Elezioni 2013, tra nuovi e vecchi consiglieri regionali e nuovi parlamentari

27 febbraio 2013 0 Di redazione

La regione cambia volto politico e a quello del centrodestra di Renata Polverini si sovrappone quella del centrosinistra di Nicola Zingaretti che con il 40,65% (1.329.642 preferenze ha schiacciato l’avversario diretto del centrodestra Francesco Storace (29,32% – 959.108). Terzo incomodo, e dopo l’affermazione nazionale non è più una novità, il candidato del Movimento Cinque Stelle, Davide Barillari che ha raccolto 661.502 preferenze attestandosi al 20.22% dei voti. Quasi a pari merito con Storace, gli astenuti che sono il 28,05%. La provincia di Frosinone, avrà quattro rappresentanti, e tra questi spicca l’affermazione di Marino Fardelli della lista Bongiorno che forte di oltre 6900 voti ha avuto la meglio sul suo compagno di lista Fabio Forte, di circa 400 voti. Mauro Buschini per il centrosinistra, Mario Abbruzzese salvo dalla tempesta Fiorito e una delle due grilline tra Ilaria Fontana e Enrica Segneri.
Cassino , inoltre, ha il suo rappresentante al Senato della Repubblica. Si chiama Marino Mastrangeli, 41 anni di Sant’Angelo in theodice, ex agente di polizia in pensione per invalidità. Ha partecipato alle elezioni nella lista del movimento Grillo di cui fa parte dal 2009. A Frosinone eletto alla Camera, nello stesso movimento, Luca Frusono, di 27 anni terzo.
Centrosinistra anche nel vicino Molise dove Paolo Frattura grazie al 44,70% delle preferenze è il nuovo presidente della Regione davanti al presidente uscente Michele Iori che raccoglie il 25,80% e ad Antonio Federico che piazza l’M5S al 16,76.
La terza regione al voto, la Lombardia, mantiene i colori del centrodestra con Roberto Maroni e il suo 42,81% seguito da Umberto Ambrosoli del centrosinistra al 38,24% e da Silvana Carcano al 13,62%. In tutti i casi, l’ultimo partito nato, quello di Grillo, fa sentire il fiato sul collo agli ai partiti e alle facce “storiche” della politica italiana.