Incendi estivi nel Parco Naturale della Selva, individuato dalla Forstale il responsabile

26 marzo 2013 0 Di redazionecassino1

Si sono concluse da poco le indagini avviate dalla Forestale a seguito dei numerosi incendi verificatisi la scorsa estate all’interno del Parco Naturale della Selva di Paliano.

Gli investigatori hanno individuato il presunto responsabile dei diversi roghi che hanno interessato l’area verde e che hanno determinato ingenti danni al patrimonio naturalistico e ricettivo del Parco (l’incendio del 18 agosto ha interessato anche gli uffici e i magazzini del ristorante “I Camini”). Le indagini, molto delicate, sono state condotte dagli uomini del Comando Stazione Forestale di Anagni con la collaborazione del N.I.P.A.F. (Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale) di Frosinone, e si sono concentrate, tra l’altro, su diverse informazioni testimoniali di persone che a vario titolo lavorano all’interno del Parco o che lo frequentano assiduamente. Secondo la ricostruzione dei Forestali, elaborata attraverso il sopralluogo e gli accertamenti  compiuti dalla “Squadra di Indagine Scientifica del Corpo forestale dello Stato”,  si è riuscito a stabilire con certezza che l’incendio del 18 agosto ha avuto origine proprio nella zona in cui il presunto responsabile era solito accumulare e accendere i rifiuti di residui vegetali derivanti dalla manutenzione dell’area.

In questi giorni la Procura della Repubblica di Frosinone ha avallato la suesposta ricostruzione, inscrivendo il reo presunto nel registro degli indagati ed emettendo nei suoi confronti  un avviso di garanzia.

Pertanto, l’invito che il personale del Corpo forestale dello Stato muove alla cittadinanza è quello di prestare la massima attenzione alle modalità con cui  si procede alle pratiche agricole di smaltimento di residui vegetali, in particolare nel periodo estivo, preferendo sistemi di produzione di compostaggio, per evitare che possano scaturire incendi di serio pericolo per persone e patrimonio ambientale e pesanti responsabilità per gli autori del reato. L’applicazione di moderne tecniche di repertazione e di indagine del resto, consente ormai ai Forestali di risalire con precisione, in un numero sempre maggiore di casi, al punto di innesco degli incendi e, come dimostrato dal caso di specie, di individuarne concretamente anche  i responsabili.