Alberi abbattuti per realizzare una strada sterrata, il Corpo Forestale dello Stato sequestra un’area boscata nel comune di Crecchio

26 aprile 2013 0 Di admin

Convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Chieti il sequestro preventivo di un’area boscata della superficie di circa 4.200 mq, in Località Villa Tucci nel Comune di Crecchio, operato d’iniziativa dal Corpo Forestale dello Stato.
Nel corso di una perlustrazione del territorio, il personale del Comando Stazione Forestale di Ortona ha scoperto, all’interno di un bosco di proprietà privata, un’area dove sono state tagliate e sradicate numerose piante di alto fusto per la realizzazione di una strada. Il varco aperto è stato poi livellato con un mezzo meccanico trasformando così totalmente la fisionomia del posto. Il tutto senza alcun permesso a costruire ed in mancanza della autorizzazione necessaria, a norma del codice dei beni culturali e del paesaggio, per qualunque modificazione che, al pari di questa, possa incidere sul valore paesaggistico dei territori boscati.
Non solo, l’area sequestrata è soggetta a vincolo idrogeologico: il disboscamento indiscriminato costituisce possibile causa di fenomeni di dissesto del terreno, con potenziali pericoli per l’incolumità pubblica.
Il proprietario dell’area, deferito all’Autorità Giudiziaria, è ora accusato di distruzione e deturpamento di bellezze naturali.
L’indagine è nata dalle quotidiane attività di controllo del territorio del Corpo Forestale dello Stato, che, grazie alla conoscenza e vicinanza all’ambiente naturale, riesce ad assicurare una efficace tutela delle aree rurali e montane e di ogni loro componente.