Giorno: 15 febbraio 2013

15 febbraio 2013 0

Il Punto a Mezzogiorno a Cassino si fa cartaceo. Cercalo nei bar del centro

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il Punto a Mezzogiorno, Cassino, si è fatto cartaceo. Un giornale impaginato sotto la nostra testata, è stato stampato e distribuito negli spazi di lettura dei bar del centro. Lo stesso giornale stampato in pdf, invece, è stato spedito (clicca qui), come avviene già da qualche settimana, ai circa 4mila lettori iscritti alla nostra mailing list. Crediamo nel futuro dell’informazione on line, ma crediamo anche che in tanti ancora sono ancorati alla necessità di informarsi su carta. E’ anche e soprattutto a loro che ci rivolgiamo con questo esperimento senza però stampare migliaia di copie consumando quintali di carta e senza chiedere a nessuno dei nostri lettori neanche un centesimo. L’appello è ai potenziali inserzionisti. Il giornale, sito web e cartaceo, non ha padroni. Non abbiamo alle spalle un editore che sia un personaggio con interessi politici o nell’edilizia. Siamo editori del nostro giornale e tentiamo di promuovere al meglio i marchi delle aziende che si rivolgono a noi per la loro pubblicità. L’appello quindi è ai panettieri, ai negozi di abbigliamento, alle botteghe, alle pasticcerie, ai parrucchieri, alle ferramenta. E’ grazie a voi che riusciamo ad informare i circa 3 lettori che quotidianamente ci scelgono nell’immenso di internet. La Redazione

15 febbraio 2013 0

Terremoto nel Cassinate, scossa di magnitudo 2.3

Di redazione

Un evento sismico con epicentro nella provincia di Frosinone è stato avvertito dalla popolazione. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Terelle, Belmonte Castello e Cassino. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento è stato registrato alle ore 19.22 con magnitudo locale 2.3. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano, al momento, danni a persone e/o cose.

15 febbraio 2013 0

Furti in abitazione a Gaeta, carabinieri sulle tracce dei ladri trovano gli spacciatori

Di redazione

Cercano ladri, trovano spacciatori. Sono i carabinieri della compagnia di Gaeta che ieri hanno intensificato i controlli sulla città in seguito ad una serie di furti in abitazione durante le prime ore del pomeriggio degli ultimi tre giorni. Furti che in alcuni casi sono stati effettuati in presenza dei proprietari nelle abitazioni. In un caso, ieri, i malviventi avrebbero staccato dal muro, all’interno di un appartamento, una cassaforte contenente soldi e oggetti preziosi per decine di migliaia di euro. La risposta delle forze dell’ordine non sie è fatta attendere e polizia e carabinieri hanno intensificato i controlli. Gli agenti del commissariato avrebbero ritrovato alcuni oggetti rubati di cui i malviventi si sono disfatti per evitare di essere catturati. I carabinieri, invece, hanno fermato tre cittadini albanesi residenti ad Anagni nella cui auto c’erano arnesi utili allo scasso. Nella successiva perquisizione domiciliare in Ciociaria, i militari hanno rinvenuto, ben occultati du sacchetti di cellophan contenente poco più di 200 grammi di eroina. Inevitabile, per i tre, l’arresto.

15 febbraio 2013 0

Confezionava dosi di droga in casa, in manette un 30enne

Di redazionecassino1

Nella mattinata odierna i carabinieri del NORM della Compagnia di Sora, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, traevano in arresto P.L., 30enne del luogo, sorpreso presso la propria abitazione mentre confezionava dosi di droga. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare venivano rinvenuti gr.85,00 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, nr.2 bilancini di precisione, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento, il tutto posto sotto sequestro. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino;

 

15 febbraio 2013 0

Settanta nuovi alberi al campo sportivo “Bruno Zauli”

Di redazionecassino1

Nuovo look per il campo “Bruno Zauli”, conosciuto anche come  Campo Coni, che si riappropria del decoro ed implementa il proprio patrimonio arboreo. Questa mattina, venerdì 15 febbraio 2013, infatti, alle ore 10, all’interno della struttura sportiva di via Marittima, sono stati messi a dimora ben 70 nuovi alberi in sostituzione e ad integrazione di quelli che erano stati danneggiati dalla nevicata del febbraio dell’anno scorso.

Si è dato inizio all’impiantamento di quelli che entro poche settimane saranno un lungo filare di Prunus serrulata, alberi dai magnifici fiori colore rosa, posti nei pressi della pista di atletica. Nello stesso tempo, si sta  realizzando un piccolo boschetto con alberi di lioridendro e liquidambar, mentre un esemplare di alloro è stato allocato nelle vicinanze del podio del campo di atletica, a ricordare come questa pianta, con le sue verdi foglie, cingeva il capo dei vincitori e costituiva il massimo onore per il trionfo nelle attività sportive dell’antichità.

L’intervento è a costo zero, in quanto frutto di un accordo di compensazione ambientale tra Comune e privati.

Alla manifestazione ha presenziato il vice sindaco ed assessore all’ambiente Fulvio De Santis che ha espresso la propria soddisfazione per il risultato conseguito: “Abbiamo risposto concretamente e con i fatti alla richiesta dei fruitori di una così bella ed importante struttura cui teniamo molto. Lo abbiamo fatto in tempi rapidi anche grazie alla sinergia tra Pubblica Amministrazione e privati, nel giusto contemperamento dei rispettivi interessi. Nel caso di specie, si è dato utile corso ad una convenzione tra Comune di Frosinone e società Solac, il cui rispetto è un chiaro ed evidente segnale della serietà di questa amministrazione che ha sempre sostenuto che la collaborazione tra Pubblico e privato è la strada maestra per il rilancio, anche ambientale, della nostra Città. Sono felice perché oggi, di tutto ciò si è avuto riprova e per questo il mio ringraziamento va alla Struttura Comunale settore Ambiente, all’Amministrazione di Frosinone ed alla Società Solac”.

15 febbraio 2013 0

Polizia locale avvia i controlli sulle affissioni elettorali, pesanti sanzioni ai trasgressori

Di redazionecassino1

Il comando della Polizia locale comunica che ha avuto inizio il servizio di controllo su tutto il territorio comunale per le affissioni elettorali relative alle prossime consultazioni politiche e regionali del 24 e 25 febbraio 2013. Come è noto tutti coloro che risulteranno abusivi, ovvero tutti coloro che non rispetteranno la normativa vigente, in particolare apponendo manifesti fuori dagli spazi consentiti,  saranno poi costretti a pagare multe salatissime.

A tal proposito, la Prefettura di Frosinone ha trasmesso, per la prima volta, le prime Ordinanze di ingiunzione riguardanti 100 verbali redatti dal corpo di Polizia locale di Frosinone, relative ad affissioni elettorali  abusive della tornata elettorale  2011.

 

15 febbraio 2013 0

I Vigili del Fuoco rimuovono dal campanile della Chiesa lastre di piombo staccate dal vento

Di redazionecassino1
Un importante intervento di messa in sicurezza del campanile della Chiesa di San Magno, a Colle San Magno, è stato realizzato dai Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino, con la collaborazione di una squadra proveniente dal Comando di Frosinone.

Coordinati dal responsabile Mario Di Giorgio, i pompieri sono intervenuti con una speciale autoscala e hanno rimosso diverse lastre di piombo che si erano staccate dalla cupola dell’edificio sacro in seguito degli eventi metereologici dei giorni scorsi. In particolare, il forte vento aveva causato il distacco delle lastre che pendevano, pericolose, sulla strada e il vicolo sottostante. Per evitare situazioni di pericolo alla popolazione, visto che la Chiesa si trova proprio al centro del paese, dunque in una zona abbastanza trafficata dai pedoni, i vigili sono intervenuti celermente. Non solo hanno rimosso il pericolo delle lastre pendenti, ma hanno sistemato dei teli sul campanile in maniera tale da evitare infiltrazioni d’acqua nell’edificio sacro. Presenti sul posto per assicurare il sostegno logistico richiesto durante l’intervento, che è durato un giorno e mezzo, i rappresentanti dell’amministrazione comunale di Colle San Magno. “Vogliamo rivolgere un sentito ringraziamento ai vigili di Cassino – ha dichiarato il sindaco Di Nota a nome dell’intera maggioranza che governa il comune montano – sono stati velocissimi e professionali. Con abilità ed efficacia hanno rimosso una evidente situazione di pericolo, salvaguardando uno dei simboli della nostra comunità come il campanile della Chiesa di San Magno. Dopo la messa in sicurezza, seguirà l’intervento di consolidamento da parte del Genio Civile, in maniera tale da evitare in futuro simili problematiche. Ancora una volta, come è successo anche la scorsa estate in occasione di alcuni incendi, il Corpo dei Vigili del Fuoco si dimostra amico della comunità di Colle San Magno, che doverosamente ringrazia”.
15 febbraio 2013 0

Protocollo d’intesa tra Finanza e Comune contro evasione fiscale e ‘falsi poveri’

Di redazionecassino1

“Si stringe la maglia della lotta all’evasione sul territorio di Pescara: Amministrazione Comunale e Comando Regionale della Guardia di Finanza hanno infatti stipulato un Protocollo d’Intesa ad hoc per incrementare i controlli ai fini del contrasto all’evasione dei Tributi locali e della percezione illecita di prestazioni sociali agevolate. L’obiettivo non è ovviamente quello di vessare gli utenti, ma piuttosto di tutelare i contribuenti che, nel rispetto delle regole, pagano le imposte, scovando i ‘furbi’”. Lo ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che stamane ha sottoscritto il Protocollo d’Intesa con il Comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza Generale Francesco Attardi, alla presenza anche del Comandante provinciale delle Fiamme Gialle, colonnello Mauro Odorisio, e dell’assessore comunale ai Tributi Massimo Filippello.

“Ormai da quattro anni la nostra amministrazione comunale è impegnata nella lotta serrata contro l’evasione delle imposte locali partendo da un principio chiaro, ossia pagare tutti per pagare meno, assicurando il rispetto di norme e regole del vivere sociale – ha spiegato il sindaco Albore Mascia -. Comprendiamo che in tempi di forte crisi economica, come quella che stiamo vivendo, diventa sempre più difficile chiedere alle famiglie di pagare oneri sempre più gravosi, ma proprio per tutelare quegli utenti che effettivamente hanno diritto a usufruire di agevolazioni o di sostegni economici da parte della pubblica amministrazione per difficoltà personali, abbiamo il dovere di essere rigorosi nei confronti di chi ha invece opportunità e condizioni economiche tali da poter pagare le imposte, ma tenta di fare il furbo e magari, presentando, una semplice autocertificazione e autoattestando un reddito minimo, riesce a usufruire del pagamento agevolato della mensa scolastica per i propri figli o dell’iscrizione gratuita all’asilo a discapito degli altri contribuenti”.

Dal canto suo, il Gen. Attardi ha affermato che l’attuale periodo di crisi ha fatto “innalzare” il livello di attenzione sui temi della tutela delle risorse dello Stato e degli Enti locali. La G. di F. non sta chiusa nel “palazzo”, senza guardare fuori dalla finestra, ma oggi, “in silenzio e a fari spenti”, continua a lavorare per individuare le migliori pratiche per ridurre sprechi e inefficienze,  anche davanti alla stessa opinione pubblica, più attenta di fronte agli episodi di mala-gestione o di sperpero delle risorse.

Proprio per tutelare i contribuenti e l’economia, cerchiamo di porci come tutori dell’economia legale, dalla parte degli imprenditori onesti e collaboriamo, sviluppando sinergie, con enti locali, associazioni di categoria, aziende sanitarie e università, unendo le forze in un comune impegno contro la cultura dell’illegalità.

E questo di oggi è uno dei protocolli di collaborazione stipulati proprio nel settore della lotta agli sprechi con enti gestori ed erogatori, al fine di impedire che una buona parte delle risorse finisca nel buco nero dello spreco.

Per questi motivi continueremo oltre ad aggredire i fenomeni come le frodi ai sistemi previdenziali e assistenziali e quelle di maggiore spessore sui settori che l’esperienza operativa individua come più remunerativi, quali la spesa sanitaria convenzionata, le misure finanziate con i fondi dell’Unione europea, incrementeremo anche la nostra presenza ispettiva per il contrasto dei fenomeni illeciti di massa nel settore delle prestazioni sociali agevolate oggetto dell’odierno protocollo che vuole, al contempo, testimoniare il progredire del concorso sinergico fra le varie Istituzioni dello Stato in difesa del bilancio pubblico ed a tutela delle risorse destinate al sostegno delle classi più indigenti…al motto…”pagare tutti per pagare meno”!

Secondo quanto stabilito nel Protocollo d’intesa, Comune e Guardia di Finanza si impegnano a collaborare, secondo le rispettive funzioni e competenze. Il Comune di Pescara fornirà al Comando Regionale della Guardia di Finanza i nominativi, o elenchi di nominativi, anche eventualmente attraverso procedure informatizzate, dei beneficiari di prestazioni agevolate pubbliche nonché i nominativi sui quali emergono fondati dubbi in merito alla veridicità della dichiarazione e inoltre, su richiesta, dello stesso Comando, documentazione e assistenza utile allo scopo dei controlli predisposti. Dal canto suo il Comando Regionale della Guardia di Finanza effettuerà i controlli sui beneficiari segnalati dall’Amministrazione comunale e darà comunicazione al Comune su violazioni di natura amministrativa e penale eventualmente rilevate. “ I controlli saranno effettuati secondo i criteri e le procedure prescritti nella normativa di riferimento e, naturalmente, nel pieno rispetto della privacy.”

Il protocollo avrà la durata di 3 anni e, per dare esecuzione al documento e assicurare un costante monitoraggio dell’attività, è stato costituito un Comitato esecutivo, composto da 4 membri, di cui due nominati dal Comune di Pescara, nelle persone dei Dirigenti del Settore Tributi e del Settore Politiche sociali, e due Ufficiali designati dal Comandante Regionale.

15 febbraio 2013 0

Approvato, in tempi record, il bilancio di previsione 2013

Di redazionecassino1

Tempi record per la Giunta Mitrano che approva il bilancio di previsione 2013, con quattro mesi di anticipo rispetto alla scadenza prevista dalla legge ( ovvero il 30 giugno 2013).

L’8 febbraio scorso, con delibera n° 54, la squadra di governo cittadino,  guidata dal Sindaco Cosmo Mitrano, ha dato il via libera alla presentazione in Consiglio Comunale del principale strumento di programmazione finanziaria dell’Ente.

“Non è mai accaduto a Gaeta – dichiara con orgoglio il Sindaco – Siamo il primo Comune della Provincia di Latina e tra i primi in Italia a raggiungere un obbiettivo così importante per la città in tempi incredibilmente veloci. Il bilancio di previsione è infatti un atto di programmazione economico – finanziaria fondamentale che, se approvato all’inizio dell’esercizio finanziario, permette di dare attuazione, rapidamente e in modo davvero efficiente ed efficace, ai programmi previsti nel documento, in particolare al Piano di investimenti, e di assegnare subito concreti e mirati obbiettivi ai dirigenti”.

Piste ciclabili, raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta, riqualificazione di zone strategiche della città come il Lungomare di Serapo, ristrutturazione della Scuola Mazzini con l’impiego delle migliori tecnologie disponibili per la didattica e l’efficienza energetica: sono alcune delle principali opere di ampio respiro inserite nel bilancio di previsione, destinate a cambiare il volto della città. Ma soprattutto “In considerazione della grave crisi economica – sottolinea il Sindaco Mitrano – abbiamo posto grande attenzione alla distribuzione delle risorse per il Welfare, in particolare per il disagio sociale  e per i progetti di sviluppo dell’occupazione. Con l’Assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Vona, inoltre, abbiamo focalizzato il nostro interesse su tutto ciò che concerne le politiche della sostenibilità: non solo il porta a porta, ma anche l’efficientamento energetico e la mobilità sostenibile. Tutte azioni rilevanti che concretizzano la mission del nostro mandato amministrativo”.

“Per il 2013 i trasferimenti dello Stato al Comune di Gaeta saranno pari a 0 – tiene a precisare il Primo Cittadino – Non avremo un euro dal Governo centrale, per essere  chiari. Ma nonostante questo, siamo riusciti a non aumentare le tasse. Abbiamo solo obbedito alla Legge che richiedeva l’adeguamento alla nuova imposta denominata TARES. Nel 2013, infatti, fa il suo ingresso la nuova tassa prevista dal decreto Salva-Italia del Governo Monti, che sostituisce la Tarsu e la Tia. La Tares rispetta due nuovi parametri che ne aggravano il peso sui contribuenti. In primis la Tares dovrà coprire il 100% del costo del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani sostenuto dai Comuni, che oggi si ferma in media al 90%. A questo si aggiunge il fatto che la Tares dovrà finanziare anche i “servizi indivisibili”, forniti dall’ente locale come l’illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade, la polizia locale, le aree verdi. Per queste ragioni la Tares avrà purtroppo un peso maggiore della Tarsu. Siamo però riusciti ad evitare l’aumento di altre tasse e tariffe, senza ridurre la sfera dei servizi al cittadino, grazie ad un accurato lavoro sulle varie voci di bilancio. A tal proposito vorrei ringraziare di cuore la d.ssa Maria Veronica Gallinaro, dirigente del Dipartimento Finanze e Bilancio del Comune di Gaeta, e i dipendenti degli Uffici di tale dipartimento, per aver operato in modo così attento, impegnandosi al massimo per consentire al Comune di tagliare questo importante traguardo”.

 

 

15 febbraio 2013 0

Sorpreso mentre spacciava coca, arrestato, dalla Guardia di Finanza, un italo-francese

Di redazionecassino1

La scorsa notte, a Castelforte, i baschi verdi appartenenti al gruppo della guardia di finanza di Formia, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto un franco-italiano, classe 90, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I  finanzieri, dopo averlo visto parlare per pochi istanti con un automobilista, al quale ha consegnato della sostanza stupefacente in cambio di denaro, hanno dapprima fermato quest’ultimo che, trovato in possesso di una dose di cocaina, è stato segnalato alla prefettura quale abituale assuntore e, successivamente, hanno arrestato il giovane per spaccio di sostanze stupefacenti in flagranza.

Le conseguenti perquisizioni sulla persona hanno permesso di rinvenire un’ulteriore dose di cocaina pronta per essere ceduta ad altro avventore, nonché denaro contante, ritenuto sicuro provento dello spaccio.

Nel corso della perquisizione eseguita presso il suo domicilio con l’ausilio dell’unità cinofila, sono stati rinvenuti anche alcuni grammi di hashish.

Giudicato con rito direttissimo innanzi al tribunale di Gaeta, lo spacciatore è stato poi posto agli arresti domiciliari.