Giorno: 24 marzo 2013

24 marzo 2013 0

Nuova allaerta maltempo al centrosud

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La perturbazione atlantica che sta interessando in queste ore buona parte delle Regioni del nord del Paese porterà da domani, lunedì 25 marzo, un generale peggioramento al centro-sud, con fenomeni più frequenti sulle zone tirreniche meridionali e sulle Marche. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri. L’avviso prevede, dalla mattina di domani, lunedì 25 marzo, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio di forte intensità o temporale, su Sicilia, Calabria, Basilicata tirrenica e Marche, con possibile frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

24 marzo 2013 0

Chi si occupa di ripulire Montecassino dopo la fiaccolata di San Benedetto?

Di redazione

“Salve, oggi, domenica delle Palme, vista la bella giornata ho pensato di fare una passeggiata lungo la strada di Montecassino”. Così un lettore inizia una breve nota corredata da diverse fotografie che testimoniano ciò che asserisce. “Nei giorni scorsi c’è stata una bella scenografia lungo la salita al monte con delle fiaccole accese praticamente tutta la notte. Una tradizione che ormai se non sbaglio va avanti da qualche anno. Vi scrivo per farvi presente come dalle foto allegate (chiaramente non le ho fotografate tutte, queste sono soltanto una piccola parte), che gli autori di questa fiaccolata, non si preoccupino di raccogliere i resti delle fiaccole lungo tutta la salita. Se questi devono essere i risultati, forse sarebbe meglio non farla. E’ possibile che nessuno degli organizzatori si sia posto il problema di eliminare ciò che rimane?”

24 marzo 2013 0

Pedone in gravi condizioni a Lanciano, incerte le cause dell’incidente: investimento o ictus

Di redazione

Domenica delle Palme amaral questa mattina, per un 90enne di Lanciano che, in via Ferro di Cavallo, alle 10.40, è rimasto gravemente ferito cadendo e battendo la testa contro un marciapiedi. La dinamica che ha causato la caduta è ancora tutta da chiarire e convolge anche un ciclista caduto anche lui ma riportando solo lievi ferite. Secondo alcuni testimoni i due si sarebbero toccati cadendo entrambi, il ciclista, invece, sosterrebeb una tesi diversa e cioè che l’anziano, mentre attraversava la strada, è improvvisamente crollato davanti alla ruta della sua bici facendolo cadere. Versioni sulle quali stanno indagando gli agenti della polizia municipale. L’anziano, prontamente soccorso dagli operatori di una ambulanza della Croce Rossa in servizio 118, è stato trasportato in ospedale in uno stato soporoso. Ha riportato la frattura della mascella e altri traumi facciali. E’ stato quindi sottoposto ad una tac per stabilire se possa essere stato colto da ictus. Er. Amedei

24 marzo 2013 0

Proposta di legge shock in Indonesia: sesso fuorilegge per i non sposati. Minacciato il carcere per i trasgressori

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Mentre nella gran parte del mondo cosiddetto “occidentalizzato” si continua a discutere di coppie di fatto, matrimoni omosessuali e parità tra figli anche se nati al di fuori dei matrimoni dall’altra parte del pianeta c’è chi prova introdurre norme che vietano completamente il sesso al di fuori del matrimonio paventando addirittura sanzioni penali per chi viola questa prescrizione. È corretto precisare, rileva Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, che non ci è mai piaciuto ingerirci nelle vicende che riguardano le religioni o gli ordinamenti sovrani degli altri Paesi, ma quando si tratta di diritti umani che hanno valore universale, allora è opportuno segnalare i pericoli che scelte politiche vetuste per non dire obbrobriose possono comportare per i cittadini residenti in quegli stati.

Purtroppo, è notizia fresca di questi giorni che in Indonesia le persone non sposate sorprese a fare sesso rischierebbero fino a cinque anni di carcere secondo una nuova proposta di legge.

La norma contenuta in una proposta di revisione del codice penale renderebbe addirittura illegale anche per le coppie che vivono insieme fare sesso, con una potenziale condanna fino a un anno di carcere.

A confermarlo sarebbe il direttore generale del Ministero indonesiano della giustizia, Wahiduddin Adams, che ha confermato la proposta di sanzioni per chi fa sesso prima del matrimonio. Ed i single verrebbero trattati ancora più duramente con una pena prevista fino a cinque anni di carcere.

Per la verità, secondo lo stesso rappresentante, le modifiche proposte rifletterebbero le norme e le prassi prevalenti nella società indonesiana.

Secondo quanto è dato apprendere, la proposta, almeno apparentemente avrebbe il sostegno di altri membri del Parlamento indonesiano.

24 marzo 2013 0

Furto di ostie e oggetti sacri nella parrocchia di San Timoteo a Termoli, i carabinieri denunciano 2 giovani autori e recuperano la refurtiva

Di admin

I Carabinieri della Stazione di Termoli nel pomeriggio hanno recuperato l’intera refurtiva della parrocchia di San Timoteo. I Carabinieri della Stazione di Termoli e dal Comando Compagnia coordinati dalla Procura della Repubblica di Larino sono riusciti nell’arco di due giorni ad individuare gli autori del furto di ostie e oggetti sacri avvenuto giovedì nella parrocchia di San Timoteo e recuperare la refurtiva. Nel pomeriggio infatti uno dei due autori del furto, che sono un ragazzo ed una ragazza residenti a Termoli, ormai sentitasi braccata dai Carabinieri, ha ammesso le proprie responsabilità e ha fornito gli elementi utili a recuperare la refurtiva. Le indagini erano scattate immediatamente nel pomeriggio di giovedì quando, Don Benito Giorgetta, accortosi del furto sacrilego, aveva immediatamente denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Termoli, consegnando, tra l’altro, alcuni video del sistema di sorveglianza della Chiesa che sono stati lo spunto grazie ai quali i militari sono riusciti a individuare i due giovani che poi con, servizi mirati sul territorio, sono stati individuati con certezza. La collaborazione di Don Benito nonché la conoscenza del territorio da parte dei Carabinieri sono stati gli elementi fondamentali che hanno consentito di risolvere in poco più di 48 ore il caso che aveva scosso la popolazione, andando a colpire l’eucarestia, simbolo principale della fede cattolica, considerando soprattutto l’importanza del periodo di quaresima a ridosso della settimana Santa. I militari, alle ore 16.00, hanno recuperato la pisside e la teca occultati in un recinto in viale Trieste, mentre, le ostie consacrate erano state nascoste in un tombino fognario di Piazza Donatori di Sangue. Subito dopo gli oggetti sacri e le preziose ostie sono state riconsegnate a Don Benito Giorgetta. Per i due giovani, A.M. di 22 anni e per E.B. di anni 18 è scattata la denuncia in stato di libertà per Furto Aggravato.

24 marzo 2013 0

Da oggi allerta maltempo su nord e Sardegna

Di admin

Una perturbazione atlantica in arrivo sulla penisola italiana dal Mediterraneo occidentale porta condizioni di marcata instabilità su Sardegna e buona parte delle regioni del nord; queste ultime registreranno un progressivo calo delle temperature, con nevicate sino a bassa quota sulla pianura padana. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, dalla mattina di oggi, domenica 24 marzo, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale sulla Sardegna che potranno essere accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Dal tardo pomeriggio-sera poi, si prevedono nevicate fino a quote di 400-600 metri sul Piemonte, con apporti al suolo localmente moderati. Dalla tarda serata le nevicate raggiungeranno a quote di pianura Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia-Giulia, con apporti al suolo localmente moderati. Dal pomeriggio, inoltre, si prevedono venti da forti a burrasca, con rinforzi di burrasca forte, da nord est, su Friuli Venezia-Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.