Sparatoria davanti Palazzo Chigi, Il fratello di Negri (cc ferito) lavora a Cassino: “Francesco scalpita per tornare in servizio”

30 aprile 2013 0 Di redazione

Tra i primi familiari ad accorrere al capezzale del fratello Francesco, uno dei due carabinieri rimasti ferito a Roma da Preiti, è stato Vittorio Negri che lavora presso l’Acea di Cassino. “Ero lì quando gli hanno passato la telefonata del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Era emozionato perché mio fratello è un carabiniere vero che ha un profondo senso dello Stato. Il presidente gli ha fatto gli auguri e lui lo ha ringraziato”. A proposito delle condizioni del fratello ha detto: “E’ ancora ricoverato al San Giovanni, ha due ferite, una al polpaccio e una alla tibia anche se le sue condizioni migliorano, deve restare fermo per un po’. Ma nonostante ciò scalpita perché vuole tornare al lavoro”. Quando ho saputo cosa era accaduto, sono subito accorso da lui e la sua prima preoccupazione, anche quando l’ho visto, è stata chiedermi se avevo notizie del collega e come stesse”.
Er. Amedei