Il condomionio della droga, quattro arresti e due alloggi Ater sgomberati a Frosinone

6 aprile 2013 0 Di redazione

Alloggi popolari occupati abusivamente e finalizzati allo spaccio di sostanze stupefacenti. È ciò che è emerso da una indagine svolta dai carabinieri della compagnia di Frosinone nel complesso edilizio Ater conosciuto come il Casermone. L’inchiesta è iniziata lo scorso anno quando, a luglio, i militari arrestarono una donna di 63 anni trovata in possesso di 360 grammi di cocaina e materiale necessario per il confezionamento delle dosi, tutto sistemato in una borsa. Il sospetto, fin da subito, è stato che l’indagata avesse il compito di nascondere quella borsa per evitare i controlli dei carabinieri. Il prosieguio dell’indagine ha avvalorato questa ipotesi. Questa mattina, infatti, i militari hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere per altrettante persone che occupavano abusivamente due alloggi popolari all’interno dello stesso condominio in cui abita la doinna arrestata lo scorso anno. Nel corso delle perquisizioni i carabinieri hanno rinvenuto anche 150 grammi di “marijuana” già confezionata in dosi, 83 dosi di “cocaina”, una pistola giocattolo modificata con relativo munizionamento e circa 3mila euro in contante. custodito unitamente alla sostanza stupefacente. Gli appartamenti occupati abusivamente sono stati sgomberati e affidati alla Polizia Municipale in attesa di riaffidarli all’Ater.