Terremoto, ieri altro famiglia sgomberata a Casalvieri. Sono 500 le strutture ancora da verificare

21 febbraio 2013 0 Di redazione

Ancora uno sgombero per via del terremoto. Ieri sera alle 23, una famiglia di Casalvieri è stata costretta a lasciare la propria abitazione su consiglio dei vigili del fuco che ne hanno valutato l’inagibilità. Anche in questo caso i danni sono stati provocati dal terremoto di sabato sera che con una magnitudo di 4.8 con epicentro proprio nel sorano, ha seminato il panico non solo nella provincia di Frosinone ma anche nella Capitale, nella provincia di Latina e nel vicino Abruzzo. Diverse decine le famiglie costrette a lasciare la loro abitazione a causa delle sinistre crepe createsi sul muro. Resta ancora una coda di 500 verifiche strutturali che i tecnici dei vigili del fuoco devo ancora effettuare. Chiusa l’Unità di crisi, i verificatori si muovono divisi in una decina di squadre che questa mattina dovrebbero essere raddoppiate grazie all’intervento dell’ordine degli ingegneri che ha coordinato composizione di altre squadre. Il lavoro però è tanto. Solo a Sora sono 180 le strutture da verificare, circa 60 a Isola Liri, 50 ad Alvito e poi a decrementare a Broccostella, Casalvieri, Monte San Giovanni Campano, Fontechiari, Campoli fino a Boville Ernica.
Er. Amedei
F.to. Antonio Nardelli