Giorno: 4 gennaio 2013

4 gennaio 2013 0

Il mistero dei 70 distruggi documenti ordinati dalla Regione Lazio. Quale segreto dovranno tritare?

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Iniziano le pulizie di Pasqua dalla Polverini con qualche mese di anticipo. Con una determina uscita la vigilia di Natale al costo di circa 200 euro l’uno la Giunta scaduta ha autorizzato l’acquisto di 70 distruggi documenti”. Lo dichiara Riccardo Agostini, membro della direzione romana del Partito Democratico. “Oltre 14mila euro di soldi pubblici impegnati a fine legislatura per ridurre in piccoli pezzettini documenti e faldoni vari. Una spesa piuttosto insolita. Ora la domanda è: cosa ci dovranno fare negli uffici di Cetica e compagni con decine e decine di distruggi documenti? Cosa dovranno far sparire per sempre dalle segrete stanze di via Cristoforo Colombo? Mi auguro che almeno tanta carta buttata verrà riciclata e andrà al macero. Rimane il mistero di una fine legislatura che avrà, nei prossimi giorni, come leitmotiv il rumore degli apparecchi trita carte. Alla faccia della trasparenza e della partecipazione”.

4 gennaio 2013 0

Scalia sull’ospedale di Cassino: “Servono immediate modifiche per garantire servizi”

Di redazione

“Il Decreto Bondi, così come è fatto, ha solo le caratteristiche di tagli che rischierebbero di avere pesanti e pericolose conseguenze sulla tenuta di servizi essenziali della sanità provinciale senza nessun tipo di vantaggio economico come sperato”. E’ questo il commento di Francesco Scalia dopo il grido d’allarme lanciato dal responsabile del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cassino, Ettore Urbano, sulla grave carenza di personale del nosocomio cassinate che rischia di paralizzare i servizi di urgenza. “Il decreto va ritirato o quantomeno modificato – sollecita Scalia – perché rischia di mettere in crisi il sistema dei servizi di urgenza. Ma è l’ulteriore e preoccupante segnale che il sistema sanitario della provincia di Frosinone continua ad essere penalizzato nell’opera di un riordino che non tiene conto delle reali esigenze del territorio. Servono immediati correttivi con soluzioni urgenti in materia di assunzioni e ampliamento del personale. Come Ciociaria stiamo pagando un prezzo altissimo: negli ultimi due anni siamo passati da seimila operatori a quasi quattromila dipendenti. Numeri che descrivono in pieno l’emergenza che si sta riversando sul territorio”. “Tutto questo –aggiunge il candidato al Parlamento del Partito Democratico – mentre a Roma, non più tardi dello scorso 24 dicembre, sono state disposte assunzioni per un anno per nuovi medici ed infermieri, penalizzando solo e soltanto, così, le province in favore della Capitale. Non è più possibile accettare quelli che consideriamo come veri e propri tagli alla cieca del Decreto del commissario Bondi. E’ bene che chi decide nel chiuso delle proprie stanze, sia pienamente consapevole delle gravi ripercussioni di certi provvedimenti sul territorio”.

4 gennaio 2013 0

Tentano di rubare rame nella stazione di Itri, tre rumeni inseguiti e arrestati

Di redazione

Dopo un lungo inseguimento, la scorsa notte, i Carabinieri di Fondi, supportati dai militari del NORM di Gaeta, hanno arrestato tre pregiudicati romeni, in Italia senza fissa dimora, che poco prima avevano tentato di mettere a segno un ingente furto di rame, cercando di trafugare un bobina del prezioso materiale, del valore di circa 10mila euro, posta all’interno della stazione ferroviaria di Itri. Il tempestivo intervento dei Carabinieri giunti sul posto, dopo una segnalazione, induceva i malfattori alla fuga a bordo di un’autovettura, ma i tre sono stati raggiunti nel territorio di Fondi ed arrestati. L’auto utilizzata per la fuga è stata posta sotto sequestro poiché sprovvista di assicurazione, mentre l’autista risultava privo di patente. I tre sono stati trattenuti in camera di sicurezza in attesa di rito direttissimo.

4 gennaio 2013 0

Singolare protesta a Frosinone, tenta di pagare una multa con 4mila monete da un centesimo

Di redazione

Singolare episodio ieri mattina nell’ufficio contravvenzioni della Polizia locale di Frosinone dove un uomo di circa 30 anni, multato per divieto di sosta, si è presentato allo sportello con due bottiglie di plastica contenenti ben 4.000 monetine da 1 centesimo, dichiarando di voler pagare con le stesse. L’uomo, probabilmente ispirato da uno dei tanti siti che invitano erroneamente a pagare in monetine utilizzando forme di proteste non consentite dalle norme, è stato invitato a desistere da tale forma di protesta atteso che il Reg Ce 974/98, all’art. 11, stabilisce che “nessuno è obbligato ad accettare più di 50 monete metalliche in un singolo pagamento, a prescindere dal taglio”. Gli addetti all’ufficio contravvenzioni, pertanto, dopo aver rappresentato all’uomo l’impossibilità di ricevere in pagamento le 4.000 monetine, lo hanno invitato a provvedere allo stesso in maniera legittima, potendo al massimo accettare 50 delle 4.000 monetine, messe da parte, si suppone, con enorme impegno e sacrificio. L’uomo, quindi, reso edotto delle disposizioni in vigore, ha deciso di pagare la sanzione senza proseguire nella sua singolare protesta, ma ringraziando gli operatori per la professionalità e la disponibilità immediata a fornirgli la dovuta assistenza. “Sarebbe auspicabile – ha detto il Col. del Piano – che ognuno rispettasse le norme del Codice della Strada, evitando di porre in essere comportamenti lesivi dell’incolumità altrui, nel rispetto dei cittadini onesti che tali norme non violano. Si consiglia, infine, di non farsi fuorviare da siti che danno consigli scorretti che, nel caso specifico, hanno fatto perdere, inutilmente, tempo prezioso al giovane cittadino frusinate e speriamo, in futuro, non lo facciano perdere ad altre persone, ignare delle disposizioni in vigore”.

4 gennaio 2013 0

Confcommercio Ortona si trasforma in Befana per una festa con i bambini

Di redazione

Una festa per grandi e piccini in compagnia della Befana. Confcommercio Chieti – delegazione di Ortona organizza per domenica 6 gennaio, alle 15 nella Sala Eden di corso Garibaldi, il secondo appuntamento dell’iniziativa patrocinata dal comune di Ortona “Letterina a Babbo Natale e folletto Truccabambini” destinata alle famiglie. Tutti i bambini e i genitori che hanno realizzato la letterina a Babbo Natale lo scorso 16 dicembre potranno partecipare alla mostra delle letterine dei bambini e alla premiazione delle tre più belle. Ci saranno sorprese per tutti e l’arrivo della Befana. Saranno presenti alla manifestazione il sindaco Vincenzo D’Ottavio, gli assessori Roberto Serafini, Maria D’Alessandro, Giannicola Di Carlo, Valentino Di Carlo e Gianluca Coletti, il senatore Tommaso Coletti e il presidente di Confcommercio Chieti Angelo Allegrino.

4 gennaio 2013 0

Documenti e carte di credito false, denunciato a Sora imprenditore romano

Di redazione

Tenta di aprire un conto corrente in una banca di Sora utilizzando un documento falso. Una tipologia di truffa particolarmente usata per ottenere carnet degli assegni con cui mettere a segno altre truffe. Un giochetto che non è riuscito ad un imprenditore 40enne di Roma che, ieri pomeriggio ha raggiunto la città frusinate per tentare la beffa con un documento di identità contraffatto. L’uomo, già censito per “tentata truffa, ricettazione e possesso di documenti falsi validi per l’espatrio”, aveva altre carte di credito contraffatte sequestrate dai carabinieri. Oltre alla denuncia il 40enne è stato proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Sora per anni tre. Er. Am.

4 gennaio 2013 0

Non gli pagano un lavoro e lui si vendica picchiando tre persone, denucnaito albanese 44enne

Di redazione

Non lo pagano e lui li pesta cun un’asta di ferro. Per questo, stamattina a Veroli, i carabinieri hanno denunciato un cittadino albanese 44enne per “minaccia aggravata, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone, minaccia, lesioni personali e danneggiamento”. L’uomo, credendo di far valere i propri diritti il mancato pagamento del credito per un lavoro da lui effettuato, ha picchiato con un asta metallica due uomini ed una donna residenti a Frosinone e Boville Ernica. Oltre alla denuncia, i carabinieri hanno sequestrato anche l’asta. Er. Am.

4 gennaio 2013 0

Condanna a 3,7 anni di carcere, pena diventa esecutiva per un 40enne di Atessa

Di redazione

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Atessa hanno notificato un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lanciano ad un pregiudicato di 40 anni del luogo che dovrà espiare una pena di anni 3 e giorni 7 per il reato di estorsione continuata. L’uomo nel 2008 fu arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della stazione di Paglieta mentre intascava del denaro da una donna che era stata minacciata di avere ripercussioni di natura familiare se non avesse assecondato le sue richieste. Attualmente il 40enne è recluso nella casa circondariale di Lanciano.

4 gennaio 2013 0

Basket: La Nova Virtus Frusino all’esame della Luiss Roma senza coach Bordoni

Di redazionecassino1

Settimana movimentata in casa Nova Virtus Frusino. La squadra, infatti, sabato pomeriggio sarà in campo contro la Luiss Roma nel dodicesimo turno del torneo di DNC, ma lo farà senza la guida di coach Francesco Bordoni. La società del Presidente Quaresima e il tecnico ternano, infatti, hanno deciso di interrompere il loro rapporto. “Sono sorti una serie di problemi – spiega il General Manager della Nova Virtus Frusino Daniele Comandini – e in maniera assolutamente consensuale, abbiamo deciso di chiudere il rapporto con coach Bordoni, che ringraziamo comunque per il suo lavoro”. La squadra, in occasione della gara casalinga contro la Luiss Roma,  sarà guidata dal secondo allenatore Alfonso Gattabuia, anche se nei prossimi giorni ci saranno novità con la firma  di un nuovo tecnico.  “Siamo stati colti alla sprovvista da questa situazione – spiega Daniele Comandini – Ad inizio settimana chiuderemo con un contatto con  il quale siamo già d’accordo, in modo che i ragazzi potranno iniziare a lavorare con la nuova guida tecnica. Nonostante questa situazione, però, sperò che la squadra dia il massimo per tornare alla vittoria di fronte al nostro pubblico, cosa che sarebbe veramente importantissima”.

A scendere sabato pomeriggio sul parquet contro la Nova Virtus, sarà la Luiss Roma, squadra che naviga al decimo posto in classifica con dieci punti. Un cammino fino a questo momento a corrente alternata per la formazione di coach Massimiliano Briscese, che arriva comunque carica alla sfida di Frosinone dopo la vittoria nel derby di Natale contro la Tiber. I romani, fino a questo momento, hanno costruito il loro bottino soprattutto di fronte al proprio pubblico, con l’unica vittoria in trasferta della stagione che è arrivata a Sassari contro la Tavoni. Una squadra giovane, comunque alla portata della Nova Virtus.  I frusinati per questa sfida saranno orfani di coach Bordoni, e dovranno poi fare a meno anche di Giorgio Fiorini, assente per motivi di lavoro. Tornerà stabilmente in squadra, invece, Renato Rocchi.

A dirigere il match di sabato pomeriggio, in programma alle ore 18, saranno i signori Salvatore Di Benedetto e Gianfranco Rizzi di Barletta.

4 gennaio 2013 0

Guasto alla condotta idrica, stop al servizio per quattro ore. Consales si scusa con i cittadini

Di redazionecassino1

Ennesimo guasto alla condotta idrica questa mattina ed il servizio viene interrotto per circa quattro ore. Non è la prima volta che si verificano guasti di questo tipo e come sempre arrivano i disagi per i cittadini che non vengono, causa l’urgenza, avvertiti. Come sempre le polemiche e le proteste non sono mancate, non tanto per l’interruzione del servizio, ma per il mancato avviso ai cittadini. Forse sarebbe stato opportuno, prima di interrompere l’erogazione dell’acqua potabile far girare per la città un’auto munita di altoparlanti, che informasse dell’urgenza e dell’interruzione. Resta comunque apprezzabile l’intervento dell’assessore Consales nel chiedere scusa ai cittadini per i disagi in comunicato in sono spiegate le ragioni.  “A seguito dell’improvvisa rottura di un tubo della condotta idrica che collega l’acquedotto campano al serbatoio sito nei pressi della Rocca Janula, questa mattina – si legge nella nota – per un arco di tempo di circa 4 ore, è stato necessario interrompere il flusso di acqua per procedere ai lavori di manutenzioni per risolvere il problema e ripristinare il servizio. Ci scusiamo con i cittadini per il disagio”.  La precarietà del sistema idrico comunale ed i continui guasti ripropongono il problema di un intervento ‘radicale’ all’acquedotto cittadino, ormai, non più rinviabile!