Giorno: 27 aprile 2013

27 aprile 2013 1

Sparatoria dopo rapina in gioielleria a Maddaloni, muore un carabiniere

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un carabiniere è rimasto ucciso e un secondo sarebbe rimasto ferito nel corso di un conflitto a fuoco tra i militari e un gruppo di rapinatori che, oggi pomeriggio, hanno assaltato una gioielleria in via Ponte Carolino a Maddaloni (Ce). La sparatoria si sarebbe verificata nel corso di un inseguimento che è servito comunque a fermare i malviventi due dei quali, un uomo e una donna, sarebbero rimasti feriti. Sul posto stanno indagando, oltre che ai colleghi della vittima, anmche polizia e magiustrato.

27 aprile 2013 0

Il nuovo vescovo, Monsignor Antonazzo, domani in visita ad Aquino

Di redazione

Sarà ad Aquino alle 17,30 di domenica 28 aprile, mons Gerardo Antonazzo, nuovo vescovo della diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo. I tre ultimi vescovi, all’epoca della riorganizzazione delle diocesi italiane nel 1983 che da tre le riuniva in una, hanno voluto mantenere la prassi secolare dell’ingresso ufficiale anche nelle chiese, oggi concattedrali, degli altri due centri di Aquino e Pontecorvo. Quindi, dopo la presa di possesso ufficiale di domenica scorsa a Sora, nel pomeriggio del 28 il nuovo vescovo sarà anche ad Aquino, la più antica delle tre diocesi, la cui nascita risale al V secolo con il primo vescovo Costantino. Alla diocesi di Aquino venne unita poi nel 1721 quella di Pontecorvo, e poi nel 1818 si aggiunse quella di Sora, sempre come diocesi distinte però; nel 1983 poi come si è detto, con la riforma, le tre diocesi si fusero in una sola. Il vescovo giungerà ad Aquino in piazza San Tommaso, dove oltre al parroco della cattedrale. sarà ad attenderlo il Sindaco Antonino Grincia, che poi da una pedana allestita davanti al monumento a san Tommaso, gli rivolgerà il saluto e il benvenuto a nome della città di Aquino. Particolare significativo, sarà la terza volta consecutiva che il sindaco Grincia porgerà al vescovo il saluto di Aquino, e questo avverrà ad un mese esatto dalla fine del suo mandato di primo cittadino. Prima di lui, il sindaco aveva accolto in città i vescovi Brandolini e Iannone. Dopo questa prima parte che riguarda l’accoglienza civile, il vescovo, nella contigua chiesa cattedrale, celebrerà la messa solenne con gran parte dei parroci delle parrocchie un tempo appartenenti all’antica diocesi di Aquino.

27 aprile 2013 0

Basket Under 17 Elite, contro il Viterbo allo Scauri non basta un Super Tardivi da 43 punti

Di redazione

Dil. S. Rosa Bk Viterbo vs basket Scauri. 80-73 I ragazzi di Addessi escono battuti dal parquet di una buona Santa Rosa Viterbo nonostante la strepitosa prestazione di Tardivi, autore di 43 punti, ed un ottimo Conte. Unica nota dolente, senza nulla togliere ai viterbesi, quanto fatto dai due arbitri risultati essere i peggiori in campo. I delfini giocano buona parte dell’ultimo quarto in quattro ed addirittura un paio di minuti in “tre”, rimangono sino alla fine Tardivi, Pimpinella e Zevoli. Statistiche alla mano in tutte e due le fasi del campionato non si sono avuti più di 3 ragazzi fuori con 5 falli. Un esempio su tutti Tardivi in contropiede solitario in palleggio, fermato da dietro con le cattive e conseguente fischio arbitrale con indicazione della panchina del Santa Rosa e numero del giocatore, alla rimessa l’arbitro consegna la palla al Viterbo e alle rimostranze dell’accompagnatore dello Scauri si avvicina al tavolo e dice che il fallo era stato commesso dal nr. 19 biancazzurro ribaltando quanto detto pochi attimi prima lasciando sbigottiti giocatori e pubblico da entrambe le parti. Ma torniamo al gioco giocato che sicuramente ci appassiona di più, partenza attenta e decisa di entrambe le compagini con lo Scauri avanti al primo quarto di due, equilibrio sostanziale con Tardivi che macina punti anche se triplicato sistematicamente e Piacentini che porta i suoi sino alla fine del secondo quarto ribaltando il gap del punteggio. Alla ripresa delle ostilità i delfini giocano con maggior concretezza e con due bombe da quasi 8 metri, seppur nelle circostanze raddoppiato, il solito Tardivi porta avanti di due alla sirena del terzo quarto. Nell’ultima frazione di gioco i falli sistematici e chirurgici chiamati dagli arbitri continuano a mietere vittime trai ragazzi di Addessi che gia’ aveva sulla panca qualche ragazzo e ora si trova a lottare per mantenere l’esiguo vantaggio in inferiorità numerica. In tutta sincerta’ in quattro e poi addirittura in tre e’ difficile contenere gli attacchi dei viterbesi che alla sirena giustamente esultano per aver avuto ragione degli avversari. Rimaneva la rabbia dei ragazzi scauresi sentitisi alla fine danneggiati dai fischietti e che hanno comunque dato tutto sul parquet ma gli accompagnatori ed il coach Addessi riportano tutto alla normalità e ai saluti di rito si ritorna tutti amici e goliardici avversari con appuntamento al prossimo anno. Nonostante la sconfitta che lascia sempre l’amaro in bocca si appunta una buona prestazione del gruppo con un Conte in crescita e un Tardivi confermato a ottimi livelli di tecnica. Appuntamento a domenica prossima teatro dell’ultima uscita stagionale. I tabellini: Bk Scauri: Tardivi 43, Conte 16, Pimpinella 1, Tuccinardi, Verardi 4, Toscano, Di Somma 3, Zevoli 6. Allenatore Addessi Tiziano A. Dil. S. Rosa Bk I tabellini : Quintarelli 1, Ranucci 9,Piacentini 37, Ricci 21, Valentini 12, Soldati, Giesmini. Arbitri: nr. tessera 53661 e 53662.

27 aprile 2013 0

Atti vandalici nel parcheggio della Asl di Frosinone, prese di mira le vetture dei dipendenti

Di redazione

Atti vandalici all’interno del parcheggio della Asl di Frosinone. Prese di mira, da alcune settimane, sono le auto dei dipendenti in servizio notturno all’interno dell’ospedale civile. Una decina di giorni fa, ad una vettura è stata letteralmente sradicata la portiera. Ieri sera, invece, qualcuno ha tagliato due pneumatici di una stessa auto. Danneggiamenti misteriosi classificati al momento come atti vandalici. Sugli episodi stanno indagando i carabinieri al comando del capitano Pietro Di Miccoli non escludono nessuna ipotesi, neanche quella dei dispetti mirati ai lavoratori. Ermanno Amedei