Mese: febbraio 2013

28 febbraio 2013 0

Elezioni regionali, il commento del Psi

Di admin

Dalla federazione Psi di Frosinone riceviamo e pubblichiamo. I socialisti plaudono al successo di Nicola Zingaretti, che consentirà al Lazio di cancellare una pagina di cattiva politica, creando le condizioni per il rilancio economico, sociale ed occupazionale del nostro territorio. Il PSI è orgoglioso di aver contribuito alla vittoria del centro-sinistra alla Regione con liste competitive, che hanno permesso al Partito di ottenere il 2% dei voti a livello regionale ed il 4% nella provincia di Frosinone. Un sincero ringraziamento va rivolto, innanzitutto, agli elettori, agli iscritti ed ai simpatizzanti per il loro importante sostegno. Ai candidati alla Regione, Angelo Pizzutelli, Roberto De Donatis, Antonio Torriero e Lio Sambucci esprimiamo un sentito compiacimento per i risultati davvero lusinghieri da loro conseguiti, ringraziandoli per l’ottimo lavoro compiuto. Manifestiamo, altresì, profonda gratitudine nei confronti dei candidati al Senato, Massimo Calicchia, Maria Teresa Evangelisti, Pietro Bianchini e Fernando Ciardi per il loro fattivo impegno, che ha consentito alla lista socialista di contribuire al successo del centro-sinistra al Senato nel Lazio. Inoltre, a nome dei socialisti della provincia di Frosinone, auguriamo buon lavoro al consigliere regionale socialista Oscar Tortosa, eletto nella circoscrizione di Roma, congratulandoci vivamente per il grande risultato ottenuto. Infine confidiamo che il Presidente Zingaretti, nelle sue prossime scelte, tenga conto del fatto che il Consiglio Regionale del Lazio è in sostanza un secondo consiglio comunale di Roma, con una presenza numerica sicuramente insufficiente dei rappresentanti delle altre province.

Gian Franco Schietroma Danilo Iafrate Membro Segreteria nazionale PSI Segretario provinciale PSI

28 febbraio 2013 1

Adozioni internazionali, la Slovacchia vuole chiarimenti ma le autorità italiane non collaborano

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Secondo quanto pubblicato ieri dal quotidiano Sme i bambini slovacchi adottati da famiglie in Italia potrebbero avere problemi. Nella nota riportata nell’articolo si legge che, la Commissione italiana per le adozioni internazionali avrebbe ammesso indirettamente che in alcuni casi i rapporti sulle loro condizioni di vita sono scomparsi. La Slovacchia ha iniziato un esame delle politiche di adozione in Italia dopo la venuta alla luce di accuse su due sorelle minorenni rimaste incinta dopo la loro adozione, una informazione, tuttavia, ancora da confermare. La vice presidente della commissione, Daniela Bacchetta, ha respinto le illazioni, dicendo che le ragazze vivono una vita familiare normale.

Tra il 2002 e il 2011 sono stati adottati in Italia nel complesso 255 bambini slovacchi.

La Slovacchia aveva incaricato Andrea Cisarova, direttore del Centro per la protezione internazionale dei bambini e dei giovani (CIPC) di Bratislava, che ha fatto un viaggio in Italia appositamente ma non le è stato possibile incontrare le minori, e ha avuto contatti solo con la commissione. A tutt’oggi la Slovacchia non ha avuto risposte sul perché i dossier fossero incompleti. Il CIPC ha collaborato per le adozioni in Italia con l’agenzia privata Famiglia e Minori che ha perso la sua licenza nel 2011 e con una agenzia di Stato. La vice presidente della commissione, Daniela Bacchetta ha dichiarato replicando che all’agenzia privata Famiglia e Minori che peraltro ha compiuto la maggior parte delle adozioni, è stata tolta la licenza per ragioni che non hanno nulla a che fare con la Slovacchia. Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” è essenziale fare subito massima chiarezza e non proiettare ombre che non hanno ragione di essere in un momento in cui le adozioni internazionali rischiano di essere al centro di polemiche disfattiste, soprattutto sui media in particolare per le famiglie, che hanno già adottato e che adotteranno e soprattutto per il bene dei bambini in cerca di una famiglia.

28 febbraio 2013 0

Via alla prima giornata di ‘Targhe alterne”, domenica blocco totale e lunedì solo le dispari

Di redazionecassino1

Si è svolta senza particolari problemi la prima giornata di ‘targhe alterne’ a Cassino. Dalle ore 9 fino alle ore 13 e poi nel pomeriggio dalle 15 alle 20 le strade indicate nell’ordinanza, emessa nei giorni scorsi, sono state chiuse al traffico alle auto con targa dispari. Corso della Repubblica, via De Nicola, largo Molise sono state presidiate dagli agenti della Polizia Locale. Nella giornata odierna, era consentita la circolazione solo alle auto  fornite di bollino blu, quelle con alimentazione Gpl, metano, Euro 4 ed Euro 5 e con targhe pari. Molti gli agenti in servizio questa mattina, coordinati dal Dirigente, a far rispettare il blocco del traffico. “Nella giornata odierna – ha spiegato il comandante della Polizia Locale – Magg. Giuseppe Acquaro, abbiamo cercato di non essere troppo fiscali nell’applicazione del Codice, abbiamo preferito fare un’opera di informazione verso gli automobilisti, non vi sono stati particolari problemi sotto questo aspetto, i quali, in massima parte, hanno accolto di buon grado il provvedimento di restrizione del traffico”. Si riprenderà lunedì prossimo con la circolazione delle auto con targa dispari. Il provvedimento resterà in vigore tutto il mese di marzo e domenica prossima, 3 marzo, il blocco del traffico sarà totale, per consentire di abbassare la soglia di PM10 nell’aria in città. Del resto come ha avuto modo di spiegare il sindaco Petrarcone, nei giorni scorsi,  “I valori di inquinamento da Pm10 nel territorio comunale nell’ultimo periodo hanno fatto registrare il raggiungimento ed, in alcuni casi, il superamento (venerdì si è raggiunto il trentesimo giorno di sforamento) delle concentrazioni medie giornaliere previste dalla legge”, da ciò la necessità di adozione dell’ordinanza di limitazione del traffico. Un primo, ma sostanziale, passo per limitare l’inquinamento atmosferico di Cassino, che probabilmente dovrà diventare un impegno costante per limitare i danni alla salute di tutti i cittadini.

F. Pensabene

28 febbraio 2013 0

Tutti pensano al Papa, Aidaa scrive a Molly (il suo gatto)

Di redazione

Nella giornata storica per il Vaticano e per tutti i Cattolici che vedono un Papa abdicare, l’associazione animalista Aida di roberto Croce pensa anche al fedelissimo amico del Papa, la gattona Molly. Di seguito riportiamo ciò che l’associazione scrive in un comunicato. Oggi alle ore 20 termina il mandato di Papa Benedetto XVI. Un papa che molto più degli altri ha parlato di tutela dell’ambiente, anche se non ha fatto quel passo che molti di noi amanti degli animali ci aspettavamo riconoscendone il ruolo universale di “figli di Dio” seppure con caratteristiche diverse da quelle umane. Ovviamente siamo tutti a conoscenza dell’amore di questo Papa per gli animali ed in particolare per la gattina Molly con la quale dialoga in stretto dialetto bavarese e che nei prossimi giorni probabilmente seguirà nella nuova e più tranquilla vita quello che sarà il primo Papa Emerito della storia nella sua nuova casa. Molly e con lei gli altri gatti della città del Vaticano troveranno sicuramente in Ratzinger un loro amico. Ed è per questo che noi di AIDAA abbiamo voluto inviare una letterina alla gattina del Papa, in modo che nei prossimi giorni quando tutti gli impegni saranno alle spalle e Benedetto XVI avrà tempo alla sera di dare una carezza in più alla gattina magari tenendola sulle gambe davanti al fuoco di un caminetto, sarà proprio lei Molly a portare a Benedetto il nostro messaggio di amore verso i fratelli più piccoli chiedendo a lui che non avrà più gli impegni di Papa di dire parole importanti che riconoscano anche agli animali il diritto di essere riconosciuti come figli di Dio e non riservare a molti di loro una fine atroce dettata dalle “esigenze alimentari” e dall’egoismo umano. LETTERA ALLA GATTINA DEL PAPA Cara Molly, ci rivolgiamo a te, che sei la preferita di Benedetto XVI per chiederti di trasmettere a lui questo semplice messaggio, a lui che ama gli uomini, ma anche gli animali, a lui che quando era Papa a differenza di molti altri si è espresso più volte a favore dell’ambiente e della natura, seppure in maniera forse timida rispetto a quanto molti di noi si aspettavano, ti chiediamo di ricordare che anche i gattini come te, ma anche tutti gli altri animali (compresi i topi ai quali so che ti piace dare la caccia) sono figli dello stesso Dio di cui sono figli gli uomini. Figli diversi da noi umani, certo ma per questo non meno importanti.Anzi. Molly tu che nei prossimi giorni avrai modo di stare vicino a Benedetto più di tutti gli altri, prova a sussussare al suo orecchio di ricordarsi anche di voi, di denunciare i massacri e le inutili crudeltà a cui molti nostri fratelli animali sono ogni giorno sottoposti per motivi inutili e spesso per semplice crudeltà di questo essere che si chiama uomo e che dovrebbe essere il preferito del Dio di cui il tuo amico Benedetto è stato per otto anni vicario su questa terra. Ricorda al tuo e nostro amico, che gli animali non uccidono inutilmente ma solo per procacciare il cibo e seguendo le regole della natura, ma sopratutto gli animali, figli diversi di Dio, di cui spesso tutti noi ci dimentichiamo, amano il prossimo, amano noi, senza chiederci niente in cambio, proprio come quello stesso Dio ci chiese di fare da una croce 2000 anni fa. Loro lo hanno capito. Noi non ancora. Un grattino forte sulla schiena. Lorenzo

28 febbraio 2013 0

Maltempo, da stasera allerta meteo per temporali diffusi e venti forti su Sardegna e Sicilia

Di admin

Una vasta perturbazione, attualmente situata sulla penisola iberica, nella giornata di venerdì avanzerà sul Mediterraneo occidentale spostandosi dalle isole Baleari verso la Sardegna, per poi proseguire nella giornata di sabato in direzione della Sicilia; tale evoluzione porterà sulle nostre due isole maggiori una fase di forte maltempo, in successiva estensione anche alle regioni più meridionali della penisola.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede, in particolare, dalla serata di oggi, giovedì 28 febbraio, venti di burrasca dai quadranti orientali, con raffiche di burrasca forte, sulla Sardegna, in estensione dal mattino di domani, alla Sicilia. Si prevedono mareggiate lungo le coste esposte.

Dal mattino di domani venerdì 1 marzo, inoltre, si prevedono precipitazioni diffuse e persistenti, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna, in successiva estensione alla Sicilia. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

28 febbraio 2013 0

Tentano una rapina in gioielleria, ma la titolare reagisce e mette in fuga i malviventi

Di redazionecassino1

Questa mattina, un equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Reparto Territoriale, su richiesta della centrale operativa, è intervenuto in quella  via Roma presso la gioielleria “Sauco”, ove la moglie del titolare , unica persona presente in quel momento nell’esercizio commerciale, ha denunciato che, poco prima, due individui armati di pistola e con volto scoperto, irrompevano nella gioielleria e tentavano di impossessarsi di alcuni monili. Nella circostanza, la pronta reazione della donna costringeva i rapinatori ad allontanarsi rapidamente, facendo perdere proprie tracce e desistendo dal portare a termine l’attività delittuosa. Le immediate indagini intraprese dai militari dell’Arma e volte ad identificare i rapinatori sono tutt’ora in corso.

28 febbraio 2013 0

Tracciabilità carne equina: una pistola laser distingue le carni alimentari

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

I ricercatori dell’Università Tecnica di Berlino di “Spettroscopia Laser”hanno realizzato una pistola laser-Raman, in grado di distinguere i diversi tipi di carne: maiale, manzo, tacchino e pollo. La carne di cavallo, se indesiderata, la si riconosce in una manciata di secondi, all’interno dello spettro dell’analisi Raman. La pistola laser, sviluppata nel corso degli anni, è oggi in grado di eseguire il test di tipologia dell’animale e della freschezza anche se la carne è avvolta nella pellicola di imballo. Inoltre il gruppo di lavoro diretto dal Dr. Ing. Heinz Detlef Kronfeldt,  con la pistola laser è riuscito a identificare anche carni esotiche come quelle di cammello, coccodrillo e pitone. La pistola laser è essenzialmente un piccolo diodo laser rosso, che proietta nella carne e nelle ossa da analizzare un lampo della durata di un secondo. La luce viene difratta e dalla diffusione ottenuta si possono ricavare le informazioni sul tipo di carne ed anche sull’età della carne stessa.

La pistola laser è disponibile come prototipo presso il Dipartimento dell’università Tecnica di Berlino.

Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” questa scoperta, dopo lo scandalo alimentare dei prodotti “contaminati”  con carne equina può essere un’ottima soluzione per evitare il ripetersi di frodi alimentari analoghe facilitando così il compito delle autorità  impegnate  nelle verifiche.

28 febbraio 2013 0

Omicidio Strever a Vasto, la svolta nel dna. Arrestato il marocchino che ha soffocato la 73enne

Di redazione

Svolta nell’omicidio Strever di Vasto. La 73enne Michela Strever venne trovata morta a metà dicembre nella sua casa in via De Nardis a Vasto soffocata da maldestro bavaglio con cui chi l’aveva rapinata aveva anche tentato di zittirla legandola e così, uccidendola. L’omicidio sembrava senza soluzione ma questa mattina in una conferenza stampa i carabinieri di Vasto e il procuratore Francesco Prete hanno reso noto l’esito delle indagini che ha portato all’arresto di Hamid Maathaoui, marocchino di 36 anni arrestato questa mattina a Barletta. Ad inchiodarlo è stata una traccia del dna rilevata su uno dei fazzolettini ammassati nella bocca della donna, gli stessi che l’hanno soffocata e uccisa.

28 febbraio 2013 0

Basket: BPF Basket Cassino ad Aprilia come a Valmontone solo per vincere

Di redazionecassino1

Trasferta nella vicina terra pontina per il Basket Cassino, che nella 20^ giornata di campionato della DNC girone F fa visita alla Virtus Aprilia per cercare la vittoria numero 11, 5^ eventuale lontana dal palazzetto amico di questa stagione già molto soddisfacente.

In un mese di marzo in cui i biancorossi giocheranno solo due gare, Aprilia e Tiber entrambe in trasferta per lo stop forzato conseguente l’esclusione del Frosinone e le fasi finali della Coppa Italia, questa gara e la prossima a Roma sono assolutamente da non sbagliare per evitare brutte sorprese.

I ragazzi cari alla società di Largo Dante reduci dalla sconfitta rimediata in casa contro la corazzata Marino, in una settimana di lavoro molto intensa hanno avuto l’occasione di sostenere un buon test contro l’Isernia che ha evidenziato molti lati positivi. Nonostante il perdurare delle assenze di Serafini e De Giorgio, Liburdi proprio contro Isernia è stato costretto a uscire anzitempo per un problema fisico che lo costringerà a fermarsi per due allenamenti prima della valutazione finale affidata allo staff medico, Tomasiello invece sta lavorando sodo per raggiungere la miglior forma fisica. Sulla carta la sfida con il gruppo di Aprilia è ricca d’insidie dettate dallo storico passato della Virtus, la società fondata nel 1978 vanta apparizioni nella B2 e la conquista di una coppa Italia di serie C. In questa stagione nelle 17 precedenti partite hanno ottenuto 7 vittorie (5 in casa e 2 in trasferta) e 10 sconfitte (3 casa e 7 fuori) realizzando 1171 punti contro i 1232 subiti con una differenza in negativo di 61, occupano la decima posizione in classifica in coabitazione con altre quattro formazioni ed è in piena lotta play-off.

La truppa di coach Sardo ha utilizzato fino a questo punto 16 elementi ma deve fare a meno di uno dei suoi punti di riferimento per lo sprint finale, Daniele Ricciardi, infatti, sarà costretto a rimanere lontano dal parquet per molte domeniche per un serio infortunio, l’atleta romano uno dei più esperti della categoria nelle 15 gare disputate aveva garantito una dose importante di punti, 249 (17 media gara) e ben 49 palloni recuperati. Per sopperire a questa mancanza la società apriliana è corsa ai ripari ingaggiando l’ex Frosinone e Stella Azzurra, Gianni Delle Cave, per lui esordio contro Eurobasket  domenica scorsa, da registrare anche il rientro dopo un lungo infortunio di Lucibello. Il roster si avvale delle individualità forti di gente come Meleo (264 punti, 102 rimb.) giocatore esperto e molto duttile capace di ritagliarsi sempre spazi importanti, Chiminello (201 con 12 stopp.), Mirko Gentili (180 punti 76% dalla lunetta), Bonifazi (87 rimbalzi) e ancora Michieletto, Ancona, Coppa, Pompili e Gabanella, poi a completare il roster tanti giovani di belle speranze come Milani, Brignone, Bruni e D’Apollonio.

All’andata i ragazzi del coach Porfidia s’imposero con una buona prestazione corale al termine di tre parziali molto equilibrati e combattuti, nell’ultima frazione uscì fuori la nostra grinta e ci fu lo sprint che ci consegnò la vittoria finale con merito 72-63 con 5 giocatori in doppia cifra, Canzano 11, Violo 18, Guida 10, Confessore 15 e il giovane Granata 10.

Dai giovani cassinati potrebbe arrivare un contributo importante proprio nella trasferta pontina, la società del Basket Cassino punta molto sul loro apporto e sulla voglia di emergere, punti e giocate decisive arriveranno sicuramente anche dal gruppo storico e dagli ultimi innesti, Liburdi e Tomasiello che giorno dopo giorno stanno entrando nei meccanismi giusti.