Giorno: 27 febbraio 2013

27 febbraio 2013 0

Secondo congresso del Fns Cisl a Frosinone. Affrontate le problematiche delle istitruzioni rappresentate. Saluti e ringraziamenti a Simeoli

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Congresso provinciale numero due quello della Federazione Nazionale della Sicurezza (Fns) Cisl, che si è svolto oggi presso il comando provinciale dei vigili del fuoco di Frosinone in via Montilepini. Dopo quattro anni, la presenza del segretario nazionale Mattia D’Ambrosio, Il segretario generale regionale Nazareno Leoni, il segretario provinciale Enrico Coppotelli ed altri quadri sindacali del Lazio si è riunita l’assemblea elettiva composta dai delegati dei vigili del fuoco, polizia penitenziaria e guardia forestale delle varie sedi della provincia per eleggere il direttivo provinciale Fns. Dalle successive votazioni all’unanimità è stato riconfermato il segretario generale uscente Mauro Petrilli, affiancato dal segretario generale aggiunto Salvatore Simeoli. Al congresso sono intervenuto il comandante provinciale vigili del fuoco di Frosinone l’ing. Maurizio Liberati ed il vice comandante l’Ing. Giovanni Rezoagli che hanno portato i saluti all’organizzazione, inoltre il comandante si e’ complimentandosi per la coerenza dell’organizzazione nell’affrontare le problematiche.

Dopo i vari interventi che hanno toccato tutte le problematiche dei lavoratori e delle lavoratrici di tutte e tre le istituzioni, dalla difficoltà del taglio dei fondi alla sicurezza, dei pochi mezzi e uomini a disposizione, dalla chiusura di talune sedi di servizio (vedi Arce), dalla realtà fatiscente di alcune case circondariali e riforma previdenziale, il consiglio tutto, il comandante provinciale ed i presenti, commossi, hanno salutato ed espresso gratitudine per il lavoro svolto, al segretario generale aggiunto uscente Giuseppe Simeoli che dopo 33 anni di attività sindacale ha raggiunto l’ ambita meta della pensione.

27 febbraio 2013 0

Incontro fra il sindaco di Gaeta e di Genova, presentata la VI edizione dello Yacht Med Festival

Di redazionecassino1

Il sindaco Marco Doria e gli assessori Pino Boero e Francesco Oddone hanno ricevuto questa mattina a palazzo Tursi  il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano e il presidente della Camera di Commercio di Latina Vincenzo Zottola, che hanno anche visitato il Museo del Mare ricevuti da Maria Paola Profumo, presidente del Mu.MA.

Durante l’incontro è stata illustrata la sesta edizione dello Yacht Med Festival – Fiera Internazionale dell’Economia del Mare -, in programma a Gaeta dal 20 al 28 aprile prossimi, ed è stato presentato il Museo del Mare che, nello stesso mese, verrà inaugurato nell’ex Caserma Cosenz, situata nella zona medievale della città laziale.

Nel porgere il benvenuto agli ospiti, il sindaco Doria ha sottolineato il valore che il Museo Galata riveste per la nostra città e ha apprezzato il fatto che l’esperienza genovese ispiri analoghe iniziative. “Questo rapporto – ha aggiunto -, insieme alle molte altre iniziative di promozione inaugurate dall’Amministrazione, potrà contribuire ad estendere lo scambio turistico tra Genova e altre aree del Paese”

“È un onore poter presentare le nostre iniziative a Genova – ha spiegato Cosmo Mitrano, sindaco di Gaeta -. La nostra visita tende a rafforzare i legami tra le due città, cercando di fare tesoro delle vostre competenze ed esperienze. In particolare, per quanto riguarda la futura gestione del nostro Museo del Mare, auspichiamo interscambi e collaborazioni gestionali e scientifiche.”

Il presidente della Camera di Commercio di Latina Vincenzo Zottola ha osservato che  “lo Yacht Med Festival è un evento ideato nel 2007 e cresciuto  negli anni sino a diventare un vero e proprio punto di riferimento. Come ogni anno sarà caratterizzato da una regata.”

27 febbraio 2013 0

Non gradisce la compagna 25enne rumena del fratello e lo perseguita, arrestato per stalking

Di redazionecassino1

Sarà stata forse un po’ d’invidia o forse solo un forte spirito tradizionalista ma lui, 59enne di Quadri (CH), quella storia d’amore tra il fratello 61enne e la giovane rumena di 25 anni, proprio non la condivideva. In più occasioni aveva manifestato il suo disappunto per quella relazione con una donna troppo più giovane ma in nessun caso era riuscito a sortire l’effetto desiderato. Per questo motivo da circa sei mesi aveva deciso di rendere la vita impossibile alla coppia, che abitava nel suo stesso palazzo, con l’intenzione di farli lasciare o, quantomeno, costringerli ad andare a vivere altrove. Una situazione però che è ben presto degenerata a tal punto da spingere il fratello maggiore a rivolgersi ai Carabinieri della Stazione di Quadri per chiedere aiuto. L’uomo ha raccontato ai militari dell’Arma che il fratello minore da diverso tempo ormai perseguitava lui e la sua compagna rumena offendendoli con parolacce, minacciandoli verbalmente, e mettendo in essere una serie di comportamenti da creare un vero e proprio stato di paura in entrambi. Scatta quindi nei confronti del 59enne, su richiesta dei Carabinieri, un provvedimento di ammonimento da parte del Questore di Chieti che però non modifica la situazione. Il 59enne infatti continua nella sua opera e la notte inizia a sparare dei petardi sotto l’abitazione del fratello per non farli dormire e quando la coppia organizza delle cene con gli amici lui aggredisce verbalmente gli ospiti e li costringe ad andare via. Negli ultimi tempi poi la situazione degenera ulteriormente perché danneggia l’auto del fratello e in alcune occasioni, al termine di liti furibonde, li aggredisce anche fisicamente. Per tutte queste ragioni l’uomo, all’inizio di Febbraio, viene denunciato in stato di libertà dai Carabinieri della Stazione di Quadri con l’accusa di atti perquisitori (Stalking). La situazione però non cambia neanche in questo caso e i carabinieri devono intervenire ancora fino a quando ieri, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lanciano, i militari dell’Arma si recano nuovamente a casa del 59enne ma questa volta per notificargli un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di atti persecutori. L’uomo attualmente si trova presso la casa circondariale di Lanciano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

27 febbraio 2013 0

Picchia violentemente la convivente, arrestato dai Carabinieri un 41enne

Di redazionecassino1

Nelle prime ore della mattinata, in San Giovanni Incarico, i militari della locale Stazione intervenivano presso un’abitazione di quel centro per una violenta lite che coinvolgeva due conviventi. Giunti sul posto, rilevando che la donna era stata violentemente percossa e che la stessa nella circostanza denunciava una serie di maltrattamenti fisici perpetrati dal suo stesso convivente (41enne del luogo), che si protraevano già da alcuni mesi, i militari operanti procedevano all’arresto di quest’ultimo poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. In particolare la donna, prontamente trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Cassino, veniva riscontrata affetta da vari traumi e contusioni, giudicati guaribili in gg.5 sc. L’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

27 febbraio 2013 0

Elezioni 2013, tra nuovi e vecchi consiglieri regionali e nuovi parlamentari

Di redazione

La regione cambia volto politico e a quello del centrodestra di Renata Polverini si sovrappone quella del centrosinistra di Nicola Zingaretti che con il 40,65% (1.329.642 preferenze ha schiacciato l’avversario diretto del centrodestra Francesco Storace (29,32% – 959.108). Terzo incomodo, e dopo l’affermazione nazionale non è più una novità, il candidato del Movimento Cinque Stelle, Davide Barillari che ha raccolto 661.502 preferenze attestandosi al 20.22% dei voti. Quasi a pari merito con Storace, gli astenuti che sono il 28,05%. La provincia di Frosinone, avrà quattro rappresentanti, e tra questi spicca l’affermazione di Marino Fardelli della lista Bongiorno che forte di oltre 6900 voti ha avuto la meglio sul suo compagno di lista Fabio Forte, di circa 400 voti. Mauro Buschini per il centrosinistra, Mario Abbruzzese salvo dalla tempesta Fiorito e una delle due grilline tra Ilaria Fontana e Enrica Segneri. Cassino , inoltre, ha il suo rappresentante al Senato della Repubblica. Si chiama Marino Mastrangeli, 41 anni di Sant’Angelo in theodice, ex agente di polizia in pensione per invalidità. Ha partecipato alle elezioni nella lista del movimento Grillo di cui fa parte dal 2009. A Frosinone eletto alla Camera, nello stesso movimento, Luca Frusono, di 27 anni terzo. Centrosinistra anche nel vicino Molise dove Paolo Frattura grazie al 44,70% delle preferenze è il nuovo presidente della Regione davanti al presidente uscente Michele Iori che raccoglie il 25,80% e ad Antonio Federico che piazza l’M5S al 16,76. La terza regione al voto, la Lombardia, mantiene i colori del centrodestra con Roberto Maroni e il suo 42,81% seguito da Umberto Ambrosoli del centrosinistra al 38,24% e da Silvana Carcano al 13,62%. In tutti i casi, l’ultimo partito nato, quello di Grillo, fa sentire il fiato sul collo agli ai partiti e alle facce “storiche” della politica italiana.

27 febbraio 2013 0

Il maltempo condiziona la 19esima giornata. Rinviati dieci incontri

Di redazionecassino1

La 19esima giornata è stata caratterizzata da molti incontri sospesi o rinviati a causa del maltempo. Per quelli giocati da segnalare, nel trofeo “Elcar Telefonia”, il primato di Professional Service che pur pareggiando, 1 a 1, con Beghelli resta in testa a otto lunghezza di vantaggio, ma vede avvicinarsi Amatori Rocca D’Evandro vittoriosa, 3 a 0, contro La Leggenda di Nai e Cassino Doc che batte, 2 a 1, Rocca D’Evandro 2011  (nella foto) entrambe a quota 40 punti. Nel trofeo “Paliotta infissi” il match più atteso tra Freedom Coreno e Tecnostore Roccasecca non si è disputato per le condizioni meteo, ma c’è da segnalare la pesante sconfitta, 4 a 2, di Aquino contro Cerreto e il 5 a 1 del Cervaro al Terelle e il 3 a 0 del Real Sordella sul terreno  del Castelnuovo. Resta saldamente in testa a quota 37 Tecnostore Roccasecca. Nulla di nuovo per la classifica nel girone “Erre Condomini” dove la capolista, Atletic Mignano, incrementa il suo vantaggio con la vittoria di misura, 1 a 0 contro La Ferrara. Anche in questo girone sono tre gli incontri da recuperare, fra cui proprio quello che interessa Yammo.it, diretta inseguitrice della capolista. Nel quarto girone, “Lavanderie Velox”, ferme le formazioni di Pontecorvo, Longobarda e Sporting, se ne avvantaggia Arce che ora è al secondo posto dopo la facile vittoria, 2 a 6, contro il fanalino Plaza Cafè Pontecorvo. Pareggio 3 a 3, fra Corsari Colfelice e Rinascita Monticelli. Passo avanti di Castro che batte, 1 a 2, in trasferta Amatori Colfelice.

F. Pensabene

27 febbraio 2013 0

Elezioni 2013: Annalisa D’Aguanno la piu’ votata del Pdl in tutto il Lazio

Di redazionecassino1

La donna piu’ votata del Popolo delle Liberta’ in tutto il Lazio: e’ il risultato, assolutamente lusinghiero, conquistato da Annalisa D’Aguanno nelle elezioni di domenica e lunedi’ scorsi. Un risultato ottenuto grazie ai 2.887 voti di preferenza personali usciti dalle urne, voti che le assicurano un ruolo e un peso di rilievo all’interno del partito tanto a livello provinciale quanto a livello regionale e che hanno generato soddisfazione nella candidata del Pdl. <La competizione e’ stata molto impegnativa – ha dichiarato Annalisa D’Aguanno – e il risultato ottenuto dal centrodestra e dal Pdl e’ stato nel complesso soddisfacente, soprattutto considerando l’enorme divario di partenza che separava le due coalizioni. Ancora piu’ soddisfatta sono poi per il mio risultato personale, visto che sono risultata la piu’ votata tra le candidate del Pdl in tutto il Lazio. Un esito che mi sprona ad un impegno ancora maggiore, a partire già’ da queste ore, sia per l’attuazione del programma e per la difesa e valorizzazione del territorio, sia, in chiave piu’ squisitamente interna al Pdl, per dare il mio apporto al potenziamento e rinnovamento del partito. Insomma – ha concluso la D’Aguanno – la responsabilita’ assegnatami dalle urne come donna piu’ votata mi carica ed entusiasma e mi trova pronta a nuovi impegni nell’interesse del partito e della nostra provincia>. Per Annalisa D’Aguanno si tratta di un ottimo successo personale e dell’ennesima conferma in una storia politica giovane e vincente che l’ha sempre vista affermarsi nelle varie competizioni elettorali cui ha partecipato. Ricordiamo in merito che gia’ alla sua prima candidatura, nel 2006 alle elezioni comunali di Cassino, sua citta’ natale, e’ risultata la donna piu’ votata della sua lista. Quindi, nel 2009 alle elezioni provinciali, e’ risultata la prima ed unica donna eletta nel Collegio Cassino 1. Una storia di successi che si e’ ripetuta nel 2010 alle elezioni regionali quando, inserita per i suoi meriti politici nel Listino del Presidente, e’ risultata l’unica donna eletta per il Pdl della provincia di Frosinone. Infine, domenica e lunedì il suggello come donna piu’ votata di tutto il Lazio per il Pdl.

27 febbraio 2013 2

Nervi da post elezioni, aggredito il capo segreteria di Mario Abbruzzese

Di redazione

Un commento metre parlava al telefono a voce forse troppo alta fatto da Niky Dragonetti, capo segreteria del neo eletto consigliere regionale di opposizione Mario Abbruzzese, ex presidente della Regione Lazio, ha innescato una spopositata reazione di un uomo all’interno del bar Centrale di Cassino. Queesta mattina mentre Dragonetti faceva colazione, è stato aggredito fisicamente e verbalmente da un uomo evidentemente di fazione politica diversa. Come raccontato da testimoni e da lui stesso, lo sfortunato protagonista stava facendo colazione in un bar del centro nei pressi dell’ufficio elettorale di Abbruzzese, commentando al telefono i dati elettorali con un conoscente. Forse qualche commento a voce troppo alta ha innescato la reazione di un uomo che lo avrebbe prima insultato con frasi del tipo ”Vi siete mangiati tutto” e poi lo ha spintonato. Alla reazione verbale di Dragonetti l’aggressore ha tentato di avventarsi al suo collo senza riuscirci perché fermato da altri presenti nel bar. A quel punto Dragonetti, per evitare che la situazione degenerasse, ha preferito allontanarsi. Ermanno Amedei

27 febbraio 2013 0

Cibo e intolleranze, al via ciclo di incontri alle elementari di Lanciano

Di redazionecassino1

Si parlerà di intolleranze, celiachia e relative istruzioni per l’uso nel ciclo di incontri dal titolo “Gusti-amo-li”, un contenitore dedicato al corretto rapporto con il cibo che coinvolgerà insegnanti, rappresentanti dei genitori e alunni della Scuola primaria “Olmo di Riccio” di Lanciano (Chieti). L’iniziativa, articolata in tre incontri, si svolgerà presso l’Aula Magna dell’istituto frentano. Obiettivo principale del progetto è rendere accessibili le informazioni e semplificare le domande per dare ai bambini gli elementi di conoscenza necessari a costruire un sano rapporto con il cibo, soprattutto nei casi di intolleranze.

La direzione scientifica dell’evento è affidata al dottor Giovanni Ferrini, responsabile della Gastroenterologia di Lanciano, in collaborazione con la dottoressa Sonia Etere, del Consultorio dell’Aquila, la società Adriatica Consulting e grandi marchi dell’alimentazione dietetica.

Nel primo incontro, fissato per domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani, giovedì 28 febbraio, alle ore 16, è previsto un laboratorio con gli insegnanti e la presentazione del libro «Nella cucina di Sofia ci siamo anche noi» di Sonia Etere. Seguirà il 26 marzo. alla stessa ora, la giornata di workshop dedicata alla celiachia, all’alimentazione senza glutine e alle intolleranze, di cui parlerà la specialista Pina Larcinese. Si chiude il 9 aprile con il workshop finale «Cosa mangiano gli orsetti», tenuto dalle pediatre Grazia Madonna e Marianna Caratella, nel corso del quale saranno preparati e degustati piatti a base di prodotti senza glutine.

«Con la prima edizione di “Gusti-amo-li” – spiega Giovanni Ferrini – si dà il via a una serie di iniziative che mirano a dare consapevolezza sugli atteggiamenti da adottare nei confronti del cibo. Con i bambini della scuola primaria di Olmo di Riccio si proseguirà, durante tutto l’anno, con iniziative formative e informative, attività di laboratorio e di auto-imprenditoria per parlare di cibo, intolleranze e prodotti senza glutine».

27 febbraio 2013 0

La Diocesi di Montecassino a Roma dal Papa

Di admin

Per una giornata storica come quella di oggi, 27febbraio 2013, dalla diocesi di Montecassino sono partiti due pullman alla volta di Roma per partecipare all’ultima Udienza generale del papa Benedetto XVI. Era previsto un arrivo massiccio di pellegrini e fedeli da ogni parte del mondo, per cui la partenza da Cassino è avvenuta all’alba, dopo aver accolto un gruppo di San Salvo che si è unito. Il desiderio più grande per tutti era di stare vicino al Papa che ci ha guidato per quasi otto anni, infondendoci una fede grande, basata non solo sulla devozione, ma anche sulla razionalità. Fides et ratio è stato uno dei lasciti di questo Papa che ora sta per concludere il suo ministero, dopo una decisione meditata, sofferta, libera e coraggiosa. E poi tutti volevano esprimere a papa Benedetto il proprio affetto e la propria gratitudine profonda. E così è stato. Un grande sctriscione a nome della Diocesi di Montecassino stava lì a testimoniare il grazie della Terra Sancti Benedicti. Tantissimi gli altri striscioni preparati da tutti i gruppi intervenuti: la parola più ricorrente era GRAZIE! E lui, Benedetto, non ha fatto mancare la sua parola, in un’atmosfera densa di commozione e di affetto, ha ringraziato, con quella sua naturalezza timida e quasi meravigliata di tanta partecipazione, poi, commentando la Parola e tracciando un po’ un bilancio del suo intenso pontificato, ha detto che ci sono stati momenti di luce e di sole, ma anche momenti di buio e di difficoltà, ma la sua certezza più assoluta è sempre stata di non essere solo, ma di aver avuto sempre accanto a sé il Signore, ma anche tanti collaboratori pieni di entusiasmo. Ed ha raccomandato a tutti di avere sempre questa fiducia, che il Signore ci è vicino anche nei momenti più difficili. Dio ci ama e la “barca di Pietro” continua, nonostante le tempeste, ad andare avanti. Parlando poi della preghiera, che d’ora in poi sarà la sua perenne occupazione stando “sul monte”, ha ricordato S. Benedetto ed il suo insegnamento sulla vita attiva e su quella contemplativa fatta principalmente di preghiera. Ci ha commossi profondamente con queste parole, facendoci sentire “a casa”. In una piazza S.Pietro gremita fino all’inverosimile, un sole tiepido e gradevole ha reso il momento ancora più dolce e memorabile e l’affetto per papa Benedetto ancora più forte, tenace e sincero. Per lui e con lui i fedeli continueranno a pregare, invocando lo Spirito di Dio sulla sua persona e sul prossimo conclave, chiamato ad eleggere il suo successore. E si pregherà anche per il nuovo Papa, con l’affetto di figli e la gratitudine per aver già sperimentato la premurosa attenzione di Dio per la sua Chiesa.