Giorno: 29 aprile 2013

29 aprile 2013 0

E-mail minatorie alla giunta Ottaviani, denuncia in questura

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Due missive minatorie via e-mail sono state recapitate ad alcuni membri della giunta Ottaviani. In esse si fa riferimento alla possibilità dell’utilizzo delle armi così come avvenuto a Roma dinanzi a Montecitorio. Gli atti sono all’attenzione del Questore con relativa denuncia penale e sono state attivate le indagini per comprendere le motivazioni del gesto.

Questa la dichiarazione sull’accaduto del sindaco Nicola Ottaviani: “La vita dell’amministratore pubblico oggi è certamente complessa e colma di difficoltà, mentre le gioie si contano davvero con il lumicino. Il dovere e il senso civico ci impongono di continuare a ricercare tutte le soluzioni utili per coniugare la ristrettezza delle risorse finanziarie con la domanda di occupazione. Del resto nei momenti particolarmente inquietanti, come quelli che stiamo vivendo, la risposta migliore continuano a darla le istituzioni all’unisono, e, soprattutto, la grande coesione sociale dimostrata dai cittadini. Non abbiamo paura delle minacce e degli spettri, poiché siamo convinti di agire con il massimo dello scrupolo amministrativo, nel quadro delle soluzioni concretamente percorribili”.

29 aprile 2013 0

Domenica 5 Maggio Sermoneta si tinge di rosa

Di admin

Il borgo medioevale di Sermoneta (Latina), da poco insignito dal Ministero del Turismo del marchio “Gioiello d’Italia” diventa palcoscenico d’eccezione per celebrare la creatività femminile e la donna creatrice di vita e creatrice di bellezza della vita. Domenica 5 maggio, dalle 10 alle 19 si terrà “Sermoneta si tinge di rosa”, manifestazione organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con IMPRESA DONNA – Confesercenti provinciale di Latina, e con il patrocinio del comitato imprenditoria femminile della camera di commercio di Latina: un percorso attraverso le vie del paese alla scoperta delle arti femminili a 360 gradi: pittura, fotografia, cultura, moda, teatro, creatività.

Tutto il paese sarà addobbato con fiori e piante di tonalità rosa; in Corso Garibaldi si terrà il Mercatino di “Artigianato in rosa”. Ci sarà anche un percorso enogastronomico. Nel Palazzo della Cultura ci sarà una dimostrazione di Mise En Place (arte dell’apparecchiare la tavola).

Sotto la Loggia dei Mercanti, resa celebre dal film “Non ci resta che piangere” con Massimo Troisi e Roberto Benigni, è prevista una mostra fotografica, mentre Piazza Santa Maria Assunta si trasformerà in un mercatino del vintage e dello scambio grazie a “l’appetito vien… swappando” (si possono portare gli abiti e gli accessori da scambiare).

Piazza San Lorenzo ospiterà Arti e mestieri di un tempo (telaio, ricamo, uncinetto, maglia, tombolo) ed a Palazzo Americi, sede del Municipio, troverà ospitalità una mostra di pittura. In Piazza del Popolo dimostrazione di cake design e di manipolazione della pasta e della creta.

Ma “Sermoneta si tinge di rosa” è anche cultura. Alle ore 16.00 presso la Loggia dei Mercanti, la giornalista Angela Iantosca presenterà il libro “Onora la madre”, già presentato in varie trasmissioni targate Rai.

Alle 17.30 nel palcoscenico naturale del Belvedere, Sermoneta si tinge di rosa e di tutti i colori della Petite Robe: gli abiti di Chiara Boni partecipano alla sfilata “Emozioni Nascoste”.

A seguire, il teatro dell’associazione “Chi dice Donna”, in scena con “Giuliano Racconta”.

“Le piazze ed i vicoli di Sermoneta, colmi di colori, di artigianalità, di fantastiche idee, di originalità, di sfilate in costume, di arti e mestieri interpretati in chiave moderna, saranno al centro di una memoria storica di lavoro, un monumento vivo alle donne, alla loro coscienza di essere, alla loro utilità per la famiglia, alla loro complicità, alla loro solidarietà”, spiega il Sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli.

Ingresso gratuito. Info: www.comunedisermoneta.it; 0773/30426

29 aprile 2013 0

Il sindaco Petrarcone: “Il ricordo di Secondino Pagano è vivo in tutti noi”

Di admin

“Siamo qui oggi per onorare e ricordare la figura di Secondino Pagano, un nostro concittadino illustre che con il suo coraggio e la sua abnegazione si è distinto nel corso della sua carriera professionale, dando lustro all’intera comunità di Cassino che con orgoglio rende il giusto tributo al Maggiore scomparso il 28 aprile del 1957.” A dichiararlo è il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, nel corso della cerimonia in suffragio del Maggiore pilota Secondino Pagano che si è tenuta questa mattina presso la tomba monumentale dell’eroe nel cimitero della città Martire. “Secondino Pagano, – ha continuato il sindaco – entrato giovanissimo in aeronautica, fu un eccellente pilota le cui migliori doti consistevano sicuramente nella tenacia e nelle grandi capacità tecniche più volte dimostrate nel corso della sua notevole carriera. Qualità che hanno portato il Maggiore a distinguersi come capacissimo pilota ed eroico appartenente alla forze armate, come dimostrano i numerosi decori e riconoscimenti ricevuti nel corso della sua carriera. È per me un onore essere oggi qui presente per ricordare insieme ai familiari ed ai rappresentanti dell’aeronautica un uomo eccezionale che con grande senso di dovere e spirito di sacrificio ha sempre percorso la strada dell’abnegazione e del coraggio, riconoscendo nel servizio alla comunità, non una rinuncia o una riduzione del proprio essere, ma il migliore dei modi per impiegare la propria vita di uomo. Una testimonianza fondamentale quella che il Maggiore Pagano ci ha lasciato in eredità e dalla quale noi tutti dobbiamo trarre esempio per affrontare quel volo ad alta quota che è la vita. Un ringraziamento va, infine, all’Aeronautica militare ed all’Associazione dell’Arma Aeronautica Cassinate, intitolata proprio a Secondino Pagano, per l’eccellente lavoro di restauro realizzato sulla tomba dell’eroe, ad ulteriore dimostrazione di quanto importante sia conservare e conoscere il nostro passato per poter vivere meglio il nostro presente.”

29 aprile 2013 0

Tarquinia, il sindaco Mazzola alla presentazione del piano strategico dell’hub portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta

Di admin

«Tarquinia ha tutte le condizioni per recitare un ruolo da protagonista nella crescita del porto di Civitavecchia». Lo ha affermato il sindaco Mauro Mazzola che ha partecipato, lunedì 29 aprile, alla presentazione del Protocollo d’intesa per il completamento del piano strategico dell’hub portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta e del sistema di rete e della logistica nella sede dell’Autorità Portuale di Civitavecchia. Il primo cittadino ha sottolineato come la scalo portuale rappresenti un’infrastruttura di grande rilevanza a livello nazionale e internazionale e strategica per l’Alto Lazio e come Tarquinia sarà direttamente coinvolta nel processo di crescita. «La presenza nell’Autorità Portuale e la contiguità territoriale al Comune di Civitavecchia sono i nostri punti di forza. – ha detto il sindaco Mazzola – Abbiamo quindi messo in campo una serie di azioni per sfruttarli. In modo particolare per quanto riguarda il comparto commerciale e industriale, con il retroporto, e il settore crocieristico, avviando una serie di importanti iniziative volte a valorizzare e a promuovere il nostro patrimonio culturale e ambientale. Inoltre ci impegneremo per far completare la superstrada Civitavecchia-Orte e di recuperare il ritardo infrastrutturale che ha sempre caratterizzato la Tuscia».

29 aprile 2013 0

Carabiniere ucciso a Maddaloni, il drammatico video della rapina e dell’uccisione di Della Ratta

Di redazione

Presi anche gli altri tre componenti della banda di rapinatori che, sabato pomeriggio, nella tentata rapina alla gioielleria Ogm di Maddaloni, hanno ucciso l’appuntato Tiziano Della Rattia e ferito il maresciallo Domenico Trombetta. Drammatiche le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso (Clicca e guarda il video) interne alla gioielleria che hanno mostrato agli inquirenti la dinamica della tragedia e le facce dei malviventi. Della Rattia e il suo collega erano all’interno del locale per controllare altre immagini relative a facce sospette che da tempo si aggiravano intorno alla gioielleria. Lui è caduto sotto i due colpi che lo hanno raggiunto al torace mentre Trombetta è stato ferito da cinque colpi. Ferita anche la componente della banda Vincenza Gaglione, 29 anni di Napoli, raggiunta da tre colpi al torace e uno al femore. Lei era stata l’esca per la quale il gioielliere ha aperto la porta. Angelo Covato, 19 anni, di Napoli ferito da sei colpi. Ferito anche un cliente presente nella gioielleria al momento della rapina. Un terzo rapinatore è riuscito a fuggire salendo sulla Fiat Punto guidata da un complice. Successivamente altri due persone, oltre ai due rapinatori feriti piantonati in ospedale, sono stati mantenuti in stato di fermo. Si tratta di Rosario Esposito Nuzzo, 20 anni e Giuseppe De Rosa 22 anni entrambi di Napoli. Arrestati ieri anche Antonio Iazzetta, 21 anni, Antonio Capone, 38 anni e Paolo Brucci, 25 anni tutti di Acerra. Iazzetta e Covato, gli unici incensurati del gruppo, sono coloro che hanno ingaggiato il duello a fuoco con le forze dell’ordine e che, quindi, hanno ucciso il carabiniere e ferito il suo collega. Gli altri costituivano una squadra di supporto per proteggere la loro fuga. Er. Amedei

29 aprile 2013 0

Maltempo, allerta temporali sulla Sardegna

Di admin

Un flusso di correnti umide ed instabili, proveniente dal Nord-Africa, determinerà nelle prossime ore una veloce fase di maltempo sulla Sardegna.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con la Regione coinvolta, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede, dalla serata di oggi, lunedì 29 aprile, precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale sulla Sardegna. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

29 aprile 2013 0

Scatti proibiti al supermercato, 66enne denunciato a piede libero

Di redazione

Un pensionato di 66 anni è stato denunciato a piede libero, dai Carabinieri della Stazione di Sambuceto, con l’accusa di molestie e disturbo alle persone. L’anziano, nel week end appena trascorso, è stato sorpreso all’interno del centro commerciale IPERCOOP di San Giovanni Teatino, mentre fotografava, con il proprio cellulare, le parti intime di alcune donne che facevano acquisti all’interno della struttura. A far intervenire gli uomini dell’Arma è stato il personale addetto alla sicurezza del centro commerciale che ha subito avvisato il 112. Una signora infatti, dopo aver notato l’uomo che la fotografava con il telefonino, si è rivolta al personale di vigilanza dell’IPERCOOP che ha fermato l’anziano. Quando sono arrivati i Carabinieri di Sambuceto il pensionato ha consegnato il suo cellulare e i militari hanno potuto constatare che sul telefonino vi erano le foto “incriminate”, raffiguranti parti intime di donna che l’uomo aveva “immortalato” durante la sua passeggiata all’interno del centro commerciale. Accompagnato in caserma il 66enne è stato denunciato a piede libero. Il cellulare è stato posto sotto sequestro.

29 aprile 2013 0

Albanese assalito nel bar, prima lo picchiano poi gli sparano ai testicoli

Di admin

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa sono intervenuti nel pomeriggio di ieri in Corso Europa del Comune di San Marcellino presso l’esercizio commerciale del tipo bar denominato “Melia”, unitamente a personale medico del 118, in quanto poco prima, era stato attinto da colpi d’arma da fuoco un cittadino di nazionalità albanese classe 1986. Da un’immediata ricostruzione dei fatti è emerso che l’uomo, poco prima, mentre si trovava seduto ai tavolini posti all’aperto del predetto bar, con alcuni suo conoscenti, veniva aggredito da un gruppo di persone giunte a bordo di due autovetture. Gli aggressori, di cui una armato di pistola, prima picchiavano il malcapitato e successivamente esplodevano contro la vittima dell’azione delittuosa un colpo d’arma da fuoco attingendolo all’inguine sinistro, dandosi immediatamente alla fuga. Il ferito, trasportato mediate ambulanza 118, presso l’ospedale “Moscati “ di Aversa, veniva ricoverato, non in pericolo vita, presso il reparto di chirurgia in attesa di un intervento plastico ricostruttivo in quanto recante una “ferita d’arma da fuoco all’emiscroto sinistro con spappolamento del testicolo e degli annessi”. Durante i rilievi effettuati dai militari dell’Arma è stato repertato un bossolo cal. 9. Indagini in corso al fine di addivenire agli autori del reato, alla ricostruzione delle esatte dinamiche, nonché al movente alla base del fatto criminoso.

29 aprile 2013 0

Beni di lusso e vacanze esclusive ma froda il fisco per 18 milioni di euro, denunciato dalla Guardia di Finanza di Frosinone

Di admin

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone, nel corso di un’articolata attività di verifica fiscale, svolta nei confronti di una società con sede a Fiuggi, operante nel settore edile, hanno portato alla luce una imponente frode fiscale perpetratasi negli anni dal 2004 al 2011

L’attività di Polizia Economico-Finanziaria ha consentito di accertare che nell’intento di ridurre il più possibile la base imponibile da sottoporre a tassazione, l’amministratore della società verificata ha fatto ricorso a vari “accorgimenti” e/o “stratagemmi” di natura contabile, che gli hanno consentito di ricavarne rilevanti vantaggi di natura fiscale in capo alla medesima società.

Nello specifico è stato scoperto che la società per evadere le imposte sui redditi abbatteva i ricavi mediante la contabilizzazione di costi fittizi derivanti da fatture totalmente false emesse da una società della provincia di Napoli.

Nell’ambito di tale attività investigativa è stato, inoltre, accertato l’ingiustificato arricchimento dei due soci, avvenuto attraverso una sistematica spoliazione della società. In sintesi gli amministratori, marito e moglie, utilizzavano i soldi aziendali per soddisfare le più stravaganti esigenze personali, come l’utilizzo di natanti, macchine di grossa cilindrata, vacanze in luoghi esclusivi nonché per coltivare passioni personali come la partecipazione a gare di motociclismo.

A conclusione dell’attività ispettiva, le Fiamme gialle sono riuscite a recuperare a tassazione ingente materia imponibile per un valore di circa 15 milioni di euro e a constatare violazioni all’iva per circa 3 milioni accertando, inoltre, responsabilità penali, in capo al legale rappresentante dell’impresa.

I predetti coniugi, oltre a non aver dichiarato ingenti somme, hanno omesso di versare all’erario circa un milione di euro di imposte (Ires, ritenute e IVA).

Gli stessi, al termine delle indagini, sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria per reati tributati previsti dal D. Lgs n. 74/2000 (evasione fiscale e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti). L’operazione di servizio testimonia lo sforzo profuso dalle Fiamme gialle di Frosinone nel contrasto all’evasione fiscale, in particolare quella connotata da condotta fraudolenta, a tutela dei pubblici bilanci e del corretto andamento dell’economia.