Gemellaggio del buongusto tra Edimburgo e la Valcomino

24 aprile 2013 0 Di redazione

Questo il senso dell’evento che si è svolto ad Edimburgo il 16 e 17 di aprile. Due le serate, che si sono tenute nell’enoteca “Divino”, ad Edimburgo appunto.
Anima di questo progetto l’assessore al Turismo del Comune di Atina Ivan Tavolieri e il titolare del “Divino” Tony Crolla, ristoratore di origini valcominesi e titolare del “Vittoria Group” (vittoriagroup.co.uk), azienda che gestisce ristoranti e locali rinomatissimi nel centro della capitale scozzese.
L’occasione ha consentito ai produttori ciociari, più specificatamente della Valcomino, di promuovere i loro prodotti presentandoli al meglio nell’ambito di due cene tutte dedicate al territorio e alla tradizione.
I vini sono stati forniti dalle aziende: Nardelli (Maturano barrique), Fontana Lottola (Magistrato), Azienda Agricola Guido (Cabenet Atina Doc), Cominium (Satur), Masseria Barone (Merlot) e La Ferriera (Real Magona). Tra i prodotti gastronomici gli affettati e i salumi vari della Bottega del Macellaio (Casalvieri), i formaggi dell’azienda “Il Pastore Ciociaro (Picinisco), i fagioli cannellini e la pasta al farro della Tenuta dell’Agnerone e le fettuccine al cabernet della pasta all’uovo Cordelia (Atina). Infine, ma non in ultimo, l’agnello nostrano dell’azienda Crolla Edoardo (Picinisco), i tartufi di “Antica Ciociaria” (Alvito), i biscotti della ditta “Supremo” di Atina e i famosi torroni di Alvito della pasticceria “Macioce”. Un menu da re che non ha lasciato indifferente il console italiano, Mauro Carfagnini, che ha voluto ricevere la delegazione presso la sede consolare.
Impagabile il lavoro svolto dalla brigata di chef dell’associazione Unione Cuochi Ciociari, composta per l’occasione dal presidente Marco Graziosi e da Mirella Crescenzi, Antonio Cristini, Alessandro Altilia, Marco Muscedere. Essenziale, poi, l’apporto del sommelier Luigi Caponi.
Queste due serate hanno consentito uno scambio interculturale, che ha piacevolmente stupito i partecipanti, al punto che il console Carfagnini si è detto disponibile ad organizzare un bis nelle sedi istituzionali del consolato. Ma non solo ha proposto l’ideazione di itinerari gastronomici aventi ad oggetto proprio la Valcomino da proporre ai cittadini scozzesi. Estremamente entusiasta l’assessore al Turismo di Atina, Ivan Tavolieri, che sta già lavorando al coordinamento tra le aziende valcominensi allo scopo di riproporre la kermesse enogastronomica nei prossimi mesi, organizzando un nuovo viaggio scambio ampliato di altre realtà locali e con la partecipazione delle strutture ricettive e turistiche ciociare.
.