pubblicato il23 gennaio 2013 alle 14:39

Incendio al Bellavita, il proprietario: “Il rogo non ci ferma, discoteca e ristorante pronte per sabato prossimo”

Relativamente ALL’INCENDIO DI NATURA DOLOSA, commesso da ignoti, che si è verificato presso la struttura BELLAVITA DISCO di CERVARO, la proprietà, nella figura di LUDOVICO GIULIANELLI, dichiara:
“Ci tengo a precisare a tutta la nostra clientela che la discoteca rimarrà aperta come ogni sabato, poiché l’atto doloso si verificato nella sala del piano superiore adibita a bar e alle feste private e di solito chiusa al pubblico, rimangono completamente intatte e perfettamente funzionanti la GRANDE DISCOTECA del piano inferiore e il RISTORANTE. Ci tengo ulteriormente a chiarire che i danni sono di MODESTA ENTITÀ, come confermato dalle forze dell’ordine e dai vigili fuoco, prontamente intervenuti, e non costituiranno un ostacolo al normale corso delle attività del locale ma non sottovaluto e condanno con forza i’intenzione dolosa e criminale degli ignoti nei nostri confronti e mi chiedo chi possa aver voluto o tratto vantaggio da un atto cosi scellerato. In tempi cosi difficili, in cui fare gli imprenditori è diventato un atto di puro eroismo, dovuto alla forte crisi economica con l’ aumento della delinquenza, la discoteca BELLAVITA continua con forza e determinazione il suo progetto, manda un messaggio di “coraggio “ a tutti gli imprenditori che stanno soffrendo, paga a sue spese i danni perché pur coperta da tutte le tipologie di assicurazione che la legge richiede non ha quella destinata agli “atti vandalici” che è facoltativa, e esorta con forza tutto il suo pubblico a stargli vicino, a essere solidale contro gli atti di prepotenza e a continuare a sostenerlo nelle sue serate. Per questo – conclude Giulianelli – vi invitiamo alla serata di sabato prossimo”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07