Ex brigatista ed estremista di destra insieme per assaltare furgone portavalori a Roma

1 marzo 2013 0 Di redazione

Tragico assalto ad un furgone portavalori a Roma. Un commando composto da tre persone, alle 13 di oggi, hanno assaltato in via Carlo Alberto, all’Esquilino, un mezzo blindato della Fidelitas. La banda è entrata in azione nei pressi della filiale della Banca Popolare di Sondrio vicino alla Basilica di Santa Maria Maggiore. Gli agenti di scorta hanno reagito ed è così nato un conflitto a fuoco che è costato la vita ad uno dei malviventi risultato essere un ex brigatista rosso. Ferito anche un agente ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Gli altri due rapinatori sono stati fermati ed arrestati dai carabinieri. Uno dei due stava godendo un permesso premio di sei giorni perché detenuto nel carcere di Sulmona ed è un personaggio vicino agli ambienti di estrema destra. Il furgone trasportava circa 100 mila euro. La provenienza dalla lotta politica di due dei tre rapinatori da una impronta di grosso allarme considerando anche l’allerta lanciata alcuni giorni fa dagli 007 di un possibile recrudescenza di azioni terroristiche. Così come accadeva negli anni di piombo, i gruppi terroristici si finanziavano proprio con azioni di questo tipo.
Er. Amedei