Tutto pronto per il nuovo sevizio di raccolta dei rifiuti ‘porta a porta’. Primi S. Angelo e frazioni, Colosseo, Solfegna-Cantoni, Folcara

13 marzo 2013 1 Di redazionecassino1

Si avvia l’iter per il servizio di raccolta dei rifiuti ‘porta a porta’. Nei giorni scorsi i cittadini dei quartieri interessati hanno ricevuto la lettera del Comune che preannunciava l’inizio del nuovo servizio. Successivamente partiranno una campagna informativa nei quartieri interessati da parte del personale della ditta De Vizia per spiegare nel dettaglio il nuovo sistema. Il nuovo servizio di raccolta ‘porta a porta’ riguarderà inizialmente, il rione Colosseo, Solfegna-Cantoni, la Folcara, Sant’Angelo, Andridonati, Panaccioni e Collecedro. “In una conferenza stampa prevista verso il 22 marzo – spiega l’assessore Consales – verrranno illustrati tutti i meccanismi del nuovo servizio, quindi si passerà alla consegna agli utenti dei kit  e del materiale illustrativo necessario”. Con la consegna delle lettere, quindi, che preannunciano l’avvio del nuovo sistema porta a porta a firma del Sindaco Giuseppe Golini Petrarcone, e dell’Assessore All’ambiente Riccardo Consales, entra nel vivo la fase di Start Up della raccolta differenziata a Cassino. Con questa comunicazione l’Amministrazione comunale informa tutti i cittadini che nei prossimi giorni verranno consegnati, ad ogni utenza domestica e non domestica, appartenenti al primo step, i kit di mastelli colorati e il materiale informativo, necessari e fondamentali per l’informazione capillare che ci sarà nei prossimi mesi. I cittadini avranno modo di capire nel dettaglio come dovrà essere fatta la raccolta differenziata porta a porta e avrà modo di incontrare i comunicatori ambientali, personale preparato e messo a disposizione dalla società ACHAB Med, società che si occupa della comunicazione.

E se questo non dovesse bastare, dalla prossima settimana si cominceranno a calendarizzare i primi appuntamenti di quartieri, vere e proprie assemblee di cittadini, dove tutti potranno intervenire e fare domande sul nuovo sistema di raccolta.
Fondamentale in questa fase sarà l’apporto delle associazioni ambientaliste, le associazioni dei commercianti, gli amministratori di condominio, e i comitati di quartiere, importanti per veicolare il messaggio del nuovo sistema porta a porta.

Ma la spiegazione dettagliata di questa fase delicata di partenza del porta a porta (definita Piano di Start Up) verrà illustrata con un apposita conferenza stampa la prossima settimana.