Spostamento del mercato del sabato a Cassino, Buffardi “Perseverare negli errori è diabolico”

22 aprile 2013 0 Di redazione

“Se vogliamo uscire dalla crisi bisogna fare pur qualcosa e riportare il mercato di Cassino come era un tempo, potrebbe essere lo stimolo giusto”. A parlare è Florindo Buffardi, presidente di Confcommercio Frosinone. Da tempo nella città martire è in corso una discussione, a volte anche accesa, sulla possibilità di distribuire nuovamente le bancarelle del mercato del sabato nelle strade interne così come era prima che venisse concentrato nell’area dell’ex campo Miranda. “Con la sistemazione attuale, tutti si lamentano degli scarsi incassi a parte quei pochi che hanno i posti migliori e che riescono a vendere. Si è visto inoltre, in occasione della visita del Papa, quando il mercato è tornato nel centro città, che anche i commercianti fissi ne hanno tratto benefici in termini di vendite. Perché allora non tornare all’origine? Sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico. Il mercato è stato spostato anche per via della sicurezza che, all’epoca non era garantita. Oggi, nella ridistribuzione degli spazi, si farà attenzione a lasciare il passaggio per i mezzi di emergenza. Un altro motivo che ha favorito lo spostamento era la necessità di contrastare gli abusivi, ma si è visto che anche in un perimetro delimitato come quello attuale, il problema continua ad esistere. Va poi ricordata la difficoltà di chi, il sabato, arriva a Cassino per fare la spesa e non trova parcheggio per l’auto. In questa maniera, liberando il più grande parcheggio di Cassino, il problema potrebbe essere, almeno in buona parte risolto. Insomma – conclude Buffardi – non ci sono motivi perché il mercato non torni cuore pulsante della città”.
Ermanno Amedei