Giorno: 21 febbraio 2013

21 febbraio 2013 0

Terremoto, ieri altro famiglia sgomberata a Casalvieri. Sono 500 le strutture ancora da verificare

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ancora uno sgombero per via del terremoto. Ieri sera alle 23, una famiglia di Casalvieri è stata costretta a lasciare la propria abitazione su consiglio dei vigili del fuco che ne hanno valutato l’inagibilità. Anche in questo caso i danni sono stati provocati dal terremoto di sabato sera che con una magnitudo di 4.8 con epicentro proprio nel sorano, ha seminato il panico non solo nella provincia di Frosinone ma anche nella Capitale, nella provincia di Latina e nel vicino Abruzzo. Diverse decine le famiglie costrette a lasciare la loro abitazione a causa delle sinistre crepe createsi sul muro. Resta ancora una coda di 500 verifiche strutturali che i tecnici dei vigili del fuoco devo ancora effettuare. Chiusa l’Unità di crisi, i verificatori si muovono divisi in una decina di squadre che questa mattina dovrebbero essere raddoppiate grazie all’intervento dell’ordine degli ingegneri che ha coordinato composizione di altre squadre. Il lavoro però è tanto. Solo a Sora sono 180 le strutture da verificare, circa 60 a Isola Liri, 50 ad Alvito e poi a decrementare a Broccostella, Casalvieri, Monte San Giovanni Campano, Fontechiari, Campoli fino a Boville Ernica. Er. Amedei F.to. Antonio Nardelli

21 febbraio 2013 0

Ladri a L’Insolito Caffé di Castelnuovo, portano via due slot machine

Di redazione

Raid ladresco nel bar L’Insolito Caffè sulla superstrada Cassino Formia nel centro abitato di San’Antonio Abate a Castelnuovo Parano. Nella notte tra martedì e mercoledì, i malviventi hanno forzato la serratura della porta del locale che da sul retro e, una volta all’interno, hanno preso possesso di tutto ciò che di valore capitava loro a portata di mano. In particolare, secondo una tecnica cllaudata, hanno portato via due slot machine. Ovviamente non lo hanno fatto perché incalliti giocatori ma perché interessati del contenuto, dei soldi conservati nella cassetta di sicurezza delle macchinette. Una volta fuori hanno la possibilità di scardinarle con calma in qualche anfratto di campagna. Er. Amedei foto repertorio

21 febbraio 2013 0

Torna a casa dopo una settimana e trova la moglie anziana morta, gaetano denunciato per abbandono

Di redazione

Ha lasciato morire la moglie anziana in stato di abbandono. Questa l’accusa mossa dagli investigatori della polizia del commissariato di Sora ad un70enne di Gaeta rimasto vedovo la scorsa estate della moglie 83enne. Dalle indagini svolte dagli uomini del vice questore Marta De Bellis l’uomo avrebbe lasciato la consorte in stato di completo abbandono per circa una settimana e a causa della trascuratezza, lei non completamente autosufficiente, sarebbe morta. I fatti risalgono alla scorsa estate, gli agenti sono intervenuti a seguito del rinvenimento del cadavere di una persona di sesso femminile, all’interno della sua abitazione, da parte del coniuge. Inizialmente pareva trattarsi di un normale decesso riferito all’età avanzata della donna, successivamente però è stato appurato che il marito si era allontanato da circa una settimana da Gaeta per recarsi presso un’abitazione di proprietà sita in Roma, lasciandola completamente da sola e senza alcuna assistenza. La donna, in stato di salute precario in quanto affetta da diverse patologie riconducibili all’età avanzata, forse a causa di un malore o per impossibilità ad alimentarsi da sola correttamente, è deceduta. Quando il marito, a distanza di circa una settimana, ha fatto rientro a casa, l’ha rinvenuta all’interno dell’abitazione ormai cadavere. Dopo aver allertato il medico curante e la Polizia questi, intervenuti sul posto, constatavano subito che la donna era deceduta già da qualche giorno, ipotesi confermata altresì dal medico legale in sede di successiva autopsia. La successiva attività investigativa svolta dagli uomini della De Bellis avrebbero permesso di accertare la responsabilità penale del marito della donna per aver completamente abbandonato a se stessa la moglie per circa una settimana pur essendo consapevole delle sue problematiche di salute e la sua incapacità di poter badare da sola a se stessa. Er. Am.

21 febbraio 2013 0

Auto in fiamme nella notte ad Aprilia, tre distrutte in un concessionario

Di redazione

Quattro auto sono state incendiate nel giro di un’ora questa notte ad Aprilia. Il primo allarme è arrivato alle 12.45 e all’arrivo dei vigili del fuoco sulla strada Nettunense, in un concessionario Citroen tre vetture erano già avvolte dal fuoco. Il tempo di domare il rogo e, meno di un’ora dopo, l’allarme incendio è scattato in via Sava, dall’altra parte della città. Anche lì una vettura era avvolta dalle fiamme. Difficile non ipotizzare il dolo ma del caso se ne stanno occupando le forze dell’ordine per trovare, qualora ve ne fossero, elementi che colleghino i due episodi. Er. Am. Foto repertorio