Giorno: 3 marzo 2013

3 marzo 2013 0

Per una settimana Barletta Capitale europea della fotografia e delle arti visive

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

C’è voglia di fotografia nel mondo e il Fiof (Fondo Internazionale Orvieto Fotografia) risponde a questa esigenza facendo di Barletta, per sei giorni, capitale europea della fotografia. Si chiama R-evolution e nella città di Fieramosca l’iniziativa darà aria al respiro delle arti visive da martedì 12 a domenica 17 marzo, coinvolgendo l’intera Puglia nella seconda edizione del Festival Internazionale della Fotografia. Ma non ci si faccia ingannare dal nome; i confini sono più ampi di quanto si possa immaginare. Barletta sarà crocevia, punto di incontro e di scambio per il sistema internazionale della fotografia, della video-produzione e della comunicazione a 360°, catalizzando sempre più la sensibilità e l’attenzione dei fotografi, degli artisti, degli studiosi, ma anche più semplicemente degli appassionati e dei visitatori attratti dalla qualità professionale dell’offerta e dalla varietà della proposta. Quattro le fasi che caratterizzano il programma: quella Formativa, la Creativa,quella Fieristica e, non mancherà, quella ludica. La redazione di questo calendario porta una firma che è di assoluta garanzia come quella del Fiof, l’associazione presieduta da Ruggiero Di Benedetto e che conta oltre 2100 soci in tutta Italia, la cui qualifica professionale rilasciata (QIP – Qualified Italian Photographers) è riconosciuta da tutte le associazioni di categoria. R-Evolution, quindi, è considerato a buon motivo, nei settori di interesse, l’evento dell’anno. Il programma è ricco di incontri, conferenze, rassegne di film, letture, mostre, seminari e workshop, attività per ragazzi, installazioni, spettacoli mirati a coinvolgere il pubblico anche di non addetti ai lavori. Il programma espositivo è ospitato nei luoghi d’arte e della cultura più suggestivi delle città interessate che oltre a Barletta sono Bari, Foggia, Brindisi, Lecce, Taranto, creando percorsi di valorizzazione dell’intero territorio regionale. La formazione che R-evolution intende offrire, sarà basato sulla progettazione di un percorso formativo che includa un doppio livello di lavoro: organizzazione della didattica tecnica, in sinergia con i docenti; integrazione con momenti alternativi di apprendimento partecipato. La mattina sarà dedicata all’approfondimento di temi, con esempi illustri e lezioni di alto livello, alternati ad interventi dei “relatori spontanei” e a case-histories di particolare interesse. I pomeriggi saranno organizzati veri “incontri al caffè”, per conoscere meglio i relatori e gli autori delle mostre esposte in città. Sono previsti moduli specifici del settore fotografico, video e comunicazione multimediale e del knowledge management per la crescita della persona e l’individuazione di ipotesi di sviluppo organizzativo e personale. La fase creativa è caratterizzata da concorsi fotografici e video a premi, da disputarsi tra i partecipanti, la realizzazione di mostre, installazioni ed esposizioni artistiche a 360°: fotografia, video, pittura, composizione … che rappresenterà, non solo, il carattere innovativo del percorso formativo intrapreso, ma anche il valore aggiunto rispetto ad altre similari iniziative didattiche. La Fase fieristica di R-evolution porterà il “mercato” e i gioielli della tecnologia sotto gli occhi dei visitatori. Tutte le aziende di riferimento del settore fotografico e video potranno allestire stand per la commercializzazione del proprio brand e del proprio prodotto. Nell’epoca degli acquisti on line il contatto acquirente venditore conserva quel contatto umano che ha fatto la storia e le fortune delle fiere. La fase ludica permetterà ai partecipanti di “cibarsi” anche di cultura e conoscenza dei luoghi che ospitano R-evolution. Soggiorni in strutture recettive convenzionate assicurano prezzi modici e il programma di visite guidate permetterà di conoscere la terra di Eraclio, i tanti gioielli della regione e, magari, fare qualche buon “scatto” apprezzando la luce del sole pugliese. Per info Ufficio di Presidenza 0883.950632 www.fiof.it Per il programma clicca qui

3 marzo 2013 0

Droga, due uomini in manette ad Aprilia. Avevano hashish e soldi

Di redazione

C.C., 46enne, di Aprilia, è stato arrestato ieri mattina dai carabinieri perché in possesso di 88,20 grammi di hashish e materiale per il confezionamento e taglio. Nella stessa giornata, i Carabinieri, coadiuvati dal Nucleo Cinofili di Roma, hanno tratto in arresto P.S., 44enne, poichè trovato in possesso, a seguito di perquisizione domiciliare, di gr. 42 di hashish, rinvenuta dal cane Conny, euro 5.420,00 quale provento dell’attività di spaccio, nonché di materiale per il confezionamento e taglio, il tutto sottoposto a sequestro. Il primo arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Latina, mentre il secondo è detenuto presso le camere di sicurezza del Reparto Territoriale di Aprilia in attesa del rito direttissimo.

3 marzo 2013 0

Terremoti, scossa ai castelli in provincia di Roma

Di admin

Un evento sismico con epicentro in provincia di Roma è stato avvertito dalla popolazione. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Roma, Ciampino e Marino. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento è stato registrato alle ore 14.57 con magnitudo locale 2.5

3 marzo 2013 0

Errori di calcolo sulle pensioni degli ex dipendenti FIAT di Cassino

Di admin

Dall’A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo: Da una indagine dell’A.S.La COBAS di Cassino,ex pensionati FIAT condotta su circa 500 pensionati, ex dipendenti FIAT di Piedimonte San Germano, collocati in pensione dal 2002 al 2012, è emerso che il 60% di questi erano vittima di errore di calcolo da parte dell’INPS nella somma accreditata a titolo di pensione.

Infatti attraverso una revisione contabile, è emerso che nei contributi figurativi dovuti per i periodi di cassa integrazione ordinaria o straordinaria, effettuata dalla FIAT nell’ultimo decennio, non sono state considerate la tredicesima e il premio di risultato aziendale, nonché il valore dell’indennità sostitutiva delle ferie non godute alla fine del rapporto di lavoro.

Secondo l’interpretazione degli esperti dell’A.S.La COBAS , come previsto dall’art. 8 della legge 151 del 1981, invece, questi importi dovevano essere considerati nell’ammontare alla base di calcolo della retribuzione pensionabile.

Il Nostro convincimento trova conforto in due sentenze della corte di Cassazione: la prima è del 2004, l’ultima del 2010.

Gli arretrati spettanti agli ex dipendenti fiat vanno da una decina di euro al mese fino a più di un centinaio. Dipende dai casi. Senza considerare gli arretrati, che possono raggiungere cifre a tre zeri: 5mila, 10mila, 15mila euro. Soldi freschi potrebbero per finire nelle tasche di molti pensionati del Cassinate.

E non finisce qui, perché altri pensionati ex FIAT , che negli ultimi dieci anni di lavoro hanno trascorso un periodo in malattia o di infortuno, possono presentare domanda per la rivalutazione del proprio assegno mensile.

L’A.S.La COBAS di Cassino , con l’aiuto di consulenti e commercialisti, che collaborano con l’Associazione, è a disposizione del lunedi’ al venerdi’ dalla 10 alle 12, presso la sede di Cassino in Piazza Garibaldi per dare assistenza a tutti quei Lavoratori provenienti dalla Fiat e dall’indotto, oggi in pensione, che ne fanno richiesta.

A.S.La COBAS CASSINO

3 marzo 2013 0

Parte il progetto “Nonni su internet”, alfabetizzazione digitale degli anziani

Di redazionecassino1

Nell’ambito degli assessorati alle Politiche Sociali e all’Istruzione e nel contesto  dell’educazione permanente, (life-long learning), abbiamo ritenuto fondamentale sperimentare la realizzazione di un progetto denominato “Nonni su Internet” il cui obiettivo è quello di promuovere l’alfabetizzazione digitale e l’acquisizione dell’uso dei nuovi strumenti multimediali e tecnologici degli anziani. Infatti, la realtà del nostro tessuto socio-culturale rende necessari interventi, già esperiti in altre Città, tesi a sostenere l’ “invecchiamento attivo”. Lo ha spiegato il consigliere comunale Maria Iannone, membro della Commissione servizi sociali.

La scarsa familiarità con le nuove tecnologie costituisce uno dei fattori di rischio per l’emarginazione sociale dell’anziano. L’acquisizione di nuovi linguaggi può concorre, invece, alla creazione di quel coinvolgimento e quella partecipazione necessari alla crescita di autostima ed integrazione del singolo cittadino.

L’idea nasce dalla possibilità di creare  una reale sinergia con le Scuole Medie Superiori del territorio le quali saranno le “partner” ideali per la realizzazione di tale progetto che verrà realizzato a costo zero.

I corsi si svolgeranno nelle aule informatiche delle Scuole resesi disponibili all’attività, i partecipanti saranno i cittadini senior della città e i docenti saranno i ragazzi delle scuole, coordinati da un insegnante esperto nelle tecnologie informatiche e telematiche. In tal modo gli alunni che parteciperanno al progetto , oltre ad arricchire la propria esperienza umana e professionale , potranno acquisire un credito formativo utile ai fini dell’attribuzione del credito scolastico che integri il punteggio dell’esame di Stato.

Durante le lezioni, che si terranno in orario pomeridiano, gli anziani impareranno l’abc del computer, dall’accensione alla navigazione in Internet.

Fiduciosi nella buona riuscita del progetto, siamo certi di fornire una risposta concreta alle richieste della fascia più anziana della popolazione della nostra città.

 

 

3 marzo 2013 0

Con una cerimonia ufficiale questa mattina a Frosinone è stato riaperto l’ascensore inclinato

Di admin

Questa mattina, domenica 3 marzo 2013, alle ore 10 e 30, alla presenza degli amministratori comunali, degli organi di stampa e di un folto pubblico si è tenuta la cerimonia di riapertura dell’ascensore inclinato. Nella stazione a valle dell’impianto il sacerdote Don Stefano Di Marco ha benedetto l’ascensore inclinato e recitato insieme a tutti i presenti una preghiera. Poi gli stessi amministratori hanno “collaudato” l’impianto di risalita con un doppio viaggio da valle a monte e ritorno.

E così dopo un fermo obbligato di otto mesi, per i ben noti gravi motivi di sicurezza, finalmente l’ascensore inclinato è tornato a disposizione della cittadinanza di Frosinone. Il mezzo di mobilità alternativa sarà quindi a disposizione degli abitanti del capoluogo e di quanti quotidianamente si recano in città per motivi di lavoro, studio o svago. Tra le novità introdotte dall’amministrazione comunale per la riapertura c’è la gratuità del servizio per gli utenti per i primi due mesi, un gesto simbolico che vuole risarcire gli utenti del mancato utilizzo del mezzo per otto mesi. Altra novità l’orario di apertura che sarà uniformato su tutta la settimana, dalle 7 del mattino alle 23 di sera. 

Per l’occasione nel corso della giornata i numerosi bambini presenti hanno potuto intrattenersi con giochi e spettacoli. Infatti un gruppo di animatori, tra cui un “mago”, si è preso cura dei più piccoli con giochi e distribuzione di palloncini. I bambini inoltre hanno potuto utilizzare due scivoli e un gonfiabile. Un vero e proprio momento di sano divertimento in un giorno davvero importante per l’intera città. Un modo questo per stimolare l’uso del mezzo di trasporto, sia per i grandi che per i più piccoli. “E’ una grande gioia vedere l’ascensore inclinato di nuovo funzionante – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici e alle Manutenzioni Fabio Tagliaferri – il fermo di otto mesi si era reso necessario per assicurare tutti i livelli di sicurezza previsti, oggi finalmente dopo un duro e costante lavoro da parte dell’amministrazione comunale, dei tecnici, dei funzionari e dei lavoratori della multiservizi abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Ad onor del vero non è stato facile porre rimedio ai tanti problemi esistenti, ma uno straordinario gioco di squadra ci ha permesso di raggiungere la meta. Questo è davvero un giorno importante per tutti noi, ed in particolare per i nostri figli”.

“È un risultato davvero importante – ha affermato il sindaco Nicola Ottaviani – quello che riusciamo a raggiungere nella giornata odierna, dopo un lavoro costante che ci ha portato tassello dopo tassello alla tanto sospirata riapertura. Nel momento del nostro insediamento subito ci siamo accorti che qualcosa non andava e una volta effettuati i dovuti controlli, è venuto alla luce che l’ascensore violava gli standard minimi di sicurezza. Ora l’obiettivo è stato raggiunto e possiamo parlare di una vera e propria ristrutturazione che è avvenuta a costo zero di un ascensore che non era mai stato in regola con le necessarie misure di sicurezza. Finalmente si chiude una brutta pagina di questo Comune, che è costata centinaia di migliaia di euro alla collettività, e due zone della città vengono così messe in collegamento. Ora il nostro obiettivo sarà quello di realizzare delle scale mobili che colleghino ulteriormente le due parti della città, quella alta e quella bassa. Per l’occasione voglio preannunciare ai miei concittadini che a breve verrà inaugurato il nuovo piazzale Vittorio Veneto, adiacente alla stazione a monte dell’ascensore inclinato, che sarà la terrazza di Frosinone, un vero e proprio salotto. Un punto di aggregazione dove la prossima estate si terrà il “Festival dei Conservatori d’Italia”, una kermesse di spettacoli della durata di trenta giorni. Infine mi sia consentito un pensiero particolare in questo giorno di festa per i bambini, perché non dimentichiamolo mai la città è loro, e loro è il futuro”.

3 marzo 2013 0

Basket, derby del Golfo, Al Palamarina c’è Gaeta Vs Scauri

Di redazione

Siamo alla vigilia di questo attesissimo Derby del Golfo che ormai manca dal Palamarina da oltre 5 anni; in quell’occasione la gara era valevole per quello che adesso è il campionato di DNC è vide la squadra biancoverde vittoriosi in volata, ma quello che si disputerà Domenica sarà il primo a Gaeta in DNB. Una classica assoluta per quanto riguarda lo sport del Sud Pontino che adesso ha valenza diversa per le due compagini. Infatti le due squadre arrivano da momenti particolari ed una vittoria potrebbe far cambiare lo scenario del proprio campionato: per la Iris Serapo Gaeta sarebbe il rilancio dopo 2 sconfitte consecutive mentre per l’Autosoft Scauri un ulteriore passo avanti per la conquista del quarto posto. Inoltre Domenica sarà l’occasione per vedere i primi frutti del lavoro di Coach Padovano, che ha sostituito Coach Galetti sulla panchina scaurese, il duello a distanza fra Lilliu ( marcatore principe della DNB) e Serino ( primo nella classifica di rendimento) e la sfida tutto talento fra i due amici De Fabritiis e Iannone. Insomma i temi di interesse non mancano e speriamo quindi di assistere ad una partita avvincente ma soprattutto ad una bella giornata di Sport. In casa biancoverde si respira un’ aria serena, consci di affrontare un temibilissimo avversario ma consapevoli delle proprie forze e di potersela giocare con tutti. La Società chiede l’incitamento dei propri tifosi, sempre nel rispetto degli avversari e della coppia arbitrale, per aiutare i ragazzi a cercare di centrare l’ennesima impresa della stagione.

3 marzo 2013 0

Al Buonarroti di Caserta la rassegna fotografica “Luci dal Buio Mafia Antimafia”

Di admin

L’Istituto tecnico “Michelangelo Buonarroti” di Caserta, diretto da Antonia Di Pippo, mercoledì prossimo 6 marzo, alle ore 18.00, presenterà la rassegna fotografica itinerante “Luci dal buio: Mafia Antimafia”, curata dalla Fondazione Italiana per la Legalità e Sviluppo “Generale dei Carabinieri Ignazio Milillo”. L’occasione è data dalla presentazione della sezione casertana della stessa Fondazione, che sarà ubicata in viale Michelangelo Buonarroti n. 27, di cui è responsabile Adriana Gallo, docente di diritto del Buonarroti. E’ previsto l’intervento di numerose autorità civili e militari; tra le altre, presenzieranno all’evento il sindaco della città Pio Del Gaudio e l’assessore provinciale all’istruzione Franca Cosima Cincotti. La rassegna fotografica, che è stata già ospitata alla Camera dei Deputati e, a Caserta, all’Università Jean Monnet, è rivolta soprattutto agli studenti delle scuole secondarie e delle università con il chiaro obiettivo di sensibilizzare sui temi della lotta alla criminalità organizzata e sulle regole di convivenza civile. Sarà proprio il figlio del Generale Milillo, il Colonnello dei Carabinieri Giuseppe Fausto Milillo a commentare gli scatti che ricordano le dure ferite inferte al nostro Paese nella lotta alla mafia e nel contempo ritraggono anche quelle luci emerse dalle tenebre per illuminare la difficile strada dell’affermazione della legalità condivisa. Nella mattinata la mostra fotografica sarà presentata agli alunni delle classi terminali di tutti gli indirizzi di studio Buonarroti. L’iniziativa rientra, infatti, nell’ambito del progetto per la legalità promosso dall’istituto e fortemente voluto dalla dirigente Di Pippo secondo la quale la legalità “non è qualcosa che si può insegnare solo dall’alto di una cattedra, ma un concetto che si trasmette, un’educazione che si suscita con l’azione diretta, con l’informazione, il confronto e la discussione”. La rassegna fotografica rimarrà nell’Aula Magna dell’istituto per sette giorni per poi proseguire il suo “viaggio” alla volta di Sciacca in Sicilia.

3 marzo 2013 0

Terremoti, serie di scosse sull’Appennino bolognese la più fote di magnitudo 3.1

Di admin

Diverse scosse sismiche sono state registrate questa notte dai sismografi della rete dell’istituto di geofisica e vulcanologia. La terra ha tremato la prima volta alle 3 e 48 minuti con una scossa di magnitudo 3.1 ad una profondità di 11,5 chilometri. Alle 4.14 si è registrata una scossa di magnitudo 2 seguita da una di 2.3 alle 4.28 e alle 4.50 da una di magnitudo 2.1. L’epicentro del sisma è tra i comuni di Castel del Rio (Bo) e Firenzuola (Fi).