Giorno: 16 aprile 2013

16 aprile 2013 4

L’Atleta arriva a Cassino e trova la porta di “casa” troppo piccola

Di redazione

Settantasette anni di attesa per arrivare a Cassino e altre tre ore per entrare dentro la casa che lo ospiterà per un anno. L’Atleta di Cassino, la statua risalente al primo secolo dopo Cristo ritrovata nel 1936 nella città martire e conservata fino ad oggi nel museo archeologico di Napoli, dopo un anno di lunghe trattative è finalmente tornata a Casssino per essere esposta per un anno nel museo archeologico cittadino. Ebbene, solamente quando, la statua è arrivata davanti al portone antisfondamento, appositamente montato in questi giorni per proteggerla, ci si è accorti che l’uscio era troppo stretto. Incredibile a dirsi, l’Atleta è rimasto fuori ad aspettare che gli operai smontassero il portone e la porta antipanico per guadagnare i centimetri necessari per far entrare l’attesa statua nella collocazione che conserverà fino alla prossima primavera. In 77 anni, forse la statua è cresciuta? Certamente no, i responsabili della logistica, evidentemente, non hanno tenuto conto dell’imballaggio e della protezione dell’opera. Ermanno Amedei

16 aprile 2013 0

Trasporta farmaci con un mezzo inadatto, sequestro della Polstrada di Sora

Di redazione

Medicinali e prodotti per bambini trasportati in maniera irregolare e, per questo, sequestrati. È accaduto nel territorio di Broccostella sulla superstrada Cassino Sora dove gli agenti della polizia stradale di Sora hanno fermato per controllo una Lancia Y. Nel corso dell’accurato controllo del veicolo eseguito in particolare nella parte posteriore dei sedili, i poliziotti hanno notato la presenza di numerosi recipienti di cartone e plastica rigida contenenti medicinali destinati ad alcune farmacie di diversi comuni della valcomino. Le modalità del trasporto, caratterizzato dall’assenza di contenitori o altri dispositivi di regolazione della temperatura, hanno indotto gli agenti ad approfondire il controllo anche attraverso l’intervento del personale dell’Asl di Sora, con il quale si e’ proceduto ad ispezionare il carico di medicinali accertando l’inadeguatezza dei sistemi di trasporto dei prodotti farmaceutici alcuni dei quali (insulina e latte in polvere) evidenziavano una condizione termica difforme da quella prevista con temperature superiori alla norma. Il tutto, quindi è stato sottoposto al sequestro cautelativo, contravvenzionando il conducente della vettura per aver utilizzato il mezzo diversamente da quanto indicato nella carta di circolazione. Il trasgressore, un trentacinquenne residente ad Isola del Liri, ha peraltro tentato di giustificare l’occasionalità del trasporto dichiarando di averlo eseguito solo per sostituire un amico che non poteva provvedere a questa attività in quanto aveva il mezzo idoneo in avaria.

16 aprile 2013 0

Aperte le attività del Centro Giovanile alla comunità Exodus

Di redazionecassino1

Uno splendido Sabato è trascorso presso il Centro giovanile ospitato dalla comunità Exodus di Cassino. Il primo appuntamento di una serie di pomeriggi primaverili che diventeranno il luogo d’incontro del Sabato per i ragazzi di Cassino e non solo.

La comunità ha offerto l’occasione di praticare sport, musica e giochi ai numerosi ragazzi che hanno partecipato all’evento.

Nel campo di Basket la squadra di Cassino ha regalato ai ragazzi un pomeriggio di allenamento da professionisti e tra i dilettanti sembra sia emerso qualche cestista di qualità.

Nel percorso sterrato allestito per l’occasione si è conclusa la campestre di 1000 mt, i tempi non sono stati da primato mondiale ma lo spirito da olimpiade. A proposito di cinque cerchi: i ragazzi speciali hanno performato in modo eccezionale durante gli allenamenti per le Paraolimpiadi che si terranno il 20 e 21 Aprile a Frosinone. Si sono inoltre cimentati sulla “Bici Speciale” costruita appositamente dal loro ingegnoso allenatore Antonio Lanni.  Il laboratorio di Musica ha ospitato i corsi di chitarra e violino, lasciando anche spazio ai musicisti provetti che hanno deliziato i presenti con le loro moderne e innovative overture.

In modo inaspettato ha riscosso grande successo anche il laboratorio di scacchi, dove i giovani strateghi delle 64 caselle hanno speso tempo a sfidarsi e a imparare dai maestri presenti.

Il centro giovanile ha anche strizzato l’occhio alle famiglie lasciando spazio per i giochi dei bimbi (molti hanno portato la propria bici e i propri giochi per passare un pomeriggio nel verde) e per i dubbi di mamma e papà: durante il “The con i genitori”, la psicologa Marisa Del Maestro ha stimolato il confronto su molti temi che ruotano intorno al ruolo dei genitori e della famiglia

Tutto si è svolto in un’atmosfera piacevole e familiare, agevolata da uno splendido sole che ha finalmente deciso di regalarci la primavera tanto attesa e non potrebbe aver scelto momento migliore poichè i pomeriggi al Centro Giovanile continueranno anche per i prossimi sabati. Il programma è disponibile sulla pagina Facebook e su exodus.it

16 aprile 2013 0

Ancora un sequestro di sostanze stupefacenti da parte della Guardia di Finanza

Di redazionecassino1

Il Comando Regionale Abruzzo all’esito di una compiuta analisi degli elementi operativi  ed investigativi acquisiti negli ultimi tempi, ha elaborato e coordinato un’intensificazione dell’azione di contrasto al traffico di stupefacenti, attraverso uno specifico piano di controllo da parte di pattuglie automontate (con automezzi sia “palesi” sia “civetta”) dei dipendenti Reparti, secondo orari, località e modalità ben definiti.

In particolare, nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio disposto dal Comandante Regionale Abruzzo, tendente a contrastare l’immissione sul mercato locale di partite di sostanza stupefacente, specie quella cd. “pesante”, è stata particolarmente “attenzionata” la costa teramana, ove peraltro la presenza di numerosi esercizi (discoteche, night clubs) può costituire “volano” per il consumo di sostanze stupefacenti, e ciò a testimonianza della centralità dell’asse adriatico nelle rotte dei traffici illeciti, oltre che al fine di assicurare un costante presidio di vigilanza. Il piano d’azione, ha preso in esame, in particolare, il traffico proveniente dalle Regioni limitrofe diretto verso le aree costiere ed interne della provincia di Teramo.

Proprio nell’ambito del dispositivo in questione, a distanza di poche ore da analogo intervento, un ulteriore sequestro di sostanza stupefacente è avvenuto nella nottata appena trascorsa, quando una pattuglia della Compagnia di Giulianova, nel procedere al controllo di autovettura presso il casello autostradale di Val Vibrata, dopo un attento esame, ha rinvenuto a bordo, abilmente occultati, gr. 530 di eroina. I due occupanti l’automezzo sono stati arrestati.

Insieme allo stupefacente, i finanzieri hanno sequestrato l’autovettura utilizzata per il suo trasporto, carte di credito, valuta, un telefono cellulare, un navigatore satellitare e varia documentazione attualmente al vaglio degli investigatori

Grazie all’impiego di numeroso personale, coadiuvato anche dalle unità cinofile antidroga, nel giro di poche settimane sono stati raggiunti notevoli risultati giungendo al  sequestro di ingenti quantitativi di droghe “pesanti”, pari a oltre kg 3,200 di eroina ed a gr.532 di cocaina, la cui immissione sul mercato, dato il valore, avrebbe fruttato al mercato dello spaccio alcune centinaia di migliaia di euro di guadagno.

Sono stati complessivamente arrestati in flagranza di 8 soggetti, e sequestrate 3 autovetture, in  particolare nella fascia costiera teramana.

Le conseguenti indagini avviate, coordinate dalla Procura della Repubblica di Teramo, sono finalizzate non solo ad individuare gli ulteriori soggetti coinvolti ma anche  all’aggressione delle disponibilità patrimoniali ove  eventualmente investiti i profitti dell’illecito traffico.

Nella consapevolezza delle ripercussioni che il consumo di sostanze stupefacenti ha sul tessuto sociale nonché sulla vita di tanti soggetti – molto spesso giovani – e delle loro famiglie, il Corpo pone costante attenzione nell’ambito della più vasta  attività tesa ad  assicurare condizioni di generale legalità , non limitata al settore economico- finanziario, che pur costituisce prioritario impegno istituzionale.

16 aprile 2013 0

Furto in un supermercato, due donne arrestate ed altri tre denunciati in flagranza di reato

Di redazionecassino1

Lo scorso pomeriggio, ad Aprilia, presso un centro commerciale, i militari del locale NORM hanno tratto in arresto in flagranza di reato, due cittadine Romene entrambe in Italia senza fissa dimora, nullafacenti, incensurate, sorprese ad asportare, con l’utilizzo di due borse schermate, liquori per un  valore di € 130,00 circa.

Nel medesimo contesto sono state denunciati altri tre connazionali ( due uomini ed una donna) per aver precedentemente trafugato liquori per un valore di € 50,00 circa.

Tutta la merce è stata restituita ai proprietari, mentre le donne arrestate sono state trattenute in camera di sicurezza in attesa rito direttissimo.

16 aprile 2013 0

“Risparmio nella sanità con la telemedicina”, convegno a Lanciano

Di redazione

Quello svolto a Lanciano sabato scorso 13 aprile presso il Palazzo degli Studi è stato un convegno sulla sanità distribuita tra ospedali e territorio, sulla tecnologia che non è fantascienza ed operatori sanitari e cittadini che pretendono entrambi decisioni attuative da parte delle autorità sanitarie affinché rendano un servizio migliore alla comunità. Marcello Basili, Presidente della Croce Gialla di Lanciano, ha chiamato a raccolta le migliori esperienze d’Italia in tema di telemedicina dimostrando che il futuro è già realtà in molte zone del nostro paese. La Società Italiana di Telemedicina e la Società Italiana Sistema 118 hanno portato a Lanciano tutta la loro esperienza unendosi a tutta l’area dell’emergenza-urgenza abruzzese: il Dott. Angelo Muraglia, Direttore dell’Agenzia Sanitaria Regionale, il Direttore del Dipartimento Emergenza e Accettazione della ASL locale Dott. Antonio Caporrella, tutto il personale sanitario, composto dai 140 presenti tra medici ed infermieri, hanno affermato con decisione la necessità di iniziare un processo di ammodernamento delle strutture sanitarie per renderle più efficienti ed economiche. Una delle strade per effettuare questo agognato cambiamento è la telemedicina che, attraverso la trasmissione di dati e di audio-video, permetterebbe un salto di qualità dell’assistenza al paziente, anche se domiciliare: questo ha affermato anche il Dott. Raffaele Di Nardo, Direttore del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata della ASL Lanciano Vasto Chieti, d’accordo con quanto sostenuto da suoi colleghi laziali, toscani e campani che hanno portato a Lanciano le loro riuscite esperienze di telemedicina.

16 aprile 2013 0

Abusi edilizi nel parco del Matese, sequestrato dai carabinieri un fabbricato

Di admin

Continuano le operazioni dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, finalizzate a contrastare il fenomeno degli abusi edilizi e per tutelare la sicurezza sui luoghi di lavoro e la regolarità occupazionale. Nel corso dei controlli, sono state passate ancora una volta al setaccio varie località del comprensorio matesino particolarmente sensibili sotto il profilo ambientale, in quanto ricadenti nel Parco Regionale del Matese. A San Potito Sannitico, in località Quercete, i militari della Stazione di Piedimonte Matese, hanno proceduto al sequestro di un fabbricato destinato a private abitazioni, in assenza delle prescritte concessioni edilizie. Una persona, proprietaria della struttura, è stata denunciata a piede libero alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Gli accertamenti in queste ore sono stati estesi anche ad altri cantieri al fine di riscontrare eventuali violazioni alle norme in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro, tra le quali la mancanza di adeguate impalcature o ponteggi, mancanza di idonee protezioni per gli operai, presenza di vari materiali posizionati in maniera tale da procurare grave pericolo per gli stessi lavoratori e sulla regolare redazione della prevista documentazione relativa al piano operativo di sicurezza del cantiere. Vengono inoltre eseguiti controlli per verificare la presenza di lavoratori in nero. Dall’inizio di quest’anno, compresa l’operazione odierna, salgono a sei i cantieri edili sottoposti a sequestro per un valore complessivo di circa un milione di euro e otto le persone denunciate alla competente Autorità Giudiziaria nel corso di blitz antiabusivismo dei Carabinieri di Piedimonte Matese.

16 aprile 2013 0

Operazione “Flying Cocaine” della Polizia, maxi sequestro di cocaina. Quattro arresti

Di redazionecassino1

Oltre 43 kg di cocaina purissima sono stati intercettati nel pomeriggio di domenica su un volo proveniente da Santo Domingo.  L’aereo atterra all’Aeroporto di Fiumicino (RM) dov’era in corso una specifica attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti da parte, oltre che della Polaria anche delle Squadre Mobili di Frosinone e Roma, dello Sco e della Guardia di Finanza di Napoli e Fiumicino.

 L’attività congiunta ha consentito il controllo di diversi vettori provenienti dal Sud America. L’ingente quantitativo di cocaina durante il volo è stato scortato da tre corrieri venezuelani, un uomo e due donne, che trasportavano la preziosa merce all’interno dei loro bagagli.  Nelle valigie, infatti, è stata recuperata la droga confezionata in “panetti” ciascuno del peso di 1, 300 kg per un totale di 37 kg.

A finire nel mirino dei poliziotti, anche una cittadina italiana di ventitrè anni della provincia di Como, che viaggiava sullo stesso volo in compagnia della propria figlia di un anno.

Alla vista degli investigatori, la ragazza ha subito mostrato una particolarer agitazione, insofferenza e premura nel voler lasciare l’Aeroporto.  Il controllo eseguito nelle borse della donna ha consentito di recuperare all’interno di confezioni di latte in polvere ben 6 kg di cocaina purissima.

Le particolari caratteristiche di purezza conferiscono al carico sequestrato un considerevole valore commerciale che, se immesso sul mercato, avrebbe fruttato circa 15 milioni di euro. Sono scattate, quindi, le manette per i quattro viaggiatori che dovranno rispondere di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

 

16 aprile 2013 0

Operazione “Low Cost”, altri tre arresti, fra cui un dipendente dell’Agenzia delle Entrate

Di redazionecassino1

A distanza di circa due mesi dai primi arresti eseguiti nell’ambito delle indagini connesse all’operazione denominata LOW COST, nelle prime ore della mattinata odierna sono state eseguite, da personale della Squadra Mobile di Frosinone e del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza del capoluogo ciociaro, altre tre ordinanze di custodia cautelare, una delle quali nei confronti di un dipendente dell’Agenzia delle Entrate.