Ancora un sequestro di sostanze stupefacenti da parte della Guardia di Finanza

16 aprile 2013 0 Di redazionecassino1

Il Comando Regionale Abruzzo all’esito di una compiuta analisi degli elementi operativi  ed investigativi acquisiti negli ultimi tempi, ha elaborato e coordinato un’intensificazione dell’azione di contrasto al traffico di stupefacenti, attraverso uno specifico piano di controllo da parte di pattuglie automontate (con automezzi sia “palesi” sia “civetta”) dei dipendenti Reparti, secondo orari, località e modalità ben definiti.

In particolare, nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio disposto dal Comandante Regionale Abruzzo, tendente a contrastare l’immissione sul mercato locale di partite di sostanza stupefacente, specie quella cd. “pesante”, è stata particolarmente “attenzionata” la costa teramana, ove peraltro la presenza di numerosi esercizi (discoteche, night clubs) può costituire “volano” per il consumo di sostanze stupefacenti, e ciò a testimonianza della centralità dell’asse adriatico nelle rotte dei traffici illeciti, oltre che al fine di assicurare un costante presidio di vigilanza. Il piano d’azione, ha preso in esame, in particolare, il traffico proveniente dalle Regioni limitrofe diretto verso le aree costiere ed interne della provincia di Teramo.

Proprio nell’ambito del dispositivo in questione, a distanza di poche ore da analogo intervento, un ulteriore sequestro di sostanza stupefacente è avvenuto nella nottata appena trascorsa, quando una pattuglia della Compagnia di Giulianova, nel procedere al controllo di autovettura presso il casello autostradale di Val Vibrata, dopo un attento esame, ha rinvenuto a bordo, abilmente occultati, gr. 530 di eroina. I due occupanti l’automezzo sono stati arrestati.

Insieme allo stupefacente, i finanzieri hanno sequestrato l’autovettura utilizzata per il suo trasporto, carte di credito, valuta, un telefono cellulare, un navigatore satellitare e varia documentazione attualmente al vaglio degli investigatori

Grazie all’impiego di numeroso personale, coadiuvato anche dalle unità cinofile antidroga, nel giro di poche settimane sono stati raggiunti notevoli risultati giungendo al  sequestro di ingenti quantitativi di droghe “pesanti”, pari a oltre kg 3,200 di eroina ed a gr.532 di cocaina, la cui immissione sul mercato, dato il valore, avrebbe fruttato al mercato dello spaccio alcune centinaia di migliaia di euro di guadagno.

Sono stati complessivamente arrestati in flagranza di 8 soggetti, e sequestrate 3 autovetture, in  particolare nella fascia costiera teramana.

Le conseguenti indagini avviate, coordinate dalla Procura della Repubblica di Teramo, sono finalizzate non solo ad individuare gli ulteriori soggetti coinvolti ma anche  all’aggressione delle disponibilità patrimoniali ove  eventualmente investiti i profitti dell’illecito traffico.

Nella consapevolezza delle ripercussioni che il consumo di sostanze stupefacenti ha sul tessuto sociale nonché sulla vita di tanti soggetti – molto spesso giovani – e delle loro famiglie, il Corpo pone costante attenzione nell’ambito della più vasta  attività tesa ad  assicurare condizioni di generale legalità , non limitata al settore economico- finanziario, che pur costituisce prioritario impegno istituzionale.