Si presentano come incaricati dell’Enel, ma in realtà si teme per le truffe

31 gennaio 2013 0 Di redazionecassino1

Si presentano alla porta di casa con abbigliamento  elegante, con tano di cravatta e modi gentili, dicendo di essere incaricati dall’Enel, esibendo in bella vista un tesserino con sopra il logo della compagnia dell’energia elettrica e proponendo, attraverso la visione di una qualsiasi fattura  Enel,  la possibilità di sconti sulla tariffa dell’energia elettrica, ma è tutto falso. Diverse famiglie di Cassino, in questi giorni, hanno ricevuto questa particolare visita, quasi sempre durante le prime ore del pomeriggio. Abbiamo cercato di andare a fondo alla vicenda e le sorprese non sono mancate. In realtà le cose non stanno come questi baldi giovanotti dicono. Non esiste alcun incarico da parte dell’Enel che autorizzi queste persone ad effettuare visite domiciliari per proporre sconti sulle bollette per conto della società di energia elettrica. Molto spesso queste visite potrebbero avere altri scopi. Abbiamo contattato, infatti, attraverso il numero verde Enel, quello che è presente su tutte le fatture che accompagnano le richieste di pagamento bimestrali che la compagna invia ai propri clienti, e la risposta è stata precisa e determinata:   “non mostrare a nessuno fatture o documenti di alcun tipo e che nessuna persona è incaricata dall’Enel di proporre sconti su tariffe o bollette”. La truffa potrebbe essere dietro l’angolo, infatti fanno sapere dalla società, che queste persone visionando alcuni parametri potrebbero far firmare documenti che impegnano  l’ignaro cittadino in contratti poco chiari o in forniture non autorizzate. Molto spesso queste persone approfittano della buona fede di anziani o di cittadini ignari per compiere truffe o semplicemente visionare l e abitazioni delle loro vittime per eventuali  furti.

F. Pensabene