano bisogno, a come inizialmente alcuni chiedevano un compenso in denaro in cambio del proprio sangue. Il Sig. Duilio, presidente dell’associazione al suo sorgere ha raccontato numerose esperienze personali e di come tutte le sue 100 donazioni hanno contribuito positivamente alla sua vita. Ha raccontato quanto si sentisse leggero e pieno di vitalità il giorno dopo la donazione, “una piuma” dice quando andava ad allenarsi per le sue maratone. “La donazione del sangue è come dare un regalo ad un bambino, dà molto di più a chi dona che a chi riceve” una delle frasi più commoventi del suo intervento. Donare il sangue è non solo un grande gesto di altruismo, ma anche un’importante opportunità di controllo per il proprio organismo e un modo per preservare la propria salute e mantenersi in forma. Il presidente provinciale Di Tizio, ha in seguito spiegato come diventare donatori; si inizia con un chek-up completo e gratuito per analizzare le condizioni fisiche dell’utente. Successivamente, ad ogni donazione il sangue acquisito viene analizzato attraverso un esame emocromocitometrico completo che permette di controllare i componenti ed i valori del sangue (globuli rossi e bianchi, colesterolo, glicemia, transaminasi). Vengono inoltre effettuati i test relativi all’ HIV Ab 1-2, all’epatite B e C e alla sifilide. Il presidente, ha spiegato che durante la donazione si prelevano al massimo 450 millilitri di sangue e che tra una donazione e l’altra intercorrono lunghe pause in modo da non sottoporre l’organismo a forme di stress, in particolare le donazioni sono possibili ogni sei mesi per le donne e ogni tre mesi per gli uomini. E’ stata rilevante anche la testimonianza dell’assessore allo sport del comune di Atessa, Marco Cicchtti, infermiere da una vita che ha riportato un’esperienza vissuta anni fa a lavoro presso l’ospedale di Atessa, quando in una situazione di massima gravità un annuncio radiofonico ha fatto si che arrivassero donazioni di sangue nel cuore della notte da parte di una giovane coppia in grado di salvare la vita di un paziente. Infine le conclusioni del presidente del Rotaract Atessa, Riccardo Cantelmi e del Rotary Atessa, Antonio De Iuliis hanno rinnovato l’invito alle donazioni da parte soprattutto dei giovani, motore trascinante dell’Avis, che nell’anno appena trascorso ha raggiunto nella sede di Atessa 1000 donazioni. Il forum organizzato ad Atessa è stato parte integrante del progetto “Blood is life” promosso dal Distretto Rotaract 2090° per le regioni Marche e Abruzzo in collaborazione con l’Avis per sensibilizzare le persone alla donazione del sangue.

3 gennaio 2013 0

Uno scippo come “regalo” di compleanno. Fermati due ragazzini di 12 e 16 anni, arrestato un maggiorenne

Di redazione

Fermati dopo avere tentato di rubare la borsa ad un’anziana signora nel sottopasso della stazione ferroviaria nel giorno del suo compleanno

Intorno alle tre del pomeriggio di ieri un’anziana signora si reca alla stazione ferroviaria di Frosinone per prendere il treno diretto a Roma ove avrebbe festeggiato il suo compleanno con i suoi familiari.

Sta attraversando da sola il sottopasso che conduce al binario del treno che dovrà prendere di li a poco quando viene accerchiata da tre giovani extracomunitari dalle intenzioni fin troppo evidenti.

Uno dei tre si avvicina con una scusa e le afferra repentinamente la borsa che indossa tentando con forza di portargliela via.

La vittima oppone un’accanita resistenza, non molla la presa e con tutto il fiato che ha in gola inizia ad urlare e chiede aiuto invocando la Polizia.

Intervengono gli agenti di pattuglia della Polizia Ferroviaria che sentite le grida della malcapitata accorrono in suo aiuto sorprendendo i tre malintenzionati mentre si danno alla fuga tra i binari della stazione.

Ne nasce un inseguimento a seguito del quale uno dei tre, un ragazzino di 12 anni, di nazionalità marocchina viene raggiunto e bloccato.

Nel frattempo la sala operativa dirama la nota di ricerca alle Volanti che circondano immediatamente la zona e notano due persone che cercano di allontanarsi dalla stazione: all’intimazione dell’alt cercano di fuggire ma vengono immediatamente bloccate, proprio in via Vado del Tufo, sede della Questura, dopo una breve resistenza.

Si scopre così che uno di questi due ha appena sedici anni mentre l’altro è maggiorenne.

Quest’ultimo viene arrestato mentre i due minori sono stati deferiti all’autorità competente.

Lo scippo sventato oggi è l’ulteriore successo di una costante attività di monitoraggio del territorio che ha permesso alla Polizia di Stato di prevenire nella scorsa settimana due episodi di rapina a mano armata, l’uno a danno di un istituto bancario e l’altro a danno di un esercizio commerciale.

Gli agenti delle Volanti hanno infatti denunciato nella giornata di ieri due cittadini rumeni trovati in possesso di arnesi atti allo scasso, nascosti nell’abitacolo della propria autovettura, mentre si aggiravano nei pressi di un’attività commerciale.

Personale della Squadra Mobile ha altresì proposto l’applicazione della misura del Foglio di via Obbligatorio nei confronti di tre pluripregiudicati partenopei fermati ad Anagni, nel corso di un servizio antirapina, il 28 dicembre scorso, mentre guardavano con insistenza all’interno di una gioielleria, non sapendo fornire agli agenti spiegazioni plausibili sullla loro presenza in quel luogo.

3 gennaio 2013 0

Gran Galà de “Glie Sciuscie”: nuovo appuntamento del Natale 2012 a Gaeta

Di redazione

A Gaeta, sabato 5 gennaio 2013, alle ore 17.30, si rinnova l’appuntamento con il “Gran Galà de “Glie Sciusce”, organizzato dalle Associazioni Gaeta Dinamica, Le Tradizioni e i Graffialisti, con il patrocinio del Comune.

Dopo “La notte de Glie Sciusci”, tradizionale sfilata di Fine Anno dei gruppi questuanti in Via Indipendenza, Corso Cavour e Lungomare Caboto, i questuanti gaetani si ritrovano nel Festival che prevede: la sfilata di un gruppo ospite folk “Gli amici della tradizione” in Corso Cavour e Via Indipendenza; la Mostra di attrezzi d’ epoca del collezionista Damiano Di Tucci; l’assegnazione dei Premi “Eccellenza gaetana” e “Patrimonio Città di Gaeta”. La degustazione di prodotti tipici gaetani concluderà la serata, durante la quale a tutti i bimbi sarà regalato il sacchetto della Befana. In caso di pioggia la manifestazione si svolgerà il 6 gennaio.

Di grande successo è stata l’atmosfera natalizia creata a Gaeta, grazie all’impegno delle associazioni Gaeta Dinamica, Le Tradizioni e i Graffialisti che hanno animato la nostra città con altre due date inserite nel Calendario Eventi di Natale 2012, promosso dal Comune di Gaeta: il concerto “Big Soul Mama Gospel” esibitosi, sabato 15 dicembre, nel Santuario della SS. Annunziata e la manifestazione“Castelli in Festa” che, domenica 16, ha coinvolto la parte di via della Indipendenza, appunto detta dei Castelli, che più caratterizza il nostro borgo con i suoi vicoli antichi.

“Il coro “Big Soul Mama” – ricordano gli organizzatori – fondato nel Settembre del 1995 per iniziativa della direttrice Sara Lazzaro al fine di diffondere musica Gospel attraverso concerti e attività culturali, si è esibito con uno spettacolo emozionante, esprimendo il meglio del Gospel e del suo profondo significato evangelico. Roberto del Monte, l’attuale direttore, e l’intero gruppo canoro hanno trascinato gli spettatori, accorsi in gran numero al Santuario, con le loro voci, la loro musica e i loro movimenti tanto che sembrava naturale per tutti unirsi ai canti. Per il quarto anno consecutivo si è potuto assistere, quindi, ad uno spettacolo sensazionale, anche grazie all’ospitalità di Don Giuseppe Sparagna e dell’Arcidiocesi di Gaeta”. “Castelli in Festa”, invece, ha riportato in vita il Natale tradizionale – sottolineano le associazioni promotrici – complice anche l’atmosfera tipica che il nostro borgo può donare. Addobbata ed allestita per l’occasione, via della Indipendenza ha offerto degustazioni di vino rosso, dolci tipici gaetani e frutta secca. Non potevano mancare le visite guidate nei vicoli dei castelli, gli spettacoli teatrali itineranti, le tradizionalissime cornamuse e ovviamente il trono di Babbo Natale, pronto ad accogliere le richieste dei più piccini. Un ritorno al Natale che si è sempre tramandato di generazione in generazione, fatto di calore, gioia e semplicità. E come ogni Natale che si rispetti, si è anche pensato ad imbiancare la via con la nevicata natalizia, creando un’atmosfera unica che ha lasciato sguardi di meraviglia agli occhi di chi ha visto cadere i fiocchi bianchi”.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Centro Guide Turistiche membro dell’associazione Gaeta Dinamica, delle persone residenti che hanno accolto e collaborato attivamente per la riuscita della manifestazione, della disponibilità dell’associazione Equitrek La Selva, di tutti coloro che si sono messi a disposizione per le caldarroste e la frutta tipica, distribuiti durante la manifestazione.

Grande soddisfazione per il successo delle iniziative natalizie è espresso dall’Assessore alla Cultura Sabina Mitrano e dal collaboratore del Sindaco per i Grandi Eventi Dino Pascali che rilevano l’importanza della sinergia instaurata con le diverse associazioni culturali, musicali, sociali e artistiche della città “risorse fondamentali del territorio – dichiarano gli amministratori – senza le quali ogni strategia di crescita culturale e sviluppo artistico sarebbe impensabile”.

3 gennaio 2013 0

La provincia di Frosinone tra le prime 20 più sicure. La Questura: “Giochiamo d’attacco”

Di redazione

La Provincia di Frosinone si conferma anche per il 2012 quella più sicura del Lazio, e secondo la statistica è tra le prime 20 più sicure d’Italia. Nel 2012 si è registrato un aumento del 16 per cento degli arresti (192), ed un sequestro di stupefacenti che pone la Questura di Frosinone tra le prime a livello nazionale, con 232 chili di eroina, cocaina e cannabinoidi sequestrati. Sicura quindi non perché nulla succede, ma perché le forze di polizia sono straordinariamente presenti sul territorio, e pronte a dare risposte in caso di necessità; il Questore preferisce difatti giocare d’attacco, anziché di difesa, ed aggredisce la criminalità prima che questa aggredisca il cittadino. Rafforzare la sicurezza nella nostra provincia era ed è l’obiettivo prefissato, in collaborazione con le altre Forze di Polizia presenti sul territorio, per contrastare il fisiologico incremento dei reati, in particolare predatori, durante le feste natalizie e di fine anno, allorquando maggiore è il traffico veicolare e l’afflusso di persone nelle attività commerciali.

A seguito del tavolo tecnico, tenutosi il 14 dicembre scorso in Questura, allo scopo di dare una risposta puntuale ed incisiva al bisogno di sicurezza dei cittadini, sono stati predisposti servizi straordinari di controllo del territorio ed intensificata l’attività informativa ed investigativa finalizzata in via prioritaria al contenimento di furti e rapine.

Pianficata ed assicurata per il periodo delle festività una presenza massiccia di personale delle Volanti, della Mobile, della Polizia Stradale, della Polizia Postale e della Polizia Ferroviaria, nonché di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, chieste in ausilio alla Capitale per la particolare contingenza, ciascuno dei quali ha messo in campo le proprie competenze specifiche. Dall’ufficio di Gabinetto della Questura di Frosinone riceviamo e pubblichiamo.

Anche l’efficiente coordinanento con le altre forze del’ordine presenti in provincia ha contribuito al raggiungimento dell’ obiettivo sicurezza, reso possibile, in special modo, dalla previsione di un costante flusso informativo tra le rispettive sale operative.

Nel mirino degli operatori di polizia il monitoraggio dei quartieri a rischio, strade ad elevata circolazione veicolare, persone con precedenti penali, locali notturni e, tenuto conto dei festeggiamenti di fine anno, le attività dedite alla vendita al dettaglio di prodotti pirotecnici.

Il fronte comune contro il compimento di qualsiasi atto illecito ha consentito il raggiugimento dei seguenti risultati: identificate 3494 persone, controllati 2471 veicoli, effettuati 134 posti di controllo, elevate 186 contravvenzioni al codice della strada, 28 i denunciati, 5 gli arrestati ed 8 le persone esplulse dal terrritorio nazionale, 3 le proposte per l’applicazione della misura del foglio di via obbligatorio.

A finire, tra gli altri, nella rete della Polizia, anche 5 plupregiudicati con precedenti per furti e rapine, due dei quali, di nazionalità rumena, sono stati denunciati per detenzione di arnesi atti allo scasso, mentre a tre partenopei, incappati nei controlli antirapina, è stata proposta la misura del foglio di via obbilgatorio.

Nella giornata di ieri, tre giovani di nazionalità maricchina, due dei quali minorenni, sono stati bloccati dagli agenti delle Volanti e della Polfer dopo aver tentato uno scippo ad un’anziana signora nel sottopasso della stazione ferroviaria.

3 gennaio 2013 0

Dalla Regione Abruzzo 60mila euro per il Premio Arte Contemporanea di Vasto

Di redazione

“Il Premio Vasto di Arte Contemporanea è una manifestazione di carattere nazionale, avviata nel 1959, interrotta nel 1976 e ripresa nel 1985 fino all’edizione 2012, che rappresenta per la nostra Regione motivo di orgoglio; per questa ragione l’edizione 2013 è stata finanziata dal Consiglio regionale con la somma di 30 mila euro”. Antonio Prospero, consigliere regionale di Rialzati Abruzzo, ha seguito personalmente l’iter di questa proposta: “Credere nella cultura, oggi, è essenziale – riprende il consigliere – perché l’interesse per i nostri territori passa proprio attraverso proposte culturali di grande spessore che chi ha il compito di organizzare il Premio Vasto da decenni sa bene come allestire. Il Consiglio regionale – prosegue il Presidente della commissione agricoltura – ha provveduto a dare risposte in tempi rapidissimi anche agli ombreggiatori delle nostre aree litoranee, con la proroga delle concessioni ad ombreggio per la stagione 2013, così da garantire agli imprenditori turistici la possibilità di programmare la nuova stagione con largo anticipo e valutare possibili investimenti in questo settore, il turismo, che rappresenta sempre di più la vera spina dorsale del terziario”. Prorogata anche la legge sul recupero dei sottotetti, “che consente, in presenza di determinate condizioni, di recuperare a scopo abitativo i sottotetti dei fabbricati, purché già esistenti al momento dell’entrata in vigore della legge – conclude Prospero -. L’obiettivo dichiarato espressamente dalla legge è quello di razionalizzare e contenere il consumo del nostro territorio”. A breve, annuncia ancora il Presidente Prospero, ci saranno altre novità importanti nel settore della cultura che riguarderanno la città di Vasto.

3 gennaio 2013 0

Bottino di decine di furti trovato nella casa di due rumeni. Si cercano i proprietari

Di redazione

Avevano a casa il bottino di decine di furti in abitazioni e, per questo, i carabinieri li hanno denunciati. Il tutto è avvenuto questa notte, a Serrone dove i carabinieri della Stazione di Piglio, a conclusione di un’attività investigativa hanno denunciato due rumeni per ricettazione in concorso. I militati a seguito di perquisizione domiciliare, hanno trovato un ingente quantitativo di materiale di provenienza furtiva consistente in attrezzi agricoli, utensili elettrici, trapani, martelli pneumatici, televisori, decoder, DVD, attrezzi vari e compressori. Parte di tale materiale, quantificabile in 50mila euro, è stata già restituita ai legittimi proprietari mentre sulla restante refurtiva, sottoposta a sequestro, sono in corso accertamenti per individuarne gli aventi diritto. Sul conto dei due indagati è stata avviata la procedura per l’espulsione dal territorio nazionale.

3 gennaio 2013 0

Rubano un bancomat e prelevano soldi, due giovani denunciati a Priverno

Di redazione

Hanno rubao un bancomat ed hanno prelevato soldi. Per questo stamattina, a Priverno (LT), i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di specifica attività investigativa, hanno identificato e denunciato per il reato di “furto in concorso” due giovani del luogo. Entrambi, nel mese di novembre dello scorso anno, dopo aver sottratto la carta bancomat ad un proprio familiare, erano riusciti a prelevare, illecitamente, 700 euro da uno sportello ATM di una banca del posto.

3 gennaio 2013 0

Atti vandalici al centro sociale integrato di Frosinone

Di redazione

Furti e atti vandalici oltre ogni decenza. E’ quanto accaduto nella notte tra il 2 e il 3 gennaio al Centro Sociale Integrato di via Armando Fabi, oggetto di un’incursione da parte di ignoti.

L’amara sorpresa è stata scoperta questa mattina (giovedì 3 gennaio 2013), intorno alle 7.50, dagli operatori della struttura ai quali, all’apertura, si è presentato uno spettacolo sconfortante.

Stando, infatti, a una prima ancora approssimativa stima dei danni, gli autori dell’incursione: hanno danneggiato quattro dei cinque pulmini per il trasporto degli utenti della struttura che sono 60 ragazzi disabili e 45 minorenni, distruggendo i finestrini, asportando in un caso la batteria di uno dei veicoli portandola via e in un altro rimuovendola e abbandonandola sul pianale; hanno danneggiato una “Panda” di servizio; all’interno del centro sociale, nel quale sarebbero entrati passando da una finestra posteriore, hanno rubato un televisore, una videocamera e altri strumenti elettronici utilizzati per le attività dei ragazzi disabili e dei minorenni che utilizzano il centro. Non solo. Non paghi delle proprie gesta, gli ignoti autori del raid vandalico hanno divelto alcune porte e hanno sporcato tutti gli ambienti, gli arredi e le suppellettili spargendo escrementi un po’ dovunque. Il tutto per danni di svariate migliaia di euro che, in parte, saranno coperte da una polizza assicurativa, ma, che per il resto, dovranno essere coperti dalle risorse dell’amministrazione.

Per l’accaduto il centro, nella giornata di oggi (giovedì 3 gennaio 2013), ha dovuto sospendere le proprie attività ed è stata posticipata anche la Festa della Befana, nella quale si sarebbero dovuti consegnare i regali ai ragazzi disabili e ai minorenni del centro per donare un sorriso e un momento di felicità a chi quotidianamente porta con sé il pesante fardello della sofferenza. Domani (venerdì 4 gennaio 2013), comunque, grazie all’impegno degli operatori del centro sociale che hanno pulito tutti gli ambienti e ai dipendenti dell’assessorato ai servizi sociali che si sono occupati di altri adempimenti, riprenderanno, sebbene parzialmente visto che non potrà essere garantito il servizio di trasporto, le normali attività del centro.

“Non ci sono parole – ha detto l’assessore ai servizi sociali Carlo Gagliardi – per commentare un gesto inqualificabile come questo. Evidentemente qualcuno non ha trovato meglio da fare che portare altra sofferenza a chi, come questi ragazzi, vive situazioni già difficili. Comunque, l’amministrazione si è subito attivata per ripristinare una situazione il più possibile vicino alla quotidianità delle attività e domani (4 gennaio 2013) le stesse riprenderanno. A questo scopo voglio rivolgere un sentito e sincero ringraziamento a tutti gli operatori del centro sociale e ai dipendenti della struttura e dell’ufficio che si sono subito resi disponibili e non si sono risparmiati per le operazioni di pulizia e per il completamento degli adempimenti per l’immediato funzionamento della struttura di via Fabi. Spero che in futuro episodi del genere non accadano più”.