pubblicato il21 gennaio 2013 alle 11:07

Basket: BPF Basket Cassino torna a mani vuote dalla trasferta sarda, sconfitta 83-71 dall’Olimpia

Torna questa volta a mani vuote dalla trasferta sarda il Basket Cassino, che rimedia la seconda sconfitta consecutiva al cospetto dell’Olimpia Cagliari, che riscatta la sconfitta dell’andata, anche se nel computo degli scontri diretti in ottica play-off i nostri ragazzi rimangono in vantaggio.

Sconfitta onorevole con molti rimpianti visto l’andamento della gara stessa che per lunghi tratti è stata gestita in maniera perfetta dai cassinati, la differenza questa volta non l’ha fatta gli avversari ma la sorte, infatti, la formazione di Cassino ha dovuto rinunciare all’apporto di uno dei suoi giocatori più rappresentativi durante il secondo parziale. Elia Confessore, infatti, ha dovuto lasciare il parquet per una distorsione alla caviglia destra durante una fase di gioco, il pivot campano fino a quel momento era stato uno dei più precisi in campo, in soli 18 minuti aveva realizzato ben 14 punti con due triple su tre tentativi e 4 rimbalzi difensivi, insomma un vero peccato per la formazione ospite che sì e vista privata di un punto di riferimento importantissimo.

La gara ha avuto due volti ben distinti tra loro, primi due parziali giocati in totale parità, eloquenti i tabellini 24-23, 42-43, bel gioco, azioni veloci e tanti spunti interessanti da raccontare. Porfidia chiede ai suoi di avere risposte concrete, la testa dei giocatori sembra essere tornata libera da incubi, vedi Luiss e gli uomini in campo si sfidano a viso aperto, primo quarto subito con dei protagonisti assoluti, su tutti Confessore, Passa e Pintor, il nostro pivot va a canestro con due triple magistrali, Passa e Pintor segnano 7 punti consecutivi entrambi e la partita registra il primo scossone favorevole ai sardi 20-14. Porfidia chiama time out e al rientro Violo prova a dare la scossa, Cagliari sbaglia due possessi e Canzano n’approfitta prima negativamente con un fallo di sfondamento, poi infila la tripla della riscossa prima di fissare il punteggio sulla sirena sul -1 per i suoi, 24-23.

Secondo parziale con l’errore da tre di Confessore ad aprire il tempo, non sbaglia invece Mastio che infila la palla dalla lunga distanza, Canzano imita il giocatore sardo e anche lui si concede la prima delle sue due triple.

Le due formazioni hanno molti spazi e il punteggio ne trae vantaggio, pochi falli e le due formazioni vanno a braccetto nel risultato, 33-34 dopo 15 minuti, un paio d’errori per parte, ma la gara continua ad essere piacevole. I padroni di casa molto fisici assediano i nostri, la coppia d’arbitri toscani lascia giocare, ma cominciano a palesarsi delle interpretazioni molto dubbie che rendono nervoso il coach dei ciociari che non digerisce un’infrazione di passi fischiata a Confessore.

Sul più bello con Cassino avanti di 4 Confessore lascia il parquet per una distorsione che gli impedirà di tornare a giocare, Passa regala tre punti ai suoi che riescono a ricucire il punteggio prima della seconda sirena 42-43.

Terzo quarto in sordina per le due formazioni sul parquet, centoventi secondi di studio, Porfidia cerca risorse dalla panca, ma la mancanza di Confessore comincia a farsi sentire, Violo è sanzionato di un fallo tecnico e Cagliari n’approfitta per operare uno strappo grazie al solito Passa miglior realizzatore dell’incontro alla fine con 27 punti, Mastio infila da tre e la gara si fa complicata per Cassino, 54-47 a sette minuti dalla fine. L’orgoglio dei cassinati è sferzato dalle magie di Guida che con due canestri e una tripla riapre la gara, Violo commette il 3° e 4° fallo e il parziale si fissa sul 62-54.

Ultimo parziale con Porfidia che sceglie Granata, Lepore, Onomo, De Giorgio e Guida, Max apre le marcature ma le triple in sequenza di Pinna e due volte Soro spaccano la partita, De Giorgio gioca 30 minuti e realizza 8 punti, la differenza vista, l’assenza di Confessore purtroppo in questa gara la fanno gli errori dalla lunetta dei nostri, su 22 tiri solo 9 infilano la retina, mai successo nelle precedenti gare disputate. Gli arbitri fischiano un antisportivo a Guida inesistente, Mastio da tre per il massimo vantaggio per i locali, 83-65, +18, che ora provano a ribaltare il computo della differenza canestri che prima della gara vedeva Cassino partire dal + 15 dell’andata. I nostri in ogni modo non ci stanno e lottano fino alla fine per evitare questa situazione, Guida, il migliore dei nostri con la tripla ricaccia indietro gli avversari, l’ottima gestione dalla panchina poi evita una sconfitta più dolorosa, la gara finisce con il punteggio 83-71 per Cagliari. Che rabbia, maledetta la sorte che ha privato la nostra formazione di un punto di riferimento fondamentale, i nostri ragazzi vanno in ogni modo elogiati per la loro gara coraggiosa che onestamente vorrei rigiocare con Elia in campo, grazie lo stesso ragazzi.

Parziali:24-23, 18-20, 20-11, 21-17
Tabellini
OLIMPIA Cagliari:Passa 27, Cocco 3, Ganga 0, Pinna 4, Mastio 15, Schiffini 4, Pintor R 9, Chessa 5, Soro 14, Masella 2, Coach Carrus
BPF Basket Cassino: Confessore 14, Lepore 0, Granata 1, Canzano 16, De Giorgio 8, Violo 10, Candelaresi 0, Onomo 0, Guida 20, Serafini 2, Coach Porfidia

 

 

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07