Giorno: 4 maggio 2013

4 maggio 2013 0

Produttori di Latte in provincia di Frosinone, Marino Fardelli al tavolo in Commissione Agricoltura

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I produttori di latte della provincia di Frosinone si siederanno martedì al tavolo della Regione Lazio presso la commissione agricoltura. Porteranno all’attenzione dei membri dell’VIII commissione il problema del fermo imposto da Parlamat alla raccolta di latte. Questione che è già stata portata in Regione Lazio attraverso una interrogazione a firma del consigliere regionale Marino Fardelli. Nel documento si chiedeva di attivare immediatamente un tavolo tecnico con le parti coinvolte al fine di conoscere le motivazioni che hanno portato la Parmalat, nel mese di marzo scorso, a prendere la decisione di interrompere i rapporti lavorativi con le aziende del Basso Lazio. Lo stesso Marino Fardelli parteciperà martedì al tavolo in commissione agricoltura: “Avevo sollecitato iniziative che in poco tempo potessero scongiurare il mancato rinnovo del contratto di fornitura del latte, evitando così la perdita del marchio di Latte di Alta Qualità e garantire la ripresa dell’attività chiedendo una protezione sociale e lavorativa -ha detto l’on.Fardelli – La decisione della Parmalat infatti rischia di lasciare senza lavoro 300 piccoli produttori, gli ultimi rimasti e che hanno resistito con coraggio alla crisi del settore in provincia di Frosinone”. Nell’interrogazione urgente al Presidente del Consiglio Leodori, l’on. Fardelli aveva premesso che l’agricoltura e l’allevamento sono settori fondamentali per l’economia regionale ed in particolare del Basso Lazio e che in questo momento storico molte aziende stanno incontrando gravi difficoltà: “Restare operativi sul mercato, come per i produttori di latte, è molto complesso a causa della grave crisi economica, ma anche per l’aumento dei costi di gestione delle attività. La Parmalat, se riduce i contratti di fornitura per calo delle vendite, dovrebbe farlo coinvolgendo in maniera minima tutte le aree dalle quali attinge le materie prime e non penalizzando una sola area che, tra l’altro, da trent’anni fornisce il latte di qualità – ha concluso l’on Fardelli ”. Martedì in Regione Lazio l’incontro tra le parti.

4 maggio 2013 0

Maltrattata a Bari da marito violento, Formiana salvata grazie a collaborazione tra polizia pontina e quella pugliese

Di redazione

La Questura di Bari ha denunziato per maltrattamenti in famiglia un uomo che da tempo si era accanito nei confronti della propria convivente originaria di Formia. La vicenda è partita da una denunzia raccolta dal personale del commissariato di questa centro, da parte dei familiari della donna che, da quando si era trasferita nella città pugliese, informava i genitori dell’atteggiamento particolarmente violento del proprio uomo, dedito, tra l’altro all’alcol. Numerosi sms pervenivano infatti sull’utenza di uno dei genitori, da parte della figlia che lamentava le continue vessazioni fisiche e morali subite. Immediatamente informata la Questura di Bari, gli uomini di quella squadra Anticrimine si attivavano al fine di accertare e porre fine alle continue violenze perpetrate nei confronti della cittadina formiana. L’uomo, un commerciante barese di quarant’anni, è stato pertanto denunziato per quanto accaduto.

4 maggio 2013 0

Ancora disservizi da Acea, ad Esperia conduttura colabrodo

Di admin

Da Guglielmo Maddè riceviamo e pubblichiamo. L’ente Acea Ato 5, continua purtroppo a discapito della povera gente, dei cittadini che pagano regolarmente un disservizio, perchè tale è considerato, dissatendendo i continui reclami degli stessi nelle segnalazioni di rotture. Il presidente Guglielmo Maddè del comitato cittadino “acqua sempre Esperia” tuona contro l’ente, per mancanza di profssionalità ed assoluta incompetenza. Dal 5 aprile quasi un mese che in via vaglie al numero civico 16 monticelli di esperia persiste una forte perdita segnalata più volte dall’utente e nella giornata di sabato 4 maggio dal sottoscritto senza nessuna risoluzione, cosa più grave che sono stati fatti due sopralluoghi nei giorni scorsi dove il personale ha riscontrato la perdita senza che la stessa venisse riparata. Dalla prima segnalazione, il numero verde dell’Acea è stato chiamato per almeno 5 volte per sollecitare l’intervento (numero pratica 522466) come dimostrato dall’operatore nella mia denuncia presentata. I cittadini si sentono indignati ed arrabbiati. Si percorre il paese e le strade sono allagate causa continue perdite di acqua potabile. Perchè pagare un servizio che non si ha? Perchè disperdere in strada un bene di tutti come l’acqua? L’indignazione è ormai ai massimi livelli. Sollecito anche la nostra casa comunale ad un impegno maggiore nella tutela dei nostri concittadini, anche facendo esposti alla procura della repubblica. Il periodo estivo è alle porte che non ci vengano a dire tra qualche giorno che si sarà costretti a razionare il flusso idrico per mancanza del prezioso liquido. Quando la stessa per mesi inondava le nostre strade. Acea ato 5 risulta il vero ed unico responsabile di questo enorme spreco, pertanto si sollecita lo stesso ad essere molto più professionali e ad intervenire in modo celere, ai reclami dei cittadini. Visto anche che nel giugno del 2011 il popolo con voto democratico scelse nel referendum, si alla gestione pubblica no al privato. Siamo stanchi di essere presi in giro visto che anche la politica sta dissattendendo la volontà popolare. Vergogna.

4 maggio 2013 0

Lo portano al veterinario e scappa. A Cervaro è caccia ad un boxer

Di admin

Un cane anziano maschio di tipo “boxer”, con l’agocannula inserita nella zampa anteriore perchè in terapia continuativa è stato smarrito presso l’ambulatorio veterinario del dr. Maraone di Cervaro. Il boxer è claudicante (zoppicante). Chi riuscisse a trovarlo può contattare il dr. Maraone ai numeri 349.6631081 o 349.4236638. E’ prevista una ricompensa per chi lo ritrova.

4 maggio 2013 0

Cassino, l’assessore Grossi: “Trasporto gratuito per i ragazzi che usufruiscono del corso di ippoterapia”

Di admin

“L’attenzione che abbiamo sempre dimostrato in ambito sociale ha sempre contraddistinto la nostra azione amministrativa ed anche in questo caso abbiamo voluto impegnarci in un progetto che dia modo ai ragazzi disabili delle scuole medie superiori di Cassino di poter usufruire di un ulteriore servizio.” A dichiararlo è l’assessore all’istruzione del Comune di Cassino, Danilo Grossi, in riferimento all’iniziativa messa in campo dall’amministrazione comunale. “Grazie alla disponibilità – ha continuato Grossi – del Comune e di Magni Trasporti ai ragazzi disabili delle scuole medie superiori di Cassino viene garantito il trasporto gratuito dalla scuola di appartenenza in una struttura specializzata all’interno della quale potranno effettuare l’ippoterapia. L’ippoterapia o TMC (terapia con il mezzo del cavallo) è l’insieme delle tecniche mediche che utilizzano il cavallo per migliorare lo stato di salute di un soggetto umano. Un progetto importante, quindi, che consentirà ai ragazzi di vivere un’esperienza nuova e soprattutto di trarre giovamento da una terapia, che come è stato dimostrato, che grazie all’attento uso dei numerosi stimoli che si realizzano nel corso dell’interazione uomo – cavallo, fa del bene a chi ne usufruisce proprio perché consiste nell’induzione di miglioramenti funzionali psichici e motori. Credo che questa sia l’ennesima dimostrazione dell’impegno con il quale questa Amministrazione si dedica al sociale, mostrando sempre grande attenzione nei confronti di chi è meno fortunato. Un ringraziamento particolare voglio rivolgerlo ai responsabili della ditta Magni Trasporti che con grande sensibilità hanno messo a disposizione gratuitamente i propri mezzi per trasportare i ragazzi dalle loro scuole di appartenenza al centro dove svolgeranno la terapia. Inoltre ringrazio anche Ivano Capraro, autista degli scuolabus del Comune di Cassino, che si è offerto, fuori dal proprio orario di servizio, di accompagnare i ragazzi presso la struttura.” Sulla questione è intervenuta anche la professoressa dell’Istituto Tecnico Commerciale di Cassino, Santa Mastroianni, responsabile del progetto ippoterapia. “È il sesto anno – ha sottolineato la Mastroianni – che la scuola promuove questo corso per ragazzi diversamente abili e possiamo definire con orgoglio che il progetto ippoterapia è un vero e proprio fiore all’occhiello perché ha un’altissima valenza educativa. In questi anni, infatti, abbiamo riscontrato che i ragazzi che hanno in passato frequentato il corso hanno avuto dei miglioramenti evidenti. Si tratta di un progetto importante, quindi, richiesto dai genitori stessi dei ragazzi e reso possibile anche grazie all’impegno del Comune di Cassino e dell’Amministrazione che ha messo a disposizione il trasporto, fornendo in tal modo a tutti i ragazzi la possibilità di partecipare.”

4 maggio 2013 0

Tarquinia, il Corpo Forestale dello Stato apre al pubblico la riserva naturale delle Saline

Di admin

Il Corpo Forestale dello Stato aprirà al pubblico, domenica 12 maggio, la riserva naturale delle Saline. L’iniziativa, denominata “RiservAmica”, rientra nell’ambito della 1ͣ edizione della festa nazionale delle Riserve Naturali Statali, che ha l’obiettivo di far conoscere e apprezzare i circa 130.000 ettari di aree protette gestite dal Corpo Forestale dello Stato e che avrà un tema conduttore comune che per il 2013, Anno internazionale delle risorse idriche indetto dall’ONU, sarà rappresentato dall’acqua. L’evento vede la collaborazione dell’Amministrazione Comunale e di molte associazioni locali, tra cui la Pro Loco. Durante la giornata si svolgeranno visite guidate ambientali, archeologiche e di archeologia industriale, laboratori didattici, mostre d’arte e cinematografia, recupero della spiaggia e stand agroalimentari per conoscere e valorizzare i prodotti tipici del territorio. Derivata da un sito di produzione del sale costruito nel 1805 e chiuso alla produzione nel 1997, la riserva naturale delle Saline è dal 1980 una zona sotto tutela per il ripopolamento animale in quanto luogo di sosta e di riproduzione per numerose specie di avifauna, come il fenicottero rosa. Questo il programma dettagliato: alle ore 10.00 ci sarà la pulizia dell’arenile; alle ore 11.30 si terranno le visite agli scavi archeologici di Gravisca; alle ore 13.00 saranno aperti gli stand agroalimentari; alle ore 14.00 il personale del Corpo Forestale dello Stato accompagnerà i visitatori nei sentieri della riserva; alle ore 14.30 saranno inaugurate le mostre pittoriche di Mobbs e Rossini; alle ore 15.00 prenderanno il via i laboratori di didattica ambientale dedicati ai bambini; alle ore 15.30 si svolgeranno le visite al borgo delle Saline; alle ore 16.00 sarà proiettato il documentario sui luoghi di Pinocchio; alle ore 16.30 saranno distribuite e timbrate le tessere “Cercatori di Riserve”. Per ogni informazione è possibile chiamare il numero di telefono 0766/864605 o inviare un’email all’indirizzo utb.roma@corpoforestale.it.

4 maggio 2013 0

Rappresentanti di “mezzo mondo” alla XXXIII edizione del Certamen Ciceronianum Arpinas

Di redazione

Tutto pronto per il Certamen Ciceronianum Arpinas, la XXXIII edizione della prestigiosa manifestazione culturale che si terrà nella città di Cicerone dal 10 al 12 maggio. Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Serbia, Spagna, Svizzera, Ungheria saranno le nazioni rappresentate in questa nuova attesissima edizione, e circa 250 i partecipanti, tra docenti e studenti. Come da tradizione ormai consolidata, i ragazzi si cimenteranno nella traduzione e commento dal latino di un brano di Marco Tullio Cicerone, un’occasione preziosa per mettersi alla prova, per crescere intellettualmente e umanamente e, non ultimo, per socializzare. Il presidente del Centro Studi Umanistici “Marco Tullio Cicerone” Pierpaolo Gradogna rende noto il ricco programma dell’evento, che si conferma anche quest’anno come un appuntamento di rilevanza internazionale in grado di mettere Arpino al centro del panorama culturale.

PROGRAMMA: GIOVEDÌ 9 MAGGIO • Ore 14.30 Arrivo dei partecipanti presso la Stazione FF.SS di FROSINONE – Italia (Italy)

• Ore 18,00 Aula Magna dell’I.I.S. “Tulliano”, Via Pelagalli Insediamento della Commissione Giudicatrice

VENERDÌ 10 MAGGIO • Ore 8.30 Locali dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Tulliano”, Via Pelagalli: Svolgimento del Certamen

• Ore 9,30 Auditorium “Pietro Cossa” Saluti Autorità Paolo De Paolis (Univ. Di Cassino e del Lazio meridionale): Introduzione Presentazione degli atti del 4° SIMPOSIO CICERONIANO 5° SIMPOSIO CICERONIANO Modelli educativi e formazione politica in Cicerone • Ore 9,45 Elisa Romano (Università di Pavia): Eruditio libero digna: modelli educativi e modelli culturali nel De oratore

• Ore 10,30 Giuseppe La Bua (Sapienza Università di Roma): “Medicina consularis”: Cicerone e la cura dello stato ore 11,15 Andrea Balbo (Università di Torino): Cicerone nella scuola italiana

• Ore 12,00 Discussione ore 16,00 I partecipanti al Certamen visitano l’Acropoli di Civitavecchia

• Ore 17,00 Auditorium “Pietro Cossa” Premiazione dei vincitori della 3^ edizione del Concorso di Matematica e Fisica “Giulia Carnevale”

• Ore 17,30 Visita guidata della città di Arpino

• Ore 22,00 Fiuggi – Juvenum nox

SABATO 11 MAGGIO • Ore 9,00 Visite guidate per gruppi a Borghi e Città d’Arte della Ciociaria

• Ore 16,00 Visita dell’Abbazia di Montecassino Saluto di S. E. Rev.ma Pietro Vittorelli, Abate e Ordinario di Montecassino

• Ore 20,00 Concerto c/o Centro Storico di Arpino “Serata d’incontro” – Musica in Piazza

• Ore 21,00 Auditorium Pietro Cossa: consegna del premio “Olio Terra di Cicerone” organizzato dall’Ass. Olivicoltori Terra di Cicerone

DOMENICA 12 MAGGIO • Ore 10,00 Arpino – Piazza Municipio Saluto delle Autorità Cerimonia di premiazione dei vincitori del Certamen

Annullo Speciale Postale (dalle ore 9,00 alle ore 13,00)

4 maggio 2013 0

Basket Under 14 Regionale, l’ A.B. Serapo chiude imbattuta il girone d’andata

Di redazione

Ancora una vittoria schiacciante per l’ A.B. Serapo Gaeta che, nella seconda fase del campionato Under 14, ha superato i pari età del Bk Itri con il punteggio di 42-87. Sin dalle prime battute di gioco si evince la differenza fra le due compagini e basta un amen per i ragazzi di Coach Aleo per dilagare e chiudere il primo quarto in vantaggio con il punteggio di 21-7. la grande intensità difensiva e l’attenzione, unita alla maggiore fisicità permette alla A.B. Serapo Gaeta di allungare ulteriormente nei successivi due quarti, così da iniziare l’ultima frazione di gioco, in vantaggio con il punteggio di 71-23. Ultimo quarto, in cui i ragazzi biancoverdi si rilassano, gestendo la gara e chiudere con il punteggio finale di 87-42.

Una vittoria che permette alla A.B. Serapo Gaeta, al termine del girone di Andata, di chiudere in testa a punteggio pieno, avvicinandosi ulteriormente alle final four regionali. Nulla, però è stato ancora fatto, e Coach Aleo predica calma e concentrazione iniziando dalla prossima gara che si disputerà il 15 Maggio a Sora contro la formazione locale.

Bk Itri – A.B. Serapo Gaeta 42-87 ( 7-21; 15-43; 23-71)

A.B. Serapo Gaeta: Hima 2, Spignese 20, Santaniello 9, Antetomaso 15, Reynald, De Angelis 6, Calderone 25, Testa, Pianpiano, Valente E. 10. Coach: Aleo.

4 maggio 2013 0

Pontecorvo, Danella striglia i 91 sindaci della provincia: “Deboli contro le prepotenze di Roma”

Di redazione

Ptrizia Danella striglia il panorama politico locale, in particolare i sindaci del territorio che si dimostrano miopi e inefficaci contro le pressioni che arrivano da Roma. “Da qualche tempo – scrive in una nota – nella nostra provincia si parla solo di rifiuti, dei risvolti legati alla loro gestione e delle possibili conseguenze sul nostro territorio. Si parla di conferimento di rifiuti da Roma, della discarica, del pull di tecnici per l’individuazioni di possibili criticità, dell’istituzione generalizzata nei comuni della raccolta differenziata. Tuttavia alcuni problemi emergono con evidenza. In primis una debolezza congenita di una classe politica locale che non riesce ad imporsi sui dictat di Roma e l’indicativa scarsa partecipazione dei sindaci del territorio. E’ inaccettabile che su 91 comuni ci siano sempre i soliti cinque o sei sindaci. La gestione dei rifiuti non è problema solo del sud della Provincia. Riguarda tutti. E ad una politica debole fanno eco una serie di ‘anomalie’: la confusione dei tavoli tecnici dal sapore politico, ma pronti a tentare di escludere rappresentanti politici e a generare “disguidi” nella convocazione dei comitati, alla mancata verbalizzazione degli incontri quasi non si volesse lasciare traccia di quanto detto, ai comportamenti altalenanti di chi rischia nel contempo di essere controllore e controllato. E queste ‘anomalie’ lasciano aperti interrogativi ben più importanti. Quando verranno assegnate alla SAF le risorse per il trattamento dei rifiuti e come verranno utilizzate? Se il CDR viene spedito nell’impianto frusinate di San Vittore, che fine fanno i rifiuti trattati una volta chiusa Malagrotta? E ancora, sarà produttivo fino a quella data, continuare a spendere pubblico denaro per scarrozzare RSU in giro per la Regione o si troveranno soluzioni più economiche? Ma sulla salute non si ragiona in termini di economia, si ragiona in termini di diritti, di pari opportunità e di dati reali. E’ improduttivo e inefficace opporsi in modo generico alla calata dei rifiuti dalla capitale. Occorre far riferimento a dati oggettivi epidemiologici e di impatto ambientale per decidere la soluzione migliore per il nostro territorio. Bene hanno fatto i comitati a insistere sul monitoraggio dei luoghi, sull’individuazione una volta per tutte della causa vera degli odori nauseabondi e sulla incidenza sulla nostra salute. Sarebbe ora di pretendere tutti insieme una risposta che non sia la solita generica e laconica presa per il fondelli fatta ad un territorio che non ne può più di continuare ad essere terra di conquista. Sono certa che la nuova Regione saprà dare risposte concrete alla nostra terra. La politica locale però deve avere la forza, al di là degli schieramenti e dei ruoli, di costruire un percorso unitario di difesa dei cittadini a cominciare dalla raccolta differenziata ancora non attiva in troppi comuni. Solo così saremo credibili e utili al bene comune”.