Regione Lazio, Zingaretti nomina la sua giunta rosa e “punisce” Frosinone

20 marzo 2013 0 Di redazione

Nasce all’insegna del rosa la nuova giunta della regione Lazio, ama anche con un’altra caratteristica, quella di non aver nessun rappresentante della provincia di Frosinone, terra di Abbruzzese e Fiorito. Zingaretti ha voluto nella sua squadra composta di 10 assessori, sei donne e appena quattro uomini. Un record al femminile che non ha eguali nel Paese. Si tratta di persone di assessori esterni a cominciare da Massimiliano Smeriglio, vicepresidente e assessore alla Formazione, università, scuola e ricerca. Concettina Ciminiello, assessore alla Semplificazione, trasparenza e pari opportunità. Michele Civita, assessore alle Politiche del Territorio, della mobilità e dei rifiuti. Guido Fabiani, assessore Attività Produttive e sviluppo economico. Lidia Ravera, assessore alla Cultura e allo sport. Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, alle politiche abitative e all’ambiente. Sonia Ricci, assessore all’Agricoltura, caccia e pesca.
Alessandra Sartore, assessore al Bilancio, patrimonio e demanio. Lucia Valente, assessore al Lavoro. Paola Varvazzo, assessore alle Politiche Sociali.
Zingaretti ha mantenuto per se le deleghe ad Europa, Turismo, Economia del mare e Protezione civile. Nomi che rappresentano Roma, la provincia capitolina e anche le altre del Lazio, escluso Frosinone. Della provincia Ciociara, rappresentata nella passata amministrazione da Abbruzzese e Fiorito, nessuna nomina. E’ forse una punizione?
Er. Amedei