Giorno: 21 marzo 2013

21 marzo 2013 1

Ancora cassonetti dei rifiuti dati alle fiamme, stasera presi di mira quelli in via Bellini

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il piromane dei cassonetti torna a colpire approfittando delle ore di oscurità. Questa sera, infatti, sono stati nuovamente incendiati, da qualche imbecille, tre cassonetti di rifiuti in via Bellini e un altro paio nelle vie adiacenti. Alte colonne di fumo denso e nero si sono sprigionate dai contenitori per effetto della  combustione dei rifiuti presenti. Le  fiamme hanno messo in allarme alcuni ragazzi e i passanti che hanno allertato i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino. Gli uomini del 115 sono riusciti, in breve tempo, a circoscrivere le fiamme e a spegnendo l’incendio prima che potesse propagarsi ed avere conseguenze più gravi. Sembra ormai divenuta una stupida consuetudine di qualche concittadino quella di incendiare i cassonetti dei rifiuti in città, infischiandosene delle conseguenze che tali gesti possono avere sulla incolumità dei passanti e dei cittadini non soltanto fisiche, ma anche sulla salute. La combustione dei rifiuti a cielo aperto, come in questi casi, oltre a costituire un reato, rappresenta un grave pericolo per la salute di tutti, in quanto può sprigionare e dissolvere nell’aria sostanze altamente nocive.

F. Pensabene

Foto A. Ceccon

21 marzo 2013 0

Arrestato dai carabinieri il reggente del ‘Clan dei Casalesi’, Giuseppe Misso

Di redazionecassino1

E’ in corso da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta un’attività finalizzata a dare  esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di tre indagati, affiliati al clan “dei casalesi” gruppo Schiavone – Bidognetti, ritenuti responsabili di omicidio. L’attività rappresenta l’esito delle risultanze investigative avviate, sulla scorta di recenti dichiarazioni di collaboratori di giustizia,  per individuare gli autori e le modalità dell’omicidio di Gagliardi Giuseppe, avvenuto  in San Cipriano d’Aversa il 5 agosto 1992 e sin’ora rimasto insoluto.  L’eliminazione del GAGLIARDI era stata decisa dai vertici del clan Dei Casalesi nella contrapposizione armata allora in atto con il gruppo Caterino – De Falco. I destinatari del provvedimento eseguito sono PANARO Nicola cl.’68; BIDOGNETTI Francesco cl.’51; MISSO Giuseppe cl.’69, attuale reggente del clan “Dei Casalesi”.

21 marzo 2013 0

Dom Pietro Vittorelli: “La pace ritrovata con l’elezione di papa Francesco”

Di redazionecassino1

Si sono svolti gli ultimi appuntamenti per la celebrazioni in onore di san Benedetto. Oggi,  21 marzo, il programma è stato ricco di appuntamenti ed articolato in vari momenti, nella mattina a Montecassino e nel pomeriggio in città. Sul piazzale Pax si è iniziato con l’arrivo della Banda della Polizia di Stato, l’Onore ai Gonfaloni dei Comuni della Diocesi e gli Onori Militari alle Alte Cariche dello Stato. Alle 10.30 nella Basilica della Cattedrale l’ Ostensione dell’Insigne Reliquia di S. Benedetto e la Messa Solenne Pontificale presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Giovanni Battista Re, Prefetto emerito della Congregazione dei Vescovi. Prima di iniziare le celebrazioni il padre Abate, Dom Pietro Vittorelli, ha voluto intrattenersi brevemente con i rappresentanti della stampa presenti, ringraziandoli per il lavoro svolto in questi giorni e tornando sull’importanza dell’elezione di Papa Francesco come simbolo di pace ritrovata: “La pace ritrovata con il nuovo Pontefice – ha detto Dom Vittorelli – ha  un doppio motivo. Il motivo primario è stata l’elezione di un Papa che si chiama Francesco e questo già ci dà un motivo di pace. Il secondo motivo di pace riguarda la mia persona: io ho avuto un ictus nove mesi fa e per nove mesi ho fatto sempre riabilitazione. Mi ritrovo oggi a festeggiare San Benedetto ed è una festa che mi riempie di gioia per cui voglio partecipare a questa festa con tutto il popolo, con tutte le persone che mi vogliono bene e con tutta la chiesa che ama Montecassino”.

21 marzo 2013 0

Fardelli: “La genialità e l’attualità del pensiero benedettino”

Di admin

Nel giorno di San Benedetto, patrono d’Europa e faro della città di Cassino, penso a quanto sia attuale il suo messaggio che con la Regola, diede nuova e autorevole sistemazione alla complessa ma anche vaga e imprecisa precettistica monastica. La genialità del messaggio di San Benedetto, sta nell’aver trovato i cardini della vita iniziando dalla condotta morale. Un tema che oggi,soprattutto nella politica, ha bisogno di tornare a guidarci. La genialità di San Benedetto risiede nell’aver combinato l’insistenza della buona disciplina con il rispetto per la personalità umana e le capacità individuali. San Benedetto, in un momento storico di grande disperazione nel V secolo, non seguì l’ondata, ma invertì il corso di tante vite trasmettendo la medicina, il diritto, l’arte, la poesia, la cultura. E questo, sia di grande insegnamento per tutti noi che con fatica riusciamo a vedere oltre, in tempi di crisi economica, morale e sociale. Il suo monito di operosità e di speranza attiva sia di buon esempio per tutti noi e per una società che, progettando il proprio futuro, guardi all’esempio di uomini illustri che dal passato risultano quanto mai attuali nel loro pensiero e nelle loro opere. Marino Fardelli

21 marzo 2013 0

Lieve scossa di terremoto tra le province di Modena, Mantova e Ferrara

Di admin

EVENTO SISMICO TRA LE PROVINCE DI MODENA, FERRARA E MANTOVA Un evento sismico con epicentro tra le province di Modena, Ferrara e Mantova è stato avvertito dalla popolazione. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Finale Emilia (MO), Bondeno e Sant’Agostino (FE) e Felonica (MN). Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento è stato registrato alle ore 12.18 con magnitudo locale 2.6.

21 marzo 2013 0

E’ morto la “Freccia del sud”, Pietro Mennea se n’è andato a soli 61 anni

Di redazionecassino1

Lutto  nel mondo  dell’atletica e per l’Italia, a 61 anni, è morto Pietro Mennea. La ‘Freccia del sud’ come in molti lo avevano definito, aveva l’abilità di una capacità dialettica notevole e preservava la sua eccezionalità in quel primato sui 200 metri che è rimasto suo fino al 1996. E’ morto oggi, a Roma, a soli 61 anni a causa di un male incurabile.  Ha lottato sempre, Pietro da Barletta. Ha trionfato sui 200 metri, si è regalato il lusso delle Olimpiadi russe quando ancora esisteva il muro di Berlino e un record, 19,72, che è rimasto tale per le generazioni a venire fino all’epica cancellazione avvenuta nel 1996.

21 marzo 2013 0

Blitz antidroga dei carabinieri nelle scuole. Arrestato pusher 21enne, sequestate dosi di hashish

Di redazionecassino1

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, già da tempo tenevano sotto controllo alcuni istituti scolastici del comprensorio matesino, per contrastare il fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti. In queste ultime ore, nel corso di un ennesima operazione antidroga, i militari che si erano appostati in borghese nei pressi di un Istituto nel centro di Alvignano, hanno arrestato Filippo Leone, 21enne del posto, operaio presso una impresa edile, il quale era intento alla cessione di dosi di “hashish” ad alcuni ragazzi della zona. Fulminea l’azione dei Carabinieri, che sono riusciti anche a recuperare, a seguito di una perquisizione personale, dodici stecche di hashish per un peso complessivo di circa una decina di grammi, nonché una somma di denaro contante provento dell’attività di spaccio. Il giovane, con a carico già alcuni precedenti di reato,  è stato accompagnato in caserma e dopo le formalità di rito è stato trasferito presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Indagini sono tuttora in corso, con la collaborazione del militari della locale Stazione, per accertare quanti studenti rifornisse il giovane “pusher” e quali fossero i canali di rifornimento dello stupefacente. Le attività antidroga, assicurano i Carabinieri, saranno ulteriormente intensificate con l’approssimarsi del periodo delle festività Pasquali, con particolare  riferimento ai luoghi maggiormente frequentati dai più giovani.

21 marzo 2013 0

Tentano una rapina alla filiale Unicredit, ma la cassaforte a tempo non si apre

Di redazionecassino1

Mancavano pochi minuti alle 15, ieri, quando due banditi, armati di taglierino, sono entrati nella filiale Unicredit, minacciando i dipendenti hanno intimato di svuotare la cassaforte. La cassaforte, però, era di quelle a tempo e non gestita dagli impiegati ed i malviventi si son dovuti arrendere e fuggire. Immediata la fuga come è stata immediata la  segnalazione dei dipendenti della Banca ai Carabinieri. I due malviventi sembra si siano diretti verso Cassino e abbandonando lo scooterone dentro il cimitero comunale, a ridosso dei loculi. Secondo una prima ricostruzione fornita dagli investigatori, grazie ad alcuni testimoni, i due rapinatori sarebbero arrivati a Venafro con un’ambulanza che avrebbero parcheggiato proprio nel piazzale del cimitero. Lì sono saliti a bordo dello scooterone ( un’Honda 300 di colore scuro), hanno raggiunto la sede dell’ istituto di credito. Dopo il mancato colpo sono ritornati all’ambulanza, facendo perdere le loro tracce. Indagano i carabinieri del comando di Venafro.

F. Pensabene

Foto A. Ceccon

21 marzo 2013 0

Pedone investito in via Vindicio tra Formia e Gaeta. E’ grave

Di redazione

E’ grave un pedone investito questa mattina poco dopo le 7.30 in via Vindicio al confine tra i comuni di Gaeta e Formia.La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio delle forze dell’ordine ma le condizioni del pedone sarebbero state definite serie ma che lo stesso non è in pericolo di vita. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Gaeta e una ambulanza del 118 i cui operatori, dopo aver prestato i primi soccorsi, hanno trasferito il ferito in ospedale a Formia. Er. Am.