Camion con falla nel cassone, “spalma” scarti liquidi di lavorazione industriale sull’Adriatica

9 gennaio 2013 0 Di redazione

Una pozza di circa sei metri quadrati sull’asfalto, sotto ad un camion che trasportava rifiuti pericolosi ha fatto scattare l’allarme ambientale, questa mattina, nell’area di servizio Val di Sangro tra i caselli di Lanciano e Vasto nord sull’atostrada A14. Il mezzo proveniva dal Veneto, era diretto a Melfi e trasportava scarti di produzioni di vernici, quindi, la sostanza finita sull’area di parcheggio era pericolosa. Ad accorgersene sono stati gli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Vasto Sud che hanno immediatamente circoscritto la zona e chiesto l’intervento di vigili del fuoco e di una ditta specializzata per la bonifica della zona. Ci si chiede quanta sostanza ha spalmato sulla rete stradale, il container che, tra l’altro è stato posto sotto sequestro. Non sarà certamente questo il caso, ma il sistema di smaltire rifiuti, in particolare quelli liquidi sulla rete stradale è conosciuto da tempo. Un camion cisterna che parte da Milano, per esempio, con sostanze pericolose, dirette in Calabria, avendo una piccola falla nella cisterna, tanto piccola da non essere notata, seminerebbe l’intero contenuto sulla rete stradale fino ad arrivare a destinazione, con i rifiuti già smaltiti. Su questi fenomeni la polizia stradale mantiene alta la guardia.
Ermanno Amedei