Tesoro sequestrato agli spacciatori a Frosinone, mezzo milione tra Ferrari e buoni fruttiferi

12 febbraio 2013 0 Di redazione

Auto di lusso, buoni fruttiferi postali, conto correnti postali oltre a vari conto correnti bancari, tutto per un valore complessivo che supera il mezzo milione di euro. Un vero tesoro accumulato grazie allo spaccio della droga nel frusinate; un tesoro sequestrato questa mattina dai carabinieri del reparto operativo di Frosinone che hanno eseguito una ordinanza emessa dal Gip del tribunale di Roma a due persone di etnia Rom. Si tratta di D.A, 42enne da Roma e la Signora D.I. 40enne da Frosinone. Al romano sono state sequestrate due Ferrari, una GOLF G.T.D. ed uno scooter nonché due buoni postali fruttiferi ed un conto postale per deposito a risparmio. Alla donna sono state sequestrate due autovetture, delle quali una potente BMW X6 ed una Peugeot 107, nonché tre conti correnti bancari, un conto deposito a risparmio postale e due libretti postali ordinari. Ad innescare le indagini nel giugno 2011, è stato il ferimento di un altro Rom avvenuto in Frosinone in seguito al quale vennero arrestati, sempre dai carabinieri, due persone. In quella circostanza i militari indagarono 22 persone, tutti appartenenti ad una rete dedita allo spaccio di droga, tra cui i due oggetto dei sequestri odierni. La cocaina spacciata a Frosinone veniva fornita da un gruppo di Rom della Capitale e avevano un giro di affari di circa 50mila euro mensili.