Lasciavano che i bambini giocassero sui fanghi, parco pubblico sequestrato a Ferentino

26 aprile 2013 0 Di redazione

Lasciavano che i bambini giocassero su un cumulo di fanghi puzzolenti. A dire basta sono stati i carabinieri della compagnia di Anagni che, a Ferentino, hanno sequestrato l’area. Si tratta di un parco nel comune di Ferentino inaugurata in pompa magna nell’ottobre del 2012. Da allora, però, i residenti hanno iniziato a denunciare un insopportabile cattivo odore. Denunce che hanno innescato le indagini dei carabinieri della compagnia di Anagni comandata dal capitano Costantino Airoldi (nella foto) i quali hanno scoperto che il parco pubblico era stato realizzato su un’area occupata da un depuratore dismesso nel 2007 e semplicemente interrato con tutti i fanghi senza alcuna bonifica. I carabinieri, quindi, hanno proceduto al sequestro del parco, un’area di circa 5mila metri quadrati, e alla denuncia di quattro persone tra cui due dipendenti del comune di Ferentino. A vario titolo i reati contestati sono illecito smaltimento di rifiuti e abuso d’ufficio.