Torna a casa dopo una settimana e trova la moglie anziana morta, gaetano denunciato per abbandono

21 febbraio 2013 0 Di redazione

Ha lasciato morire la moglie anziana in stato di abbandono. Questa l’accusa mossa dagli investigatori della polizia del commissariato di Sora ad un70enne di Gaeta rimasto vedovo la scorsa estate della moglie 83enne. Dalle indagini svolte dagli uomini del vice questore Marta De Bellis l’uomo avrebbe lasciato la consorte in stato di completo abbandono per circa una settimana e a causa della trascuratezza, lei non completamente autosufficiente, sarebbe morta.
I fatti risalgono alla scorsa estate, gli agenti sono intervenuti a seguito del rinvenimento del cadavere di una persona di sesso femminile, all’interno della sua abitazione, da parte del coniuge. Inizialmente pareva trattarsi di un normale decesso riferito all’età avanzata della donna, successivamente però è stato appurato che il marito si era allontanato da circa una settimana da Gaeta per recarsi presso un’abitazione di proprietà sita in Roma, lasciandola completamente da sola e senza alcuna assistenza. La donna, in stato di salute precario in quanto affetta da diverse patologie riconducibili all’età avanzata, forse a causa di un malore o per impossibilità ad alimentarsi da sola correttamente, è deceduta.
Quando il marito, a distanza di circa una settimana, ha fatto rientro a casa, l’ha rinvenuta all’interno dell’abitazione ormai cadavere.
Dopo aver allertato il medico curante e la Polizia questi, intervenuti sul posto, constatavano subito che la donna era deceduta già da qualche giorno, ipotesi confermata altresì dal medico legale in sede di successiva autopsia. La successiva attività investigativa svolta dagli uomini della De Bellis avrebbero permesso di accertare la responsabilità penale del marito della donna per aver completamente abbandonato a se stessa la moglie per circa una settimana pur essendo consapevole delle sue problematiche di salute e la sua incapacità di poter badare da sola a se stessa.
Er. Am.