“Topo d’auto” ruba la borsa della proprietaria, ma finisce nella rete dei Carabinieri

8 marzo 2013 0 Di redazionecassino1

Ventiquattro ore dalla denuncia del reato è  il  tempo “lampo” bastato agli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Agnone  per individuare  ed assicurare alla giustizia un  “topo d’auto” che una notte dei primi giorni del mese  aveva asportato da un’autovettura in sosta  nell’abitato di Agnone la borsa della proprietaria dell’auto con documenti, denaro e carte di pagamento.

La proprietaria dell’auto, una 50enne del luogo  ne aveva denunciato mercoledì U.S. il furto ai Carabinieri della locale Compagnia, ai quali aveva anche palesato che l’ignoto  topo d’auto aveva anche fraudolentemente effettuato un prelievo di 250 euro con la propria carta bancomat trafugata dalla borsa, presso uno sportello bancomat di un istituto di credito del capoluogo Altomolisano.

Parametri investigativi preziosi questi, con i quali  i militari hanno immediatamente attivato indagini di polizia giudiziaria come da manuale, che hanno trovato l’epilogo finale nel ritrovamento della borsa con tutti gli effetti in essa contenuti, senza ovviamente il denaro “contante”, nel corso di una autorizzata perquisizione compiuta nell’abitazione di un 22enne del luogo.

I militari oltre a recuperare la refurtiva hanno anche accertato la responsabilità  in capo al giovane del prelievo fraudolento presso il bancomat locale, utilizzando la carta di credito che la donna custodiva nel portafoglio all’interno della borsa.

Ora con l’accusa di furto aggravato continuato ed uso fraudolento di carta di credito, il 22enne è stato segnalato in stato di libertà alla Procura della Repubblica del capoluogo Pentro.