Fumo dall’asfalto ad Esperia, non è un vulcano ma un corto circuito

22 gennaio 2013 0 Di redazione

Quando ha visto una densa colonna di fumo fuoriuscire direttamente dall’asfalto, ieri sera in via XX Settembre ad Esperia, l’uomo avrà pensato che di lì a poco ci sarebbe stata una eruzione vulcanica. Non sappiamo con certezza cosa egli abbia ipotizzato, certamente però, e ha fatto bene, ha lanciato l’allarme ai vigili del fuoco di Cassino. I pompieri arrivati sul posto hanno constatato che l’uomo aveva detto la verità, dalla strada usciva veramente del fumo. Hanno quindi indagato con l’ausilio di una termo camera svelando l’arcano. Quando hanno asfaltato via XX Settembre, gli operai non si sono curati di evitare di asfaltare anche un tombino dell’Enel. Lì, tra i cavi dell’alta tensione si è creato un corto circuito e, quindi, la combustione dei cavi aveva generato il fumo visto dall’uomo. Liberato il tombino, sono stati chiamati i tecnici dell’Enel per risolvere il problema e scongiurare l’eruzzione… il corto circuito.
Er. Am.