La “Fiera dell’olio” fra sapori locali e un prodotto nostrano di qualità eccellente

8 aprile 2013 0 Di redazionecassino1
Ancora qualche settimana e si aprirà la Fiera dell’Olio presso il Frantoio della Coop Sociale Ciera dei Colli . La manifestazione è in programma per il prossimo 25 aprile, presso la struttura sociale, condotta dal Presidente Albino Patrizi e dal Vicepresidente Donato Caldaroni , nella frazione di Colli a Monte San Giovanni Campano. Nel corso dell’importante evento verrà presentato al pubblico il suo Olio Extravergine di Oliva Biologico certificato FDA (Food and Drug Administration) che ha ottenuto riconoscimenti Nazionali e apprezzamento Internazionale (US). Saranno presenti alla fiera alcuni assaggiatori professionisti che daranno spiegazioni dettagliate sulle  qualità diell’oilo Monticiano durante la degustazione che stuzzicherà i palati.  La Coop Ciera dei Colli poi è virtuosa dell’Ambiente ci spiega il Dott. Marco Belli: Partecipa a Territorio Zero e precisa che  il suo frantoio e la sua attività produttiva è perfettamente in linea con i protocolli UE per lo sviluppo eco sostenibile. Il suo bilancio energetico è Zero, i suoi rifiuti sono Zero e la sua produzione è a km Zero. Rispetta pienamente il protocollo di Kioto e partecipa al programma di riduzione globale di CO2.

 

Non ci sarà solo olio di oliva extravergine biologico monovarietale perchè verranno presentati altri prodotti: L’olio extravergine di oliva viene impreziosito nella Coop Ciera dei Colli dalla sapiente unione con spezie aromatiche che ne esaltano il sapore e la fragranza per l’utilizzo a crudo e su cibi alla brace. Si arricchisce dunque l’offerta della Cooperativa  con l’olio extravergine al peperoncino, al tartufo , al limone e all’aceto balsamico. Naturalmente anche questi privi di conservanti e additivi di sintesi.

 

La manifestazione vedrà la presenza delle autorità Civili ed hanno confermato la loro presenza l’Onorevole Luca Frusone della Camera dei Deputati e i Consiglieri della Regione Lazio Valentina Corrado e Gaia Pernarella che appoggiano l’iniziativa legata all’agricoltura eco sostenibile e alla produzione rispettosa dell’Ambiente ma che non tralasceranno di ricordare la data del 25 Aprile Festa della Liberazione.

 

Non mancheranno neppure momenti ludici in quanto una band locale allieterà la serata col la pizzica.

 

 Dunque partecipare per scoprire una realtà locale capace di produrre e arricchire il territorio diventa un piacere soprattutto se il tutto può essere di esempio ad un nuovo tipo di agricoltura capace di trasformare i prodotti locali della terra rispettando scrupolosamente l’Ambiente che ci circonda  nell’ambito dell’ambizioso progetto Territorio Zero che vede Monte San Giovanni Campano protagonista per l’appoggio incondizionato che riceve dalla Comunità Scientifica.