La gita ad Assisi dei centri anziani di Cassino, dai Servizi Sociali: tutto regolare

22 gennaio 2013 0 Di redazione

“Erano 165 le persone che hanno partecipato alla gita ad Assisi organizzata dai servizi sociali di Cassino e tutti quanti iscritti ai centri anziani”. Così dagli stessi Servizi sociali si risponde all’articolo polemico pubblicato alcuni giorni fa in cui si metteva in dubbio la regolarità e quanto fosse opportuna quella gita. Dallo stesso settore fanno sapere che l’affitto dei quattro pullman sono costati poco più di tre mila euro e si ricorda che per iscriversi ai centri anziani non si deve essere necessariamente anziani. Infatti per facilitare una maggiore integrazione ed evitare una ghettizzazione sociale, i re4golamenti dei centri prevedono che il dieci per cento degli iscritti, uò avere meno dei 55 anni per le donne e 60 anni per gli uomini purchè maggiorenni. Quindi le persone più giovani viste salire sui pullman rientrerebbero in questa quota oltre ai quattro dipendenti comunali che hanno fatto da accompagnatori. I partecipanti hanno pagato 19 euro ciascuno solo per il pranzo e che nei centri anziani è stata fatta la necessaria pubblicità per raccogliere aderenti. Inoltre dal Comune ricordano anche che i soldi per organizzare le gite non possono essere distratti per altri fini, o si adoperano per quello o si perdono. Si approfitta per ricordare che il 24 febbraio è prevista una gira a Roma, sempre riservata agli iscritti ai centri anziani, per visitare i musei Vaticani. Quel giorno, infatti, l’ingresso è gratis.