Giorno: 25 gennaio 2013

25 gennaio 2013 0

Ragazzo muore in palestra a Cassino. Salma sotto sequestro

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un giovane é morto questa sera mentre si allenava nella palestra sport ing. Club di Cassino. Un decesso avvolto nel mistero e di cui ancora nessun particolare é trapelato. Gli inquirenti hanno disposto il sequestro della salma che è stata trasportata nell’obitorio dell’ospedale di Cassino in attesa dell’autopsia che stabilisca le cause del decesso.

25 gennaio 2013 0

Investita da un pullman in via Ferrodicavallo a Lanciano, grave una 55enne

Di redazione

Una donna di circa 55 anni é stata investita oggi pomeriggio da un pullman in via Ferro di Cavallo a Lanciano. Il sinistro é avvenuto poco dopo le 17.30 nei pressi della sua abitazione. La donna, immediatamente soccorsa dagli operatori del 118, é stata prima medicata e poi trasportata d’urgenza al Renzetti dove resta in prognosi riservata. Ha riportato un preoccupante trauma cranico con una emorragia cerebrale e la frattura di diverse costole. Er. Amedei

25 gennaio 2013 0

La Asl di Frosinone proroga i contratti a tempo determinato per i medici degli ospedali della provincia

Di redazionecassino1

Nonostante il Decreto del Commissario Bondi del 31.12.2012 non prevedesse la proroga dei contratti a tempo determinato in scadenza all’ultimo dell’anno, la Direzione Aziendale – con proprio autonomo atto – ha provveduto quest’oggi ad adottare una delibera finalizzata alla proroga dell’incarico di n. 7 Dirigenti Medici fino al 31.07.2013.

Con questo atto, salvo diverse decisioni regionali, potranno essere riassegnati 2 medici al Pronto Soccorso di Cassino, 1 medico al Pronto Soccorso di Frosinone ed 1 a quello di Alatri. Inoltre 1 medico ciascuno viene riassegnato rispettivamente ai Reparti di Anestesia e Rianimazione di Frosinone e Sora mentre 1 medico alla Medicina di Anagni.

<< Le problematiche organizzative-gestionali nell’attività dell’Emergenza-Urgenza, Pronto Soccorso, Gastroenterologia – spiega Mauro Vicano Direttore Generale f.f – ci hanno richiesto l’adozione di un Atto, indispensabile ed urgente, di Autonomia Aziendale per il mantenimento di Livelli Essenziali di Assistenza in reparti molto importanti e salvavita e per evitare gravi ripercussioni sull’utenza>>.

 

 

25 gennaio 2013 0

La Polfer di Cassino blocca nella stazione di Roccasecca gli autori di un furto di rame

Di redazionecassino1

Volevano spacciarsi per abituali pendolari i tre cittadini rumeni, due uomini ed una donna, provenienti da Roma, che questa mattina sono stati bloccati dal personale della Polfer di Cassino diretti dal dirigente del compartimento di Roma Domenico Ponziani e coordinati sul campo dal sostituto commissario Marisa Di fruscio e dall’ispettore Visco.  Ad insospettire gli agenti l’affanno mostrato nel trascinare tre voluminosi trolley verso il binario dal quale a breve sarebbe partito il treno per Roma. Scattano gli accertamenti ed emerge a carico di uno dei due uomini un provvedimento di obbligo di dimora nel comune di Marino, emesso dal Tribunale di Cassino all’atto della scarcerazione dopo l’arresto per furto di rame. La tensione è cominciata a salire. I tre tentano di distrarre con false informazioni i poliziotti per prendere tempo e sperare di poter salire sul treno in arrivo. Gli agenti a questo punto li invitano ad aprire le valige e con sorpresa ne verificano il prezioso contenuto. Ben 250 chili di rame, tra bobbine e trecce, risultato rubato poco prima all’interno dello stesso scalo ferroviario. Scattano a questo punto le manette per i tre ladri viaggiatori che dovranno rispondere tutti per furto aggravato in concorso.

25 gennaio 2013 0

Una lezione di impegno civile i nuovi banchi restaurati per l’Istituto ‘Pertini’, dai detenuti del carcere di Paliano

Di redazionecassino1

“Ho assistito questa mattina a una lezione, nella sede centrale dell’Istituto di Istruzione Superiore “Pertini” di Alatri, che credo molto formativa. Per iniziativa del carcere di Paliano e della Provincia di Frosinone, sono stati restaurati dai detenuti dei banchi e delle sedie ora utilizzati nell’aula  sperimentale del “Pertini”. Banchi inservibili ormai e sedie distrutte, con il  loro carico di storia e anche di degrado, dovuto all’uso di anni e anni nelle scuole della nostra provincia, hanno ritrovato la loro vita e un utilizzo, con un bagaglio di grande significato. Con la collaborazione del carcere di Paliano, l’allora Presidente della Provincia Iannarilli, con l’ausilio anche del dirigente del settore Odargi, hanno messo in piedi un progetto molto semplice ma di grande utilità. Con il restauro di quelle suppellettili scolastiche non si opera solo un risparmio notevole e un recupero di beni pubblici, ma si offre la possibilità ai detenuti di applicarsi a un’opera utile  per la collettività. Lo hanno spiegato molto bene il dirigente scolastico Anna Maria Greco e, soprattutto, la direttrice del carcere di Paliano, Nadia Cersosimo. Nella fortezza di Paliano, come è noto, sono reclusi autori di reati molto efferati. Si tratta di un carcere per detenuti che devono scontare pene molto lunghe, se non addirittura l’ergastolo. La direttrice ha spiegato, con parole davvero suggestive, come con le stesse mani che hanno commesso atti terribili sia stata realizzata l’opera sulla quale dei giovani, speranza della nostra società, fondano la loro formazione, si impegnano per la loro crescita culturale. Quei detenuti sono anche padri, fratelli, che nel compiere l’opera di restauro dei banchi e delle sedie per gli studenti, trasmettono un messaggio finalmente positivo per la società e, in modo figurato, ai loro stessi figli e fratelli. E’ molto importante per quei detenuti e deve essere importante per gli studenti che utilizzano ora quei banchi, puliti e sorti a nuova vita. Devono essere consapevoli che, in quei mobili, c’è una storia forte, un atto di riscatto, un messaggio positivo e, al contempo, un monito. Forse alcuni di quei detenuti, se avessero avuto l’opportunità, la condizione per studiare e applicarsi alla propria crescita, non sarebbero finiti dove ora si trovano. Voglio dunque ringraziare di cuore il direttore Cersosimo e l’On. Iannarilli, perché hanno favorito un processo che ritengo di enorme levatura socio-culturale oltre che didattica. Inoltre hanno operato in modo virtuoso recuperando i beni di proprietà pubblica altrimenti (e da sempre) destinati allo smaltimento e offrendo ai detenuti la possibilità di applicarsi, dare dimostrazione della loro abilità e offrire alla società uno spirito positivo.  Era presente, presso l’Istituto Pertini, anche una delegazione di studentidanesi. Anche loro, mediante i loro insegnanti, hanno voluto manifestare l’apprezzamento per questa utilissima lezione. L’esperimento della Provincia di Frosinone con il carcere di Paliano continuerà senz’altro e già la prossima settimana andrò in visita presso quella struttura per rendermi conto di persona della realtà. Gli studenti di Alatri che ora studiano sui banchi restaurati invieranno nelle prossime ore un messaggio ai detenuti per attestare il loro profondo apprezzamento”              E’ quanto afferma il Presidente F.F. della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi.

25 gennaio 2013 0

Carnevale di Pontecorvo 2013, le novità della 61esima edizione

Di admin

Queste le grandi novità per la sessantunesima edizione del carnevale di Pontecorvo. Per la prima volta ci sarà la sfilata in notturna. “Sabato 2 febbraio i carri allegorici dai laboratori per la carta pesta di via Giardino dello Sport, raggiungeranno la Villa Comunale dove ci sarà la musica e i balli in maschera”, spiega l’assessore allo Spettacolo, Stefano Longo.

“La domenica mattina, vale a dire il 3 febbraio alle prime ore del mattino i carri allegorici raggiungeranno piazza Giovanni Paolo II, dove sosteranno sino alle 14, quando inizierà la sfilata che si snoderà nel percorso tradizionale, passando per piazza Annunziata, via San Rocco, via La Cupa, Largo Marconi e piazzale Porta Pia. Giovedì 7 febbraio in collaborazione con il centro commerciale Il Ponte , presso il centro stesso, alle 15.30ci sarà la festa delle mascherine. Sabato 9 febbraio dai laboratori di via giardino dello sport raggiungeranno piazza Giovanni Paolo II, la domenica alle 14 partiranno per il percorso tradizionale sono a piazzale porta pia dove per la prima volta ci sarà la premiazione dei carri vincitori. La serate andrà avanti sino a tarda notte nel palatenda che sarà allestito in piazza Giovanni Paolo II”, conclude l’assessore Stefano Longo.

25 gennaio 2013 0

La Polizia mette fine alla trasferta di due truffatori campani. Rapina, estorsione e truffa le imputazioni a carico dei due arrestati

Di redazionecassino1

L’ultimo colpo lo avevano messo a segno nella nostra provincia il 12 ottobre del 2012 i due plupripregiudicati, residenti nel napoletano, arrestati alle primi luci dell’alba dagli agenti delle Volanti nelle loro rispettive abitazioni e tradotti questa mattina nel carcere di Poggio Reale.

Le indagini degli investigatori hanno permesso nel mese di novembre di individuare i responsabili  di quella che inizialmente era partita come “truffa dello specchietto” per evolversi, nel giro di poco tempo, in estorsione e concludersi in una rapina in piena regola.

La coppia di pluripregiudicati si era infatti specializzata proprio in quella tipologia di truffa utlizzando quasi sempre lo stesso modus operandi con le vittime di volta in volta prescelte: alla guida di un’auto, generalmente noleggiata, si avvicinavano al conducente individuato e simulavano un urto tra i veicoli, dopodiché  lo accusavano di averi danneggiato il loro specchietto laterale.

Dalle false accuse i due passavano poi alle minacce ed alle vie di fatto pretendendo una somma di denaro a titolo di risarcimento del danno a loro dire subito.  Ad ottobre gli incalliti truffatori, in trasferta nel capoluogo,  per ottenere la somma da loro pretesa, avevano minacciato il malcapitato con un coltello a serramanico, obbligandolo a recarsi presso uno  sportello bancomat per ottenere quanto preteso.

La preziosa testimonianza del frusinate ed una minuziosa attività d’indagine ha consentito di arrivare ai due pregiudicati attraverso verifiche sulla società di noleggio a cui i due si erano rivolti.  Ad avvalorare le prime risultanze investigative in merito alle responsabilità degli arrestati il controllo effettuato, sempre nel mese di ottobre, da una pattuglia della Polizia Stradale di Frosionone proprio sull’auto segnalata dal denunciante  e l’identificazione dei suoi occupanti, fondamentale per la loro successiva individuazione.

Alla luce di tutti gli elementi raccolti dagli investigatori, il G.I.P. del Tribunale di Frosinone ha emmeso ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dei due giovani pregiucati campani per i reati di rapina estorsione e truffa. Con l’esecuzione dei due provvedimenti restrittivi la Polizia di Stato ha messo fine ad una lunga seire di truffe e rapine in trasferta.

25 gennaio 2013 0

Basket: BPC Virtus in trasferta sabato a Cisterna. Il Futura Sport, avversario da non sottovalutare

Di redazionecassino1

Torna a giocare in trasferta la Virtus Terra di San Benedeto Cassino. Dopo un doppio turno casalingo, che ha visto la squadra di coach Vettese sconfiggere prima il Pegaso e poi il Palocco, i rossoblu sono pronti per recarsi in terra pontina. L’avversario è il Futura Sport Cisterna, team di metà classifica in lizza per un posto nei play-off, che ha finora collezionato sette vittorie e sette sconfitte.

Si tratta di una trasferta molto insidiosa, dal momento che sul parquet amico il team guidato da coach Sordato ha raccolto la maggior parte delle proprie fortune, conquistando ben cinque successi.

E’ per questo motivo che i virtussini non dovranno sottovalutare gli avversari, un rischio, peraltro, di cui non sembra necessario preoccuparsi, dato il rinnovato spirito con cui i ragazzi di coach Vettese hanno iniziato il girone di ritorno. Sette giorni fa, infatti, la Virtus ha dato spettacolo con una prova di grande basket, polverizzando i malcapitati avversari del Palocco, arresisi ai ripetuti canestri di Loughlimi e compagni già dal secondo quarto.

Assoluto protagonista del match è stato Francesco D’Acunto. Il playmaker di Scauri è stato il vero artefice della vittoria con una prestazione di grande generosità in cui ha collezionato 9 punti, 11 palle recuperate, nessuna palla persa, 5 rimbalzi e 4 assist, per un totale di 24 di valutazione. Con un direttore d’orchestra così, la Virtus difficilmente potrà farsi impensierire dai padroni di casa. Purtroppo, però, la sua presenza è in dubbio per qualche problema fisico che, in settimana, gli ha impedito di scendere in campo nell’amichevole disputatasi contro la Pallacanestro Roscilli Sora, militante in C2. A Sora, comunque, si è vista una buona Virtus che ha saputo tenere testa ai più quotati avversari che stanno dominando nel proprio campionato. Questi i parziali: 19-17; 25-19; 15-20; 18-26.

Un girone fa, la neopromossa Futura Sport riuscì a rimanere sempre in gara, ma il risultato non fu mai in discussione e terminò, infatti, con un netto 86-71 per la Virtus, che ottenne così la sua prima vittoria davanti al proprio pubblico.

Purtroppo quella con il Cisterna sembra, però, essere una partita stregata per De Monaco. Alla vigilia dell’incontro d’andata, infatti, l’ala pignatarese riportò una microfrattura al gomito. Questa volta, invece, è alle prese con un fastidioso problema alla schiena che lo ha tenuto fuori nelle ultime partite e, molto probabilmente, anche in questa. In ogni caso capitan Rivetti si farà trovare pronto.

L’incontro, sabato alle ore 18.30, sarà diretto dagli arbitri Alessandro Panici di Fondi e Fabio Piercarilli di Gaeta. La Virtus punta dritto al quindicesimo successo consecutivo.

 

25 gennaio 2013 0

Furti e rapine in abitazioni, 5 rumeni denunciati dalla polizia. Recuperata la refurtiva

Di admin

Avevano messo a segno una serie di furti e rapine in abitazione a Frosinone, Veroli ed Alatri i cinque rumeni che questa mattina sono stati denunciati dal personale della Squadra Mobile.

Alle prime ore dell’alba gli investigatori, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, hanno eseguito sei perquisizioni domiciliari.

Diverso il materiale recuperato: 7 computer portatili, 400 litri di gasolio, 15 autoradio, vari strumenti da elettricista ed un’attrezzatura completa per l’illuminazione di discoteche.

Tutti i loro colpi erano contrassegnati dalle stesse modalità operative: i 4 ragazzi, trentenni e la donna quarantenne, dopo i furti si divertivano a compiere atti vandalici all’interno delle abitazioni prescelte, mettendole a soqquadro e imbrattando suppellettili varie.

La merce recuperata è stata sottoposta a sequestro e parzialmente restituita ai legittimi proprietari.

Gli autori, tutti con precedenti specifici, dovranno invece rispondere dei reati di furto e rapina.

25 gennaio 2013 0

Giorgio Ferrera Trio, stasera al Teatro della Dodicesima di Spinaceto, con “Nothing Is Like Before”

Di redazionecassino1

Debutterà questa sera alle ore 21, al Teatro della Dodicesima, a Spinaceto, Roma, nell’ambito della  rassegna Friday Sound Good, il Giorgio Ferrera Trio in “Nothing Is Like Before”. Un importante appuntamento per gli amanti del jazz e delle performance del gruppo di Giorgio Ferrera, il musicista di Atina, si esibirà con Alessandro Del Signore, al contrabbasso e Pierluigi Tomassetti alla batteria.

La formazione nasce nel 2011 con l’intenzione di cercare nuovi scenari sonori ed una varietà compositiva originale giocando con linee fluide e pulite, ritmiche incalzanti e potenti alternati a momenti rarefatti quasi senza tempo. Una scelta stilistica voluta e meditata che trasforma le idee in una trama vibrante, progressiva spesso in ‘ambientazioni’ rock ed esaltando con malleabilità e imprevedibilità un suono davvero personale.

Il trio presenta il progetto “Nothing is like before” che come suggerisce il titolo rappresenta un allontanamento concettuale dai lavori precedenti e basta ascoltare l’introduzione rassicurante con toni quasi classici di ‘”Rapid Eye Movement” l’incantato tema di “Paul’s Pix” contrapposti poi all’esplosione di “Ostinato” per meglio comprendere l’obiettivo di questo lavoro. “Nothing is like before” in definitiva è una sorta di scatola cinese musicale che svela poco a poco tutte le sue preziosità. Una serata romana importante per il Trio di Giorgio Ferrera, nel panorama delle rassegne jazz, che vuole uscire dai tradizionali canoni di questa musica, puntando sul valore e la creatività di giovani musicisti italiani.

F. Pensabene