Rifiuti, visita istituzionale del Prefetto Soldà a San Giovanni Incarico: “Rappresenterò le vostre preoccupazioni”

1 febbraio 2013 0 Di redazione

Un giorno speciale per il Comune di San Giovanni Incarico che giovedì mattina, in un momento condiviso con la cittadinanza, ha ricevuto il Prefetto di Frosinone, Sua Eccellenza Eugenio Soldà che continua il suo tour istituzionale tra i 91 Comuni della Provincia.
“Ora più che mai bisogna unirsi, collaborate tutti, solo così sarà possibile uscire dalle crisi che attanagliano il territorio”, questa l’indicazione lanciata dal massimo esponente dello Stato che in un clima di serenità ha incontrato il vice sindaco Daniele Piccirilli e tutta l’amministrazione comunale presso il centro polivalente. Tra il pubblico, oltre a numerosi cittadini e autorità locali, erano presenti gli alunni delle scuole medie e elementari “Salvo D’Acquisto”.
Dopo aver portato i saluti del Sindaco Antonio Salvati e aver illustrato una fotografia virtuale delle numerose risorse del territorio in termini culturali e sociali, il vice sindaco ha ricordato al Prefetto le profonde radici storiche che riguardano San Giovanni Incarico, medaglia d’argento al merito civile per aver dato un grosso tributo durante la Seconda Guerra Mondiale. “Centro situato sulla linea Gustav, si trovò al centro degli opposti schieramenti, subendo ogni sorta di violenza dalle truppe tedesche e marocchine e continui e devastanti bombardamenti da parte alleata che causarono la morte di numerosissimi cittadini e la quasi totale distruzione dell’abitato”.
San Giovanni Incarico, che ospita il Santuario della Madonna della Guardia, è anche gemellato con la Madonna della Guardia di Genova ed è uno dei pochi comuni virtuosi dove i cittadini in maniera diligente rispettano l’ambiente attuando da diverso tempo la raccolta differenziata. Il territorio, però, in questo momento storico sta vivendo un momento difficile: come disposto da un Decreto del Ministro Clini la discarica di Cerreto, a pochissimi metri dal paese, potrebbe ricevere 430 tonnellate di rifiuti al giorno per fronteggiare l’emergenza nella Capitale. Decisione contrastata con fermezza dal Sindaco Antonio Salvati supportato da oltre cinquanta Sindaci. “Supplico Sua Eccellenza di starci vicino in questa battaglia – ha detto il vice sindaco Piccirilli – che riguarda non solo noi ma l’intera provincia”.
solda1
“Non posso criticare nessun atto che viene dal Governo – ha ricordato il prefetto Soldà – ma certamente posso fare da “ponte” tra il disagio che vive questo territorio e le decisioni del Governo centrale; tutti hanno ragione ma voi sicuramente un grammo di più! Colgo l’occasione per ringraziare le forze dell’ordine per aver gestito questa difficile situazione. Auguro a tutti un anno migliore del 2012 con la speranza che il nuovo non sia troppo cattivo”. Prima di salutare i sangiovannesi il prefetto Soldà ha visitato il museo che ospita le opere del Maestro Vincenzo Bianchi e l’osservatorio Geofisico Valle del Liri, una stazione periferica della Rete Sismica Sperimentale Italiana (Iesn) gestita dall’associazione Umanize Organization che si occupa di prevenzione e monitoraggio, studiando i fenomeni geofisici del territorio.