Prima in provincia di Latina, Gaeta ha il suo sistema di Valutazione delle Performance lavorative

22 marzo 2013 0 Di redazione

Approvato dalla Giunta Mitrano il Sistema di Valutazione delle Performance organizzative ed individuali del Comune di Gaeta (visionabile sul sito istituzionale www.comune.gaeta.lt.it a partire dalla prossima settimana), atto propedeutico al Piano della Performance già elaborato, ma che sarà deliberato dall’esecutivo cittadino entro il 15 aprile prossimo.
Il Comune di Gaeta, primo nella Provincia di Latina, ottempera in tal modo all’art. 7 del Decreto Lgs 150/2009 (cosiddetto Decreto Brunetta) che, nell’ambito del processo di riforma della Pubblica Amministrazione, introduce il ciclo delle performance, comprendente la definizione degli obiettivi di miglioramento delle prestazioni rese dal Comune, il monitoraggio del grado di realizzazione degli obiettivi, la rendicontazione dei risultati effettivamente raggiunti, la valutazione delle prestazioni del personale coinvolto.
“Proseguiamo con fermezza sulla strada della trasparenza e dell’efficientamento dell’attività amministrativa – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano – intervenendo direttamente sulla macchina operativa comunale, attraverso un’importante strumento volto al monitoraggio, alla valutazione e rendicontazione del lavoro svolto da tutto il personale comunale. Al contempo, con la predisposizione di mezzi idonei a misurare la customer satisfaction, cioè il grado di soddisfazione dei cittadini/utenti rispetto ai servizi erogati e alle azioni poste in essere dal Comune, favoriamo un rapporto maggiormente interattivo tra l’Amministrazione e la popolazione”.
“Mi preme anche sottolineare – aggiunge il Primo Cittadino – che dal 2009 il Comune di Gaeta era privo degli organismi preposti al controllo della gestione e alla valutazione delle performance del lavoro pubblico: tutta la macchina amministrativa era senza alcun tipo di supervisione e verifica rispetto ad obiettivi prefissati. Nel settembre 2012, attraverso un bando ad evidenza pubblica, la nostra Amministrazione ha ricostituito sia il Nucleo di Gestione che l’Organismo Indipendente di Valutazione (OIV), affermando il rispetto della Legge e la forte esigenza di trasparenza per un corretto, efficiente ed efficace funzionamento della macchina burocratica – amministrativa”.
“Secondo la normativa vigente – spiega il Presidente dell’OIV del Comune di Gaeta prof. Giuseppe Russo – le pubbliche amministrazioni devono ogni anno valutare la performance organizzativa ed individuale adottando, con apposito provvedimento, il Sistema di Valutazione della Performance e redigendo successivamente il Piano della Performance e la Relazione sulla Performance. Nel Piano delle Performance, elaborato nell’ottica della programmazione, sono esplicitati gli obiettivi per la misurazione e la valutazione della performance dell’Amministrazione, nonché gli obiettivi assegnati al personale dirigenziale ed i relativi indicatori, nel quadro delle risorse. Entro il 15 aprile esso sarà adottato dalla Giunta Mitrano e subito dopo pubblicato sul sito istituzionale. Mentre la Relazione sulla Performance, redatta in fase di rendicontazione, evidenzia a consuntivo, i risultati organizzativi e individuali raggiunti rispetto agli obiettivi programmati ed alle risorse impiegate. La normativa vigente dispone che le indennità di risultato, ovvero le integrazioni di retribuzione legate alla performance, vengano erogate ai dipendenti pubblici sulla base di tali risultati, e non a pioggia indipendentemente dalla qualità e quantità del lavoro svolto, metodo decisamente vietato dal legislatore. Si delinea in tal modo uno strumento efficace di verifica del buon andamento e dell’imparzialità dell’attività amministrativa nel suo complesso: la formalizzazione degli obiettivi, infatti, da un lato pone ai dirigenti l’obbligo del confronto tra l’effettivo risultato ottenuto e quello prefissato, dall’altro frena l’eventuale ingerenza nella gestione da parte dell’organo di indirizzo politico, che non può incidere arbitrariamente sull’attività amministrativa avendo precisi traguardi da tagliare”.
Per il consigliere comunale Pasquale Ranucci, Presidente della Commissione consiliare organizzazione e personale: “L’implementazione del nuovo ciclo di gestione della performance non solo ha importanti ripercussioni sul rapporto con il personale, attraverso il sistema premiante, strettamente correlato ai risultati ottenuti, ma anche sul rapporto con il pubblico attraverso la customer satisfaction e la trasparenza. In merito a quest’ultimo punto è bene ricordare che il Decreto Brunetta prevede la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune delle informazioni relative ad ogni aspetto dell’organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all’utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali e dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione. Tutto ciò a garanzia della legalità dell’azione amministrativa e dell’effettivo impegno dell’Amministrazione verso un’erogazione di servizi adeguati alla domanda dei cittadini sia in termini di qualità che di parametri di spesa. Vorrei anche sottolineare come il Sistema della Valutazione della Performance adottato sia uno strumento di estrema importanza per gli Enti locali in questo momento di grave ristrettezza economica, poiché consente di individuare i servizi prioritari e le risorse da impiegare in relazione ai risultati che si vogliono conseguire. Permette cioè l’ottimizzazione delle risorse umane e finanziarie”.
Sulla trasparenza amministrativa, quale obbiettivo da raggiungere a 360°, il Sindaco Mitrano interviene in merito agli obblighi, in tale ambito, dei titolari di cariche elettive e di governo, precisando che: “La pubblicazione dei dati patrimoniali dei soggetti suindicati va coordinata con il Piano Anticorruzione che il Comune deve adottare in coerenza con il Piano Nazionale non ancora varato dal Governo centrale. Inoltre tale pubblicazione è stata oggetto di approfondimenti legislativi che ne stabiliscono i contenuti ai fini della trasparenza, ed anche di eccezioni da parte del Garante della Privacy. Quindi siamo in attesa dell’esito di questa disamina per procedere nei termini di Legge. Nel frattempo però il Comune si è già attivato per predisporre tutti gli adempimenti, in modo da essere pronto alla pubblicazione non appena l’attuale stand by verrà sbloccato dagli Organi sovra ordinati. Per le ragioni esposte il relativo punto all’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio Comunale, proposto dall’opposizione, è stato da quest’ultima ritirato”.