Giorno: 1 aprile 2013

1 aprile 2013 0

Ondata di maltempo al centro sud, pasquetta bagnata

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il complesso sistema atlantico in transito sul Mediterraneo centrale continuerà a portare un generale peggioramento delle condizioni meteorologiche sull’Italia centro-meridionale. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri. L’avviso prevede, dalla sera di oggi, lunedì 1 aprile, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, accompagnate da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento, su Abruzzo e Molise. Inoltre, dalle prime ore di domani, martedì 2 aprile, dai quadranti occidentali si prevedono venti di burrasca con raffiche fino a burrasca forte sulla Sardegna, in estensione a Sicilia, Calabria, Basilicata e Campania con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

1 aprile 2013 0

“Che Dio vi protegga” l’ultimo sms del Califfo al cantante dei Negramaro, poco prima di morire

Di redazionecassino1

È stata allestita in Campidoglio la camera ardente per il ‘Califfo’ ed emergono  particolari di amore verso gli amici del cantatore romano che si è spento a 75 anni nella notte di sabato. “Che Dio vi protegga”, l’ultimo sms inviato da Califano sul cellulare di Giuliano Sangiorgi, poche ore prima che la morte lo portasse via, nella sua villetta di Acilia. Il cantante dei Negramaro, sul profilo twitter della band, racconta di avere ancora i brividi e aggiunge: “Mi mancheranno messaggi come questi, fa male non dirsi l’ultimo arrivederci”. Franco Califano era molto amato dagli artisti, specie i più giovani, per i quali in vita il Califfo ha sempre speso più che una pacca sulla spalla. Che Pasqua triste per il mondo dello spettacolo che, in sole 24 ore, ha perso due pezzi da Novanta della sua storia. Soltanto due giorni fa, la scomparsa di Enzo Jannacci, simbolo di una Milano scanzonata e irriverente. Il giorno dopo muore il Califfo, un figlio di una Roma caciarona, latina, eccessiva ma di cuore, sincera.

1 aprile 2013 0

Virtus TSB Cassino: il punto sul settore giovanile di Manzari, Vettese e Mastrangelo

Di redazionecassino1

Negli ultimi mesi  la stampa e gli strumenti di divulgazione multimediale hanno opportunamente dato particolare risalto, in casa BPC Virtus TSB CASSINO , ai successi della compagine di punta del sodalizio rossoblù , militante nel campionato regionale di Serie D ed ai risultati più che soddisfacenti della stessa ( prima in classifica nel girone A) . Ma la BPC Virtus Terra di San Benedetto Cassino non è solo serie D… è anche settore giovanile e giovani promesse che si stanno affacciando ai palcoscenici dell’agonismo. Infatti la società presieduta dal dott. Leonardo Manzari è impegnata in altri ben quattro campionati. Un team di allenatori capitanati dall’head coach , Luca Vettese , e costituito da Davide Mastrangelo (assistant coach per il team di punta , capo allenatore della 1° divisione , dell’Under 19 femminile e dell’Under 14 maschile ) e  Furio De Monaco (assistant coach in Under 19 maschile , Under 19 femminile e Under 14 maschile ), Nadia Mentella e Paola Rossi ( responsabili settore Mini Basket)  sono i coordinatori  tecnici del movimento .

In ordine d’importanza gerarchica ,il primo campionato che vede le maglie rossoblù in campo ,  è quello della 1a Divisione. Il team che prende parte al campionato a libera iscrizione regionale ,  è stato organizzato con l’intento di permettere ad atleti , per la maggior parte senior di età , tesserati con il sodalizio del lupo rossoblù,  gravitanti nell’orbita del campionato maggiore, di poter giocare in una serie sicuramente inferiore, ma comunque di ottimo livello. La 1a Divisione, consente inoltre di creare occasioni di gioco anche per i  ragazzi del settore giovanile, under 19 maschile. Infatti permette loro di acquisire maggiore esperienza sul campo, nella prospettiva di un minutaggio consistente su palcoscenici sempre più prestigiosi. Per il momento, in un campionato di 6 squadre, dopo un inizio brillante da parte degli uomini di coach Mastrangelo, con 3 vittorie su 3 partite giocate, la squadra ha subito una battuta d’arresto, con un resoconto successivo di una sola vittoria su ben 5 partite giocate, riportando in parità il bilancio tra vittorie e sconfitte. Mancano due giornate al termine del campionato e i ragazzi cassinati  sono ancora in corsa per ottenere un buon piazzamento finale in classifica.

Continuando nella scala gerarchica della costituzione societaria, troviamo l’Under 19 maschile . Questa è forse una delle squadre con più futuro e di sicuro con maggiori potenzialità, ma che non riesce ancora a  spiccare il volo e a dimostrare pienamente le proprie qualità, almeno in termini di risultati. Il team guidato dal duo Vettese- De Monaco settimanalmente non demorde, combatte con le unghie e con gli artigli, consapevole delle qualità acquisite anche grazie agli allenamenti congiunti con i compagni della serie D. Nonostante però l’impegno ed i sacrifici per conciliare gli allenamenti con i doveri scolastici dei giovani atleti, i risultati raggiunti in termini di vittorie non sono stati soddisfacenti e soprattutto non rendono giustizia nè all’impegno nè alle prestazioni sul campo. Nella prima fase ,Cataldo e compagni si sono classificati penultimi, vincendo solo 2 delle 10 partite disputate. Nelle seconda fase invece la situazione è migliorata notevolmente con i nostri ragazzi che hanno vinto finora  due delle 6 partite disputate con una partita ancora  da recuperare. La squadra occupa il 4 posto in classifica dietro solamente alla Lazio Basket ,al  Basket Frascati ed al Basket Monterotondo, squadre di certo più grandi anagraficamente, fisicamente e con maggiore esperienza rispetto ai giovani virtussini.

Scendendo ancora  troviamo l’under 19 femminile che si trova ad affrontare un campionato sicuramente più difficile rispetto alla portata delle ragazze cassinati, alcune delle componenti del roster infatti sono state avviate alla pratica cestistica solo dall’inizio di quest’anno agonistico 2012-2013. Un campionato ferreo dunque  quello molisano femminile che vede sul campo contese ben più aspre rispetto alle previsioni. Nel girone di qualificazione le nostre atlete sono riuscite a raggiungere la fase ad orologio , ottenendo sul campo il quarto posto in classifica. Una vera soddisfazione per la dirigenza BPC Virtus TSB CASSINO che ha avuto il merito di riportare a Cassino, dopo tanti anni, un campionato femminile, con giovani atlete di poca esperienza, ma di grande carattere, grinta e determinazione, che dimostrano in tutte le gare che le vedono protagoniste , sapientemente guidate dal loro giovane head coach , Davide Mastrangelo, e assistito nelle prime uscite dal giovane Matteo Zapparato . Infatti, pur faticando fisicamente e nell’affiatamento di squadra, essendo la compagine di giovane costituzione (ad oggi circa 6 mesi ) e sotto età , le ragazze dell’under 19 femminile hanno fatto grandi progressi, vivendo una magnifica favola da protagoniste. Nella fase ad orologio che si sta concludendo , le nostre atlete nelle  5 giornate fin qui disputate (di cui una di riposo) si sono rese  protagoniste di due vittorie, la prima contro la corazzata Airino, squadra di grande tradizione cestistica femminile , fuori casa, e la seconda contro la Cestistica Campobasso, con due punti di vantaggio, grazie ad  un canestro della giovanissima Maria Sofia Manzari all’ultimo secondo. Le nostre atlete sempre grazie a questa ultima  vittoria si sono qualificate alle “Final Four “ da terza  classificata, a  solo due punti di distanza dalla prima in classifica Venafro.

Per quel che concerne l’Under 14 maschile , c’è ancora tanto da lavorare, con un gruppo che deve esprimere tutto il valore effettivo rispetto alle potenzialità che sembrano intra vedersi. Qualche buona prova durante le partite di campionato concluso , senza raggiungere, tuttavia, risultati soddisfacenti. Infine c’è il mini-basket con scoiattoli e aquilotti, guidato dal duo Mentella – Rossi , che lavora per formare , ci si augura , grandi e prestigiosi atleti che possano  costituire nel tempo il vivaio della BPC Virtus TSB Cassino .

1 aprile 2013 0

Nel liquido e nell’aerosol delle sigarette elettroniche presenti particelle di metallo, di silicati ed anche nanoparticelle

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

Un articolo pubblicato su PlosOne.org una rivista edita dalla Public Library of Science che riprendere diversi studi giunge ad alcune conclusioni che dovrebbero incentivare le istituzioni europee, ma anche quelle dei singoli stati nazionali ad accelerare il percorso di regolamentazione della vendita delle sigarette elettroniche. A sostenerlo Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, che ancora una volta mette sotto la lente d’ingrandimento quella che è una vera e propria moda esplosa da qualche mese anche in Italia, ma che come abbiamo più volte detto, si diffonde a macchia d’olio nella più totale libertà di commercializzazione e pressoché senza regole. Almeno sino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi e salvo l’emissione di quella normativa europea che ancora è in fase di istruzione mentre milioni di europei già ne fanno uso quotidiano senza conoscere le reali conseguenze e se vi siano potenziali pericoli per la salute.

Ed allora, è per tali ragioni che riteniamo utile riportare, in sintesi, le puntigliose indagini effettuate da laboratori indipendenti su questi nuovi marchingegni dell’effimero piacere.

I contenuti del cartomizzatore e l’aerosol sono stati analizzati mediante microscopia ottica ed elettronica, prove di citotossicità, microanalisi a raggi X, conteggio delle particelle e spettrometria di emissione ottica induttivamente accoppiato con plasma.

Ed i risultati sono stati i seguenti.

Il filamento, un filo di nichel-cromo, è stato accoppiato ad un filo di rame più spesso, rivestito di argento. Il rivestimento d’argento talvolta manca. Quattro collegamenti con saldatura a stagno connettono tra essi i fili e accoppiano il filo di rame/argento al tubo dell’aria e al boccaglio.

Tutti i cartomizzatori hanno tracce di uso prima del confezionamento (macchie di bruciato sulle fibre e movimento elettroforetico del liquido nelle fibre). Le fibre in due cartomizzatori avevano depositi verdi che contenevano rame. La centrifugazione delle fibre ha prodotto pellet grandi contenenti stagno. Particelle di stagno e baffi di stagno sono stati identificati nel liquido della cartuccia e nelle fibre esterne. Il liquido del cartomizzatore con particelle di stagno è risultato citotossico nel test eseguito con fibroblasti polmonari umani. L’aerosol conteneva particelle > 1 micron, di stagno, argento, ferro, nichel, alluminio e silicato e nanoparticelle (<100 nm) di stagno, cromo e nichel. Le concentrazioni di nove su undici elementi nell’aerosol della sigaretta elettronica erano superiori o uguali alle concentrazioni corrispondenti nel fumo delle sigarette tradizionali. Molti degli elementi individuati nell’aerosol delle sigarette elettroniche sono noti causare malattie e pericolo per l’apparato respiratorio.

Queste, quindi, in estrema sintesi le conclusioni: la presenza di particelle di metalli e di silicati nell’aerosol del cartomizzatore dimostra la necessità di un migliore controllo della qualità nella progettazione e nella fabbricazione delle sigarette elettroniche e ulteriori studi sull’impatto dell’aerosol delle sigarette elettroniche sulla salute degli utilizzatori (fumatori) e di coloro che respirano questo aerosol passivamente.

1 aprile 2013 0

Pesce d’Aprile, raccontateci gli scherzi più belli e simpatici scrivendo a redazione@ilpuntoamezzogiorno.it

Di redazione

Raccontaci il Pesce d’Aprile che hai fatto o che hai ricevuto, regala un sorriso ai nostri lettori. “Corri che Alberto è in Commissariato, ha pestato ad un tizio che gli ha rotto la macchina”. Così Vittoria è stata svegliata questa mattina dagli amici poco prim a della scampagnata di Pasquetta. Alberto è un noto “femminaiolo” ed è stato facile far crede a Vittoria che ieri notte, l’amico tornando a casa, ha trovato un reggiseno sul portone di casa e la scritta “morirai”, ma quel che è peggio, il presunto antagonista in qualche amore, gli aveva anche danneggiato l’auto. Il racconto degli amici di Vittoria è stato ben circostanziato e riferiva che Alberto, pensando di sapere chi fosse l’autore del gesto, lo aveva raggiunto a casa pestandolo. L’intervento di ambulanza e polizia, aveva fatto il resto, per questo, Vittoria, si sarebbe scapicollata fuori di casa alla ricerca, nel giorno di Pasquetta, di un buon avvocato per il suo amico. Ma oggi non è solo Pasquetta, ma anche il primo aprile, ma la data le è stata chiara solo giù al portone di casa, quando ha trovato Alberto e i suoi amici, a reggersi la pancia dalle risate.

1 aprile 2013 0

Incidenti stradali, due i morti sulle autostrade

Di admin

Intorno alle 22 della scorsa notte è avvenuto un incidente sulla A1 Milano-Napoli, nel tratto tra Fidenza e Fiorenzuola in direzione di Milano, all’altezza del km 84. Nell’incidente sono rimaste coinvolte due auto. Bilancio: una persona ha perso la vita. Alle ore 3 circa di oggi è avvenuto un incidente autonomo sulla A16 Napoli-Canosa, nel tratto tra Baiano e Avellino Ovest in direzione di Canosa, all’altezza del km 29. Nell’incidente una persona ha perso la vita. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità sono diramati su RTL 102.5 FM, ISORADIO 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21.

1 aprile 2013 0

Pasquetta con pioggia al centro sud e su Sardegna. Dalla serata allerta su Lazio Campania e Sicilia

Di admin

Tra domani e martedì, un complesso sistema atlantico passerà sul Mediterraneo centrale provocando un generale peggioramento delle condizioni meteorologiche a partire dalla Sardegna e dalle zone tirreniche del centro-sud, cui si aggiungeranno flussi di provenienza nord-africana richiamati verso la Sicilia e le regioni ioniche. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, dalla mattina di domani, lunedì 1aprile, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna, in estensione al Lazio dal tardo pomeriggio. Dalla sera di domani, inoltre, si prevedono precipitazioni anche su Campania e Sicilia, in estensione da martedì a Basilicata, Calabria e Puglia centro-meridionale. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

1 aprile 2013 0

Allerta per un virus variante dell’influenza aviaria che sta preoccupando l’Asia. Il ceppo virale classificato H7N9 ha causato 2 morti in Cina

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: In questi giorni questo virus sta generando preoccupazione in Asia. Secondo quanto riportato da alcuni media due persone sono morte a Shanghai in marzo dopo essersi ammalate di una variante dell’influenza aviaria che finora non era stata diagnosticata nell’uomo. Il ceppo virale classificato H7N9, contro il quale non esiste un vaccino e i medici non sanno ancora esattamente come trattare questa malattia, provoca febbre alta e tosse che degenerando provoca polmonite e, talvolta, insufficienza renale..

Oltre al 27enne e all’87enne che sono deceduti dopo essere stati infettati a fine febbraio un terzo individuo, una donna della provincia di Anhui, ha contratto la malattia e attualmente versa in condizioni definite critiche dai medici. L’ultimo caso, reso pubblico dalle autorità cinesi, lascia pensare che il contagio tra gli esseri umani è possibile. Il portavoce per l’OMS e l’agenzia sanitaria cinese hanno rassicurato che l’organizzazione mondiale segue con estrema attenzione i suoi progressi. Non è chiaro come le tre vittime siano state infettate. Probabilmente la causa dell’infezione è dovuta agli spostamenti quotidiani di milioni di persone e tonnellate di merci che hanno aumentato il rischio di diffusione di malattie che in determinati contesti rimangono isolate anche per migliaia di anni ma che possono essere fonte di vere e proprie pandemie se solo non vengono isolate per tempo. Secondo la commissione, tuttavia, il virus non sembra particolarmente contagioso.

Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, anche se i sintomi richiamano alla mente la SARS coronavirus, è ancora troppo presto per confermare la vera dimensione del problema.