Precari da 27 anni del consorzio Valle del Liri a Cassino, si incatenano per la stabilizzazione

5 febbraio 2013 0 Di redazione

Sono precari da 27 anni e chi da 20 anni e, in quattro, si sono incatenati, oggi pomeriggio, davanti al cancello della sede del Consorzio di Bonifica Valle del Liri a Cassino. Sono tre operai e un impiegato, su un totale di 31 lavoratori nelle stesse condizioni che, dopo aver fatto causa all’Ente e aver ottenuto una sentenza che da loro ragione obbligando il Consorzio a stabilizzarli, hanno ricevuto da quest’ultimo l’ennesimo rifiuto sostenendo la necessità di attendere l’appello. Da 27 anni a loro il contratto viene rinnovato anno per anno. “Non si può vivere così” hanno detto. Da oggi pomeriggio i quattro presidieranno il cancello fino a quando non otterranno ciò che chiedono. La replica del consorzio non si è fatta attendere. “La vertenza dei 31 “stagionali” (dipendenti impiegati annualmente per cinque mesi all’anno per la pulizia e la manutenzione dei canali), è in piedi da diversi anni che la nuova Amministrazione consortile ha da subito affrontato con serietà e disponibilità, offrendo la trasformazione del contratto occasionale per cinque mesi l’anno in contratto a tempo indeterminato per dieci mesi all’anno, con l’impegno di un ulteriore graduale trasformazione a 12 mesi, tenendo conto dell’anzianità e dei carichi di famigli. Ben 23 lavoratori hanno aderito a questa proposta, tranne i quattro che questa mattina hanno inscenato la plateale protesta dinanzi al Consorzio ed ai quali, durante l’incontro di oggi, sono state illustrate le motivazioni dell’azione consortile”.
consorzio-valle-liri
consorzio-bonifica-protesta